Haidakhan.bmpdevimix.jpggurumix.jpghimalaya.jpglogo.pngsunset1.jpgsunset2.jpg

Incontrare AMMA

Incontrare Amma è stato per me una grande benedizione , e solo chi ha condiviso questa esperienza può capire ciò che si prova tra le sue braccia. La prima volta è stato ad Assisi, nei primi anni '90, al centro ” il punto d'incontro” ed il suo abbraccio è stato totale e mi ha fatto sentire veramente amato, ho trovato la Madre, la grande Madre che tutto pervade, sostiene ed nutre. Le sue braccia hanno avvolto la mia anima ed io mi sono perso in quell'oceano di Amore. Quasi non volevo più lasciarla, e rialzandomi mi sentivo tutto intontito, con un sorriso estasiato e tutto intorno girava come in una danza sufi, per fortuna una mano mi ha guidato affinché lasciassi posto agli altri devoti dietro di me. Forse è stato in quel momento che ho identificato Amma con la Madre di Haidakhandi con la quale trovo ci sia anche una somiglianza fisica. Certo non potrò mai scordare questa esperienza che in qualche modo mi ha segnato, ed ha contribuito alla mia crescita; da allora ogni volta che la Madre ci ha benedetto con la sua presenza in Assisi non ho potuto fare a meno di lasciare gli impegni e correre da Lei. Ma da quando la Madre ha spostato il luogo del suo programma a Torino non ho più avuto il Suo Darshan, ma Lei non ha mai lasciato il mio cuore.

La forza di Amma La forza di Amma è rappresentata dal suo amore per l'intero universo e per tutti i suoi figli, indifferentemente dalla provenienza, cultura, ceto, razza o fede. Lei è lì e aspetta tutti a braccia aperte, e come una Madre il suo abbraccio è incondizionato. Non importa se noi abbiamo sbagliato o se non abbiamo per Lei lo stesso sentimento, Lei ci Ama lo stesso ed in egual misura. Amma per me è l'Amore incarnato e lo manifesta, a volte rimane per più di dodici ore a dare il darshan ai suoi figli e dopo poche ore riprende di nuovo la sua attività di elargire Amore, il tutto in modo disinteressato, senza aspettativa o tornaconto. Ricordo un anno che andai ad Assisi ad incontrare Amma con Patrizia, mia moglie, siamo arrivati dalla Sicilia in treno e con un passaggio finalmente al centro dove Amma dava il darshan, arrivati al tendone ci siamo affrettati verso la fila che era ormai in prossimità della Madre, stavamo mettendoci in fila, felici per avere fatto in tempo, ma siamo stati fermati dai discepoli della Madre che ci hanno spiegato che la fila era ormai chiusa e che Amma doveva andare a riposare. Abbiamo alzato lo squardo verso Amma e Lei con un grande sorriso ci ha fatto cenno di andare verso di Lei ,come se ci stesse aspettando, i discepoli si sono ritirati lasciandoci passare, in quel momento ci siamo sentiti colmi di gioia e di Amore ed accettati nella Sua grande Famiglia Universale.

 
"Fin dalla nascita provai un'intensa attrazione per il Nome di Dio, al punto che ripetevo il Nome del Signore ad ogni respiro e un incessante flusso di pensieri divini occupava la mia mente, indipendentemente da luogo in cui mi trovavo o da ciò che facevo. Questo ininterrotto ricordo di Dio mantenuto con amore e devozione sarebbe d'immenso aiuto per qualunque aspirante nel conseguire la Realizzazione Divina." (Mata Amritanandamayi)

 

 

 

 

Joomla templates by a4joomla