Haidakhan.bmpdevimix.jpggurumix.jpghimalaya.jpglogo.pngsunset1.jpgsunset2.jpg

Parole di Babaji


DISCORSI DI SHRI BABAJI  1970 - 1984

(HAIRAKHAN BABA)

E TESTIMONIANZE

 

PREFAZIONE

La coscienza umana è in continua espansione e in ogni luogo della Terra ci sono ora uomini e donne che inconsciamente fissano, nell'illusoria realtà tridimensionale, quei nuovi valori che gli Avatara portano dalla Realtà Spirituale.

L'espansione della coscienza non avviene sul piano della mente e della materia, ma soltanto sul piano di quella realtà invisibile, divina, su cui si basa il nostro vivere, anche se spesso l'ignoriamo. Ogni Avatara porta il messaggio adatto al particolare momento e luogo. Nel passato Essi operavano in luoghi isolati, che diventavano poi centri luminosi d'attrazione per le anime pronte. Ora, alle soglie del terzo millennio, ora che l'umanità è vicina alla Grande Rivoluzione che porterà la coscienza umana a percepire la Realtà Parallela, l'invisibile Realtà Divina (o Antimateria da cui tutto ha origine) i messaggi degli Avatara fanno velocemente il giro della Terra e stanno coinvolgendo un numero sempre più grande di anime, quel numero necessario affinché la Rivoluzione spirituale possa realizzarsi.

Il messaggio di Babaji di Hairakhan viene da molto lontano nel tempo. Viene ad unire messaggi diversi per avvicinare l'Oriente all'Occidente, affinché più facilmente la nuova umanità possa comprendere il Messaggio del Signore Supremo e percepire la fonte invisibile dell'Energia universale, da cui ha origine ogni nostra espressione mentale e materiale. Il Signore Supremo crea con "il pensare e il vivere" degli uomini e delle cose. Riconoscersi servitori del Signore Supremo è il primo passo per imparare a percepire l'indivisibile Realtà Divina.

I Messaggi contenuti in questo libro vanno meditati a lungo, cercando di purificare la nostra mente dai pregiudizi e dai limiti mentali ed emozionali, per lasciare che questi Messaggi raggiungano il nostro cuore e ci aprano alla visione dell'invisibile Realtà Divina.

Bernardino del Boca

 

 

INTRODUZIONE

 

da "Teachings of Babaji", Hairakhandi Samaj, India

 

 

Nelle colline del Kumaon ai piedi dell'Himalaya in India, il luogo di nascita o la dimora di molti grandi santi del passato e del presente, lì ha vissuto Shri Hairakhan Wale Baba. A coloro che chiedevano chi fosse, Hairakhan Baba a volte rispondeva che Lui è Shiva Mahavatar Babaji, noto a centinaia di migliaia di persone nel mondo attraverso l'Autobiografia di uno Yogi di Paramahansa Yogananda. Un Mahavatar è una manifestazione umana di Dio, non nato da donna.

Shri Babaji (Shri è un titolo di rispetto; Baba è un termine usato per un rinunciante, o un santo o un santo Padre) è apparso nel Giugno 1970 in una grotta sacra da migliaia di anni, ai piedi del Monte Kailash nel Kumaon, sulle rive del fiume Gotama Ganga di fronte ad un remoto villaggio chiamato Hairakhan, nel Distretto di Nainital dello Stato dell'Uttar Pradesh. Egli non aveva genitori o famiglia noti, Egli apparve come un giovane di diciotto anni circa, eppure mostrò grande saggezza e poteri divini fin dall'inizio. Ad alcuni abitanti del villaggio di Hairakhan si manifestò come un uomo vecchio con una lunga barba bianca; ad altri come un giovane; altri come un bel ragazzo. Due uomini Gli hanno parlato contemporaneamente, uno ha visto un uomo vecchio con la barba, l'altro ha visto un giovane senza barba. Egli veniva visto in posti diversi nello stesso tempo. Conosceva le Scritture e poteva citarle sia in Sanscrito sia in Hindi, eppure non c'è nessuna prova che abbia ricevuto un'istruzione. Babaji restò digiuno pressochè completo per mesi, in totale due o tre anni, eppure la Sua energia era senza limiti.

Verso la fine del Settembre 1970, camminò fino alla cima del Monte Kailash con pochi devoti. Seduto in posizione yoga nel piccolo, vecchio tempio che è lì, stette per quarantacinque giorni senza lasciare la Sua postura, meditando per la maggior parte del tempo, qualche volta parlando, preparando e benedicendo frutta e verdura da dare agli altri, e cominciando ad insegnare il messaggio che ha portato al mondo. Centinaia di persone vennero in Ottobre per celebrare la festa religiosa di nove giorni del Novaratri con Lui sulla cima del Monte Kailash.

La Sua venuta è stata predetta sia nelle antiche scritture che nelle parole e nelle profezie di un santo Indiano del ventesimo secolo: Mahendra Baba, o Mahendra Maharaj. Da bambino, Mahendra Baba fu curato da una visione di Babaji e della Madre Divina; poi, nel giorno di uno dei suoi successivi compleanni, egli vide di nuovo Babaji, che gli regalò dei dolci. Da ragazzo, appena finite le scuole superiori, Mahendra Baba incontrò Babaji, in una delle Sue precedenti forme umane; Babaji gli insegnò la conoscenza yogica per sei giorni e sei notti. Quando Babaji lo lasciò, Mahendra Baba non sapeva Chi fosse, nè dove ritrovarLo. Dopo aver preso la laurea in filosofia, Mahendra Baba rinunciò al mondo, e andò in cerca di questo guru, andando a piedi attraverso l'Himalaya in India, Nepal, Tibet e Cina. In seguito passò degli anni nei templi degli Stati Indiani del Gujarat e dell'Uttar Pradesh, e si creò la reputazione di santo. Solo dopo venti anni o più di ricerca e d'attesa egli fu guidato ancora verso le colline del Kumaon, dove Babaji gli apparve di nuovo, in una stanza chiusa in un remoto ashram in montagna.

Dopo questa apparizione di Babaji nel Suo corpo fisico Mahendra Baba, secondo le istruzioni di Babaji stesso, cominciò la missione di preparare il ritorno nel mondo di Babaji in forma umana. Per molti anni egli girò per l'India predicando che Babaji sarebbe tornato per trasformare il mondo cambiando i cuori e le menti degli uomini.

Egli descrisse l'aspetto di Babaji, comprese le ferite sulla gamba destra e sul braccio sinistro; egli affermò che Babaji sarebbe venuto nel 1970. Mahendra Baba restaurò vecchi ashram e templi, ne costruì di nuovi, e preparò il canto di adorazione ora usato dai devoti di Shri Babaji.

Shri Vishnu Datt Shastriji, famoso studioso di Alwar (Rajastan), discepolo di Mahendra Maharaj, con la sua benedizione acquistò un oceano di conoscenza. Egli scrisse un libro su Babaji intitolato "Sada Shiva Chatamrit", che fu ispirato dalla Madre Divina. In questo libro Shastriji descrisse l'ashram di Hairakhan senza averlo mai visto; dieci anni dopo, quando vi si recò, fu sorpreso nel vedere che ogni cosa era perfettamente reale. Shastriji ha scritto anche molti altri libri, e alcuni studenti hanno redatto la tesi di laurea studiando i suoi testi. Shastriji è l'officiante di tutti gli yagya (antiche cerimonie vediche di offerta al fuoco sacro) e delle funzioni sacre che Babaji compieva. Egli è il Saggio: quando Babaji teneva dei discorsi, lui era la Sua voce. Ha seguito Babaji come un'ombra durante gli anni della Sua manifestazione fisica: come lui stesso si è definito, è "l'eterno bambino di Babaji".

Mahendra Maharaj diceva ai suoi seguaci che Shri Babaji è stato una manifestazione di Dio fin dai primi tempi in cui l'uomo imparò la religione. Babaji ha insegnato a guru ed altri insegnanti religiosi nella storia, sempre cercando di portare l'uomo verso Dio e verso valori spirituali. Attraverso le epoche Egli è apparso per insegnare, manifestandosi in un corpo già esistente in ogni Sua apparizione, piuttosto che venire al mondo attraverso una nascita umana. Yogananda scrisse della sua esperienza e di quella di altre persone con questo Babaji immortale nel diciannovesimo e nei primi del ventesimo secolo.

Ci sono libri scritti in Hindi sulle precedenti manifestazioni di Hairakhan Baba, che rimase in India dal 1800 circa al 1922. Intorno all'anno 1800 Egli apparve agli abitanti dei villaggi vicino ad Hairakhan uscendo da una sfera di luce, e nel 1922, davanti ad un gruppetto di seguaci, scomparve in una sfera di luce. Ci sono molti miracoli registrati, come curare la gente, restituire morti alla vita, nutrire moltitudini con piccole quantità di cibo, cambiare la Sua forma, essere in due o più posti contemporaneamente, nutrire il fuoco sacro con acqua quando il ghee (burro chiarificato) non era disponibile. Ma soprattutto, la gente era attratta da Lui perchè Lo sperimentavano come un Essere divino, saggio, pieno d'amore, molto al di sopra del livello umano. Vennero a Lui abitanti dei villaggi di montagna (istruiti o analfabeti), Occidentali, burocrati e soldati Inglesi, l'intellighentia Indiana, ricchi e poveri, gente di tutte le religioni. Ci sono ancora persone ad Hairakhan e dovunque in India che ricordano il "Vecchio Hairakhan Baba" e che hanno sperimentato questa attuale manifestazione come lo stesso Essere.

Ci sono prove di manifestazioni ancora precedenti. Dei monaci Tibetani, venuti da Shri Babaji nel 1972, Lo riconobbero come "Lama Baba" che aveva vissuto in Tibet circa 500 anni prima. Ci sono racconti della Sua apparizione in Nepal, come pure in India e in Tibet. In due o tre occasioni, Babaji disse che Lui era stato uno degli insegnanti di Gesù Cristo.

La maggior parte dei seguaci di Shri Babaji Lo sperimenta e Lo adora come una manifestazione di Dio vera e senza età. I grandi e piccoli miracoli che fa quotidianamente nelle vite dei Suoi seguaci, il Suo leggere e rispondere ai loro pensieri prima che venissero espressi, le Sue cure, la Sua guida, i Suoi insegnamenti, sono ad un livello che va oltre perfino la più avanzata abilità umana. I miracoli esteriori e drammatici erano rari: la maggior parte dei Suoi miracoli avveniva nelle menti, nei cuori e nelle vite dei Suoi devoti - miracoli di comprensione, guida, insegnamento e sostegno quando, come e dove fosse necessario.

Shri Babaji ha detto che l'umanità è in grave pericolo durante il periodo del Kali Yuga - l'Era del materialismo e del declino della vita spirituale. Egli ha predetto distruzioni diffuse e cambiamenti e morte in questo decennio. Egli ha detto che coloro che veramente adorano Dio (in qualsiasi modo l'uomo Lo conosca) e che ripetono il Suo nome e vivono in armonia con l'Universo saranno salvi, e che si formerà una nuova società umanitaria di persone che saranno focalizzate su Dio.

Per focalizzare le menti su Dio, Babaji ha insegnato alla gente a ripetere l'antico mantra OM NAMAH SHIVAYA. È un mantra (parola o frase di grande potere spirituale) Sanscrito completo, fortissimo che ha diversi significati, tra cui "Io prendo rifugio in Dio/Io mi arrendo a Dio". La ripetizione di OM NAMAH SHIVAYA è una via verso l'unità con il Dio Supremo (il nome di Dio usato in questo mantra è il Signore Shiva, una concezione Hindu dell'unico Dio Supremo. Questo mantra è stato usato per millenni ed insegnato da santi e guru in India e in Occidente). La costante ripetizione di un mantra (la ripetizione si chiama japa) focalizza la mente su Dio, apre la propria mente e il proprio cuore a Dio, e ferma o riduce la tendenza innata della mente a pianificare, preoccuparsi costantemente, sognare ad occhi aperti o altrimenti perdere energia in attività realmente inutili.

Lo scopo principale della venuta di Shri Babaji in una manifestazione umana in questo momento è quello di riformare i cuori e le menti degli uomini. Egli è venuto per rimuovere la confusione ed il male dall'umanità. Babaji una volta disse: "La mente può essere purificata solo dalla japa.  Questa è l'unica medicina per le malattie della mente. Se la vostra mente e il vostro cuore sono impuri, come può Dio abitare nel vostro cuore? L'acqua per pulire il vostro cuore è il Nome di Dio. Perciò insegnate a tutti a ripetere il Nome di Dio dovunque."

La mente che generalmente è focalizzata sul Nome di Dio risponde, quando sorge la necessità, spontaneamente nell'adempiere le sue funzioni velocemente, facilmente e bene. Babaji ha enfatizzato OM NAMAH SHIVAYA, ma in alcune occasioni ha dato anche altri mantra: l'essenza delle Sue istruzioni è "Ripetete il Nome di Dio". Shri Babaji disse che quando la grande distruzione arriverà nel mondo, quelli che sinceramente credono ed adorano Dio e specialmente coloro che ripetono il Suo Nome, saranno salvati dal potere del mantra. "I Nomi di Dio sono più potenti di mille bombe atomiche e all'idrogeno."

Sebbene Babaji vivesse in una cultura Hindu e fosse adorato quotidianamente con rituali Hindu, Egli non era attaccato ad alcuna religione particolare. Egli affermava che tutte le religioni possono portare il sincero devoto a Dio. Ad Hairakhan, Shri Babaji è adorato da Hindu, Cristiani, Buddisti, Ebrei, Sikhs, Musulmani - perfino atei si sono ritrovati ad inchinarsi a Lui. Egli spesso ricordava ai Suoi seguaci che tutta l'umanità è una famiglia - la Famiglia di Dio. A quelli che chiedevano della religione, Egli rispondeva: "Seguite la religione che avete nel cuore." Comunque Egli disse molte volte che era venuto a ristabilire i principi del Sanatan Dharma, la Religione Eterna, che è senza età e in cui tutte le religioni affondano le loro radici.

Anche prima della Sua riapparizione nel 1970, Babaji insegnò a Mahendra Maharaj a predicare che tutti i devoti di Dio dovrebbero vivere una vita basata sui principi di Verità, Semplicità, e Amore. Questa, Egli disse, è l'essenza di tutte le religioni. È molto difficile nutrire odio, rancore, rabbia, lussuria, gelosia ed egoismo e la violenza che tutto questo genera quando una persona cerca davvero di vivere in verità, semplicità, e amore con tutti.

A quelli che andavano ad incontrarLo Egli diceva e ripeteva che il Karma Yoga - il lavoro disinteressato - dedicato a Dio è il migliore, il più semplice, il più remunerativo e rapido modo di arrivare a Dio in questa caotica, confusa era di cambiamento. Nel Suo ashram a Hairakhan il lavoro al mattino e al pomeriggio è una parte vitale del programma della giornata. C'è il tempo della meditazione la mattina presto, dopo il bagno al fiume, ma Babaji insisteva sull'importanza di parecchie ore di karma yoga ogni giorno, e in queste ore bisogna lavorare con la costante ripetizione del mantra.

"Seguire e dimostrare la via di Verità, Semplicità e Amore è il supremo dovere dell'uomo e lo Yoga più alto. Il lavoro diligente è una qualità di questa Via, perchè la pigrizia è la morte sulla terra. Solo con il lavoro l'uomo può cantare vittoria sul karma (la legge universale di causa ed effetto). Tutti devono sforzarsi di compiere il proprio dovere nel miglior modo possibile e di non evitarlo. Il servizio all'umanità è il primo dovere. Durante questo periodo, la disumanità e la pigrizia sono aumentate, così è importante che lavoriate sodo e che non vi perdiate d'animo. Siate coraggiosi, siate industriosi: lavorate duro ed abbiate coraggio."

Sebbene Babaji abbia chiamato a Sé molti Occidentali con sogni, visioni, opuscoli o semplicemente tramite racconti di amici su di Lui, Egli non ha mai cercato di stabilire un grande seguito personale. Il Suo piccolo ashram, su per la riva ventosa di un fiume quattro miglia lontano dalla fine della più vicina strada di campagna, non avrebbe potuto accogliere le migliaia di persone che sono arrivate da altri santi o guru. Ma, sebbene Egli non avesse dato una chiamata generale perchè la gente andasse a vederLo, Egli ha voluto che tutto il mondo ascoltasse il Suo messaggio.

Shri Babaji non ha mai richiesto che la gente Lo vedesse o Lo adorasse come una manifestazione di Dio per andare da Lui ed esserne beneficiata. Egli stesso ha detto della Sua forma umana: "Questo corpo non è niente, esso è qui solo per servire la gente."

Shri Babaji ha lasciato il Suo corpo mortale il giorno di San Valentino - il 14 Febbraio 1984. Nei primi tempi della Sua missione Egli aveva detto a due o tre devoti che avrebbe lasciato il corpo nel 1984. Prima di venire, Egli disse a Mahendra Maharaj che sarebbe venuto per dare un messaggio all'umanità. È venuto, ha vissuto il Suo messaggio, ha predicato il Suo messaggio; il Suo messaggio è stato pubblicato; e avendo completato la Sua missione, Se ne è andato.

Ora Shri Babaji continua la Sua opera non solo dal mondo invisibile attraverso il cuore e la mente degli uomini, ma anche sul piano fisico attraverso la Presenza e l'infinito amore di Shri Muniraji Maharaji, che Egli stesso ha indicato quale guida spirituale e punto di riferimento soprattutto per gli Occidentali quando era ancora nella Sua manifestazione fisica, insegnando a venerarLo come un'incarnazione Divina. Una volta, commentando il fatto che Shri Muniraji era stato invitato a partecipare ad una conferenza spirituale in Austria alla quale avrebbe partecipato anche il Dalai Lama, Shri Babaji disse: "Muniraji può partecipare. Il Dalai Lama non è più grande di Muniraji. Muniraji è l'incarnazione di Guru Dattatreya*. Egli è uno Yogi e spiritualmente è molto, molto alto. Diffondete ovunque questo messaggio tra la gente. Presto si terrà un meeting mondiale qui. La data non è stata ancora fissata, ma verrà presto."(Hairakhan, 19 Luglio 1983).

 

* Dattatreya - il dono di Dio ad Atri: una incarnazione divina di Brahma, Vishnu e Shiva in un solo corpo, nei tempi antichi. Dattatreya fu un grande guru e l'autore di molte sacre scritture, tra cui l'Avadhuta Gita. I Suoi insegnamenti sono inclusi nello Shrimad Bhagavatam.

 

 

ANNI 1970-1979

 

1.

LA TESTIMONIANZA DI CHANDRAMANI

Babaji riappare nella grotta di Hairakhan

 

Una notte nel giugno 1970, verso le 3, mio padre, morto da 25 anni, mi apparve in sogno annunciandomi che Shri Shri 1008 Hairakhan Baba era ricomparso nella forma fisica di un giovane che stava nella grotta di Hairakhan. Mio padre mi esortava ad andare nella grotta per ricevere il darshan 1di Babaji che era Baba Hairakhan al di là di ogni dubbio. Mi disse anche di ignorare le eventuali critiche di altre persone, chiunque queste fossero, e di non lasciarLo mai. Mi alzai e andai alla grotta che mi era stata indicata nel sogno; mentre camminavo mi accorsi che erano solo le quattro di mattina.

Nella grotta trovai un venerabile vecchio che stava seduto alla luce di una piccola lampada ad olio; aveva una lunga barba bianca, ed era coperto da una stoffa bianca. Quando mi vide disse: "Figlio mio, devi tornare subito a casa e venire qui solo fra tre giorni". Andai a casa, ma ritornai immediatamente alla grotta con una coppa di latte. Entrando nella grotta fui sorpreso nel vedere che, al posto del venerando vecchio c'era un giovane, seduto allo stesso posto, con capelli lunghi, una lunga barba e grandi baffi; sembrava avere solo venti o ventidue anni. Bevve un po' del latte che avevo portato e mi chiese di non dire a nessuno quello che avevo visto. Mi recai nella grotta i due giorni seguenti, ma non Lo vidi. Il terzo giorno Lo incontrai nel tempio situato dalla parte opposta del fiume, su una piccola altura.Egli abitò vicino a questo tempio per 15 giorni e poi andò sul monte Kailash, dove rimase seduto nella stessa asana-yoga2 per 45 giorni di seguito.

Rimasi con Lui tutto quel tempo e non Lo vidi mai alzarsi per prendere qualcosa, e neanche per lavarsi; Egli rimase sempre seduto nello stesso posto, assolutamente immobile, dimostrando una assoluta padronanza dello yoga.3

Quando finalmente uscì dalla meditazione, Gli chiesi come avrebbe fatto il bagno, poiché non c'era acqua da nessuna parte. Mi rispose: "Ordino al vento di portarmi l'acqua, e così mi lavo". Notai allora che i Suoi adorabili lunghi capelli erano inzuppati d'acqua e che il Suo corpo divino era completamente bagnato.

Una mattina, verso le 3, avevo una sete terribile: lo dissi a Prabhu  ed Egli mi rispose che non c'era acqua per circa due miglia tutt'intorno, e che non era possibile avere dell'acqua a quell'ora. La sete era tale che mi misi persino a piangere; quasi Lo sfidai, dicendo che poiché Egli era l'incarnazione divina del Signore, poteva sicuramente produrre dell'acqua. In seguito alla mia insistenza, Egli mi prese amorevolmente per mano e mi condusse verso lo Shivalingam situato lì vicino.

Avevamo appena fatto due passi quando due fiotti, uno d'acqua, e uno di latte incominciarono a scorrere dai due lati del lingam.Il flusso dell'acqua era tale che sia il Signore che io potemmo bagnarci confortevolmente. Da allora non ho mai più visto acqua o latte scorrere da quel lingam. Quando chiesi a Babaji riguardo a questo fatto, Egli mi disse: "Quel giorno tu eri così assetato che Dio non potè fare altro che produrre acqua, ma questo non succederà mai più qui".

Un giorno mentre ero di nuovo con Lui sul monte Kailash, il Signore mi disse: "Chandramani, oggi verrà qui un leone; non aver paura". Aveva appena finito di parlare, quando apparve improvvisamente un leone che si avvicinò come un cane si avvicina al padrone, scodinzolando e poi piegando tutte le zampe come per prostrarsi ai Suoi piedi. Poi il Signore schioccò le dita e il leone scomparve d'improvviso, così come era venuto. Ebbi l'occasione di vedere altre due volte questo leone alla grotta e ogni volta si comportava nello stesso modo: pareva un cagnolino domestico.

Un altro giorno il mio Signore disse, con lo stesso tono della volta precedente: "Verrà un grande cobra. Non aver paura". Mi avvicinai a Lui il più possibile e, appena ebbe finito di parlare, un enorme cobra lungo 6 piedi, di un colore chiaro, dorato, si avvicinò strisciando e si arrotolò attorno al Suo corpo, allargando la sua testa dorata sopra la testa di Babaji, dove rimase così eretto per 20 o 25 minuti. Poi scivolò giù e se ne andò passando sulle mie ginocchia.

Dopo essere rimasto seduto per 45 giorni sul monte Kailash, Babaji si alzò e mi disse: "Non voglio più andare a Hairakhan. Ora vado verso l' Himalaya". Cominciai a supplicarLo: "Se mi lasci, allora perché mi hai chiamato? Non ti lascerò andare". Babaji cercò di spiegarmi usando parole dolci ma ferme, ma non Gli prestavo attenzione, convinto che il mio adorato Signore dovesse restare con me. Allora Babaji cominciò a scendere dalla montagna in direzione di Hairakhan. Là giunti trovammo riunite molte persone per un grande bhandara. 

In quell'occasione Babaji mi chiese di preparare ogni giorno 4 libbre6 di prasad 7 da distribuire alla gente. Preparavo regolarmente il prasad nella quantità indicatami da Babaji, e straordinariamente era sempre sufficiente, che ci fossero 10 o 100 persone: non era mai né troppo, né troppo poco.

Rimasi tre mesi con Babaji senza mai tornare a casa. I primi giorni dormivo nella grotta, vicino a Lui: dividevamo la stessa coperta, Babaji mi metteva a dormire come una madre fa col suo bambino.

Durante i 45 giorni passati sul monte Kailash e i tre mesi successivi nella grotta di Hairakhan, Babaji non ha mai mangiato né bevuto nulla.e così feci anch'io. Ogni volta che mi allontanavo dalla grotta e attraversavo il fiume Gotama Ganga, che scorreva a qualche metro di distanza, sentivo una gran fame, ma appena riattraversavo l'acqua per tornare alla grotta, mi sentivo come se avessi mangiato un pasto completo.

Quando Babaji si sedeva nella grotta a meditare, una luce molto intensa emanava dal tempio, situato a mezza costa sull'altro lato del fiume, e cadeva sul Signore. Diversi abitanti del villaggio di Hairakhan, tutt'ora viventi, possono confermare questi fatti.

Dopo tre mesi tornai a casa, anche perchè la mia famiglia cominciava a lamentarsi che ero diventato uno yogi. Fra le altre cose, raccontai a mia madre questo fatto, per chiedere a lei conferma.. La prima volta che avevo incontrato Babaji nella grotta, Egli si era rivolto a me chiamandomi per nome. Con sorpresa Gli avevo chiesto come potesse conoscere il mio nome.

"Chandramani, tuo padre è stato un mio grande devoto; ma in quel periodo tu non eri ancora nato...". Babaji descrisse poi come era la mia casa, il tipo di raccolto e quali erano gli alberi, che stavano nel campo di mio padre, al tempo in cui egli era ancora vivo. Mia madre confermò ogni cosa,  fin nel più piccolo dettaglio. È ancora viva oggi, e può testimoniare la verità di questo fatto in qualsiasi momento.

 

In seguito rimasi spesso vicino a Babaji. Una volta Lo accompagnai al monte Siddheshvar, a tre miglia circa da Hairakhan. Passammo la notte sulla montagna: Babaji si sedette in meditazione e io rimasi accanto a Lui. Durante il Suo stato di samadhi18 una bellissima luce divina emanò dal Suo corpo, meravigliandomi profondamente.

Nel dicembre 1970, durante le fredde notti invernali, Babaji era solito fare il bagno nel fiume alle 4 di mattina e rimanere nell'acqua per un'ora. Quando mi sedevo vicino a Lui sul bordo del fiume vedevo sempre un raggio di luce divina sull'acqua.

Nel gennaio 1971, Shri Sher Singh, guardia forestale di professione, organizzò un'intera notte di canti e recitazione del 'Ramayana'9. Si radunarono circa 700 persone. Quella notte piovve intensamente, ma, con meraviglia di tutti, non una sola persona patì il freddo o il disagio, e neanche il fuoco sacro venne spento dalla pioggia.

° Chandramani, Hairakhan P.O. Okhaldunga, Nainatal, U.P.

 

 

2.

IL TEMPIO INTERNAZIONALE DI HAIRAKHAN

Questo Tempio è per tutti

Questo Tempio è per tutti10. Non soltanto le persone qui riunite visiteranno questo Tempio, ma anche persone da tutto il mondo. Il solo venire qui ed offrire preghiere equivale a compiere severe austerità e meditazione. Finora più di 200.000.000 anime hanno acquistato la salvezza in questo posto. Questo luogo è ai piedi del Monte Kailash, che al tempo della creazione era la residenza del Signore Shiva11. Man mano che i ghiacciai si ritiravano, quest'area cominciò a diventare accessibile e così il Signore Shiva trasferì la sua residenza verso nord in Tibet sul monte Kailash12. Il lingam che si è formato in questo luogo, e attorno al quale è stato costruito il tempio, è il sacro Kedarnath, e tutti voi nel mondo dovete adorarlo. Questo posto molto sacro perse gradualmente la sua importanza; ma ora che la giustizia e la verità si stanno ristabilendo, anche questo posto riprenderà la sua importanza e il suo splendore; qui verranno costruiti altri bellissimi templi. Tutti devono venire qui a fare kirtan13 e bhajan14 poiché questo tempio rimarrà aperto 24 ore.

Sommario di un discorso fatto da Babaji. Hairakhan 19 aprile 1977

 

 

3.

NOTIZIA DA KALKAPUR

La terra chiede sangue

Babaji si rivolse ad alcuni devoti e disse:

"La grande pietra tonda nel giardino di Hairakhan Vishva Mahadham - luogo di meditazione originale di Shiva- è costantemente sorvegliata da 52 bhairava (guardie terrificanti di Shiva), 54 kalua (attendenti di Kali15), 64 yoghini, 80 asura (demoni) e 52 vir (uomini di coraggio).

Quest'anno niente succederà, dal prossimo anno invece i 52 bhairava cominceranno la loro danza insieme ai gana (guerrieri di Shiva guidati da suo figlio Ganesh), perché la terra chiede sangue. Questa notizia viene da Kalkapur, regno di Yama, il re della morte.

La guerra comincerà dalla Cina e si diffonderà in USA".

Poi Babaji andò a sedersi sul muretto vicino all'entrata del suo kutir (stanza).

"Con la conoscenza romperò le barriere dell'ignoranza del vostro cuore e vi preparerò. Voi pensate che Babaji andrà in Italia, Roma, Bombay, Calcutta e terrà discorsi. Vi sbagliate: Babaji farà ogni cosa da qui. Vi preparerò con la conoscenza e riempirò i vostri cuori di comprensione e compassione".

Parole di Babaji. Hairakhan, 12 maggio 1977.

 

 

4.

KALI YUGA

Gli insegnamenti dei Santi sono aperti a tutto il genere umano

Babaji ha predetto che giorni molto brutti stanno per arrivare: il mondo sarà colpito da devastazioni e calamità al di là della conoscenza umana. Tutti i mezzi di trasporto, automobili, ferrovie, navi e aerei verranno distrutti. L'elettricità scomparirà dalla maggioranza dei luoghi e chi sopravviverà vedrà una luce alla distanza di 250 km.

Per affrontare questa calamità Babaji esorta tutti a cantare costantemente il mantra sacro Om Namah Shivay o il proprio mantra.

Il mondo sta attraversando ora il Kali Yuga (epoca di oscurità spirituale). Molti grandi santi come Acharya Tulsi Das e altri, da tempo hanno istruito i loro discepoli a cantare costantemente il santo mantra per sfuggire al male del Kali Yuga. Hanno indicato il Nam Jap (la ripetizione del Nome) come la più sicura e facile via per salvarsi dall'ignoranza. Gli uomini di Dio appaiono secondo le necessità e quando la situazione lo richiede; attualmente ci sono molte incarnazioni divine nel mondo.

In questo contesto Babaji fece riferimento all'esistenza dell'Arya Samaji in India: durante il dominio degli inglesi, in India si sentì il bisogno di un'istituzione religiosa per l'educazione delle masse e così venne fondata l'Arya Samaji.

Ogni santo ha il proprio metodo di insegnamento, adatto ai suoi devoti, alla gente del luogo in cui egli si incarna. Secondo Babaji tutte le religioni conducono alla stessa meta, per questo bisogna rispettare i Santi e gli Insegnanti di tutte le religioni e seguire i loro insegnamenti.

Così come il sole e la luna o il cielo esistono non solo per la gente di una particolare razza o religione, così gli insegnamenti dei Santi sono aperti a tutto il genere umano. Quale insegnamento si preferisce seguire dipende solo da una scelta personale.

Sommario di un discorso fatto da Babaji. Senza data e riferimenti

 

 

 

5.

Conversazione fra Babaji e Urmila Neff (tratta dallo "Yoga Journal")

IL KRIYA YOGA

Oggi il Kriya Yoga è ripetere il nome di Dio

 

"Nel libro 'Autobiografia di uno Yogi' sta scritto che ripetere il Tuo nome con devozione attira la Tua benedizione. È vero?"

"Certamente"

"Molti dei devoti occidentali a cui ho parlato, hanno letto quella parte del libro, hanno ripetuto il Tuo nome e poi sono arrivati al Tuo ashram. È questa in parte la ragione per cui sono venuti qui? Ripetere il Tuo nome così, attira verso di Te?"

"Certamente. Avviene a causa del potere."

"Hai uno speciale messaggio per i devoti di Yogananda e per chi pratica il Kriya Yoga in America?"

"Nessun messaggio. Tutti stanno facendo Kriya. Tutti coloro che sono qui stanno facendo Kriya."

"Cos'è il Kriya ora?"

"Ab nam jap (trad. 'Adesso è ripetere il nome di Dio').

"Si racconta che Tu abbia detto che ogni cosa che Ti riguarda in 'Autobiografia di uno Yogi' è vera eccetto la parte su Tua sorella, che non hai sorella? È vera questa cosa che ho udito?"

"È senza importanza. Solamente il 10% è verità, il 90% è falso."

"Devo scrivere questo?" (chiesi al traduttore).

"Devi" rispose il traduttore. Babaji confermò.

"Qual'è il Tuo messaggio agli americani?"

"Lo stesso che per tutta l'umanità: seguire i principi di verità, semplicità e amore."

"Verità ha un significato più che dire il vero?"

"Verità ha molti significati".

Babaji chiamò Shastriji per rispondere alla domanda. "Dio ha posto Satya, la verità, sopra tutto. I Veda e altre antiche scritture descrivono Dio come manifestazioni di verità eterna. La verità crea successo poiché chi usa parole veritiere e vive secondo principi di verità ha successo in qualsiasi cosa faccia. Questo succede perché la verità richiama la forza di volontà. Una persona che ha un problema, per esempio, ma che vive in verità e dice il vero, avrà automaticamente la forza di volontà per vincere quel problema. Dunque la verità, accompagnata dalla forza di volontà è il primo principio della formula di Babaji".

 

"Semplicità significa vivere vicino alla terra con pochi possessi?"

"Significa non avere attaccamento e egoismo".

"Amore significa amare gli altri e amare Dio?"

"Amare gli altri è amare Dio".

"Cosa significa Om Namah Shivay?"

Babaji chiamò di nuovo Shastriji che disse: "È un 'mahamantra', grande mantra, una versione più breve e più potente del mantra centrale dei quattro Veda. È un 'bij' mantra, mantra 'semÈ. Più un oggetto è piccolo e concentrato, più è potente. Un seme contiene tutto il potere necessario alla creazione di una grande foresta ed è perciò, in proporzione, molto più potente dell'albero. Così avviene per Om Namah Shivay: è il 'bij', il seme della versione più lunga e quindi un mantra molto potente. È anche simbolico, sia nel suono che nel modo in cui è scritto. 'Om' contiene i suoni e i simboli dei tre aspetti di Dio: Brahma, Vishnu e Shiva e anche della Dea Madre e del principio Assoluto che pervade tutta l'esistenza. 'Namah Shivay' simboleggia i cinque principi che compongono tutta la creazione: acqua, aria, terra, fuoco e etere. 'Om Namah Shivay' fu il primo suono che Dio pronunciò, da quel primo verbo si manifestò tutta la creazione".

 

"Ho sentito dire che, secondo una lettura fatta dai Profeti del Libro di Brighu, in questo periodo Shiva si manifesta in tre modi diversi: Shiva e Shakti in Sai Baba, Shiva solo in un sadhu e Shiva Nataraja (l'aspetto distruttivo) in Te. È vero?"

"Hai udito quello che hai udito. Credi a quello che sai nel cuore".

"Sembra una tale contraddizione che l'aspetto di Dio venuto per distruggere irradi tanto amore e gentilezza. Ma questa distruzione non è forse, nella sua essenza, un atto d'amore verso la terra?"

"Tante persone in questo mondo sono molto infide. È nel migliore interesse del mondo rimuovere queste persone. La distruzione, in certa misura, è necessaria. È il più grande interesse dell'umanità e di tutto il mondo".

"In America ci sono Tuoi devoti da vite precedenti che vuoi trovare?"

"Si".

"Quando qualcuno sente il desiderio di vederTi, il desiderio di essere con Te, significa forse che questa persona era Tuo devoto nelle vite passate?"

"Si".

"Vuoi benedirli, proteggerli e radunarli prima che venga la distruzione?"

"Si, saranno protetti".

Hairakhan, estate 1978

 

 

6.

LA DISTRUZIONE

Chi prega Dio non sarà toccato

 

Il cambiamento del presente, che è pieno di disordine, avverrà attraverso una sanguinosa Rivoluzione. La Pace tornerà solo dopo che la Rivoluzione avrà raggiunto il suo zenith. La conseguenza di questa Rivoluzione, sarà che nessuna nazione verrà risparmiata, piccola o grande. Alcuni paesi saranno totalmente distrutti senza lasciare traccia della loro esistenza. In alcuni le persone saranno risparmiate e sopravviverà dal 3-5% fino ad un massimo del 25%. La distruzione avverrà con terremoti, inondazioni, incidenti, scontri e guerre. Gli elementi distruttivi che erano stati tenuti sotto controllo da Babaji sono stati lasciati liberi. Chi prega Dio non sarà toccato.

Parole di Babaji. Hairakhan, 26 luglio 1979

 

 

7.

I LEADER DEL MONDO

 

Nuovi leader prenderanno il posto dei leader corrotti

Come introduzione Babaji predisse che la Rivoluzione sarà totale: avverrà da un capo all'altro del mondo.

La Rivoluzione è iniziata il 27-7-1979 e aumenterà nel tempo fino a raggiungere il culmine. Non sarà confinata a nessun particolare Paese, il mondo intero ne sarà coinvolto, tutti i paesi, sia piccoli che grandi. La gente oggi è piena di sofferenza e infelicità. Sofferenze e infelicità non si limitano ai poveri, ma toccano anche i ricchi. Tutti soffrono per le difficoltà, la sofferenza e l'infelicità.

I leader di tutti i paesi sono occupati a salvaguardare la propria posizione e ignorano totalmente i bisogni e gli interessi del loro popolo. Questi leader stanno conducendo in errore la gente. C'è completa insicurezza. Non c'è sicurezza per la persona o la proprietà. Si stanno addestrando e preparando nuovi leader per prendere il posto dei leader corrotti, essi ristabiliranno il giusto e appropriato ordine e porteranno la pace.

Nel presente influenze demoniache hanno sopraffatto l'uomo. L'uomo combatterà e divorerà l'uomo e si distruggeranno gli uni con gli altri. Prima sarà la distruzione e poi prevarrà la pace. Alcuni Paesi verranno completamente distrutti.

La preghiera sarà l'unica salvezza. Dimenticate passato e futuro, abolite ogni pensiero, pregate con totale concentrazione della mente e del cuore e abbiate fede totale in Dio. Cantate il mantra "Om Namah Shivay" e potrete sfidare la morte. Non pensate alla vita o alla morte. Nessuna influenza negativa verrà mai vicino a voi se pregate con purezza e cuore e con tutta la fede e la concentrazione.

Parole di Babaji. Hairakhan, 28 luglio 1979

 

 

8.

IL KARMA YOGA È LO YOGA SUPREMO

Yoga è essere coraggiosi

 

Domani dovete andare al lavoro molto presto. Il più presto possibile. Prima delle 9 dovete aver riempito la cisterna dell'acqua per la cucina e dovete andare dal lato della grotta per il lavoro. Dovete mostrare alcune delle vostre notevoli capacità, qualcosa del meraviglioso lavoro che fate. Siete venuti da così lontano che dovete mostrare alcune delle vostre capacità. Il lavoro che fate qui non è lavoro ordinario: vi seguirà ovunque andiate. Persino quando lascerete il corpo per andare nell'altro mondo questo lavoro vi seguirà e vi porterà beneficio. I giardini che qui create ed i semi che qui piantate li avrete anche nell'altro mondo. Questo è un lavoro spirituale, non materiale. Non è né il mio né il vostro lavoro, ma dell'intero universo, dell'intero cosmo. Capite? Più tempo dedicherete a questo lavoro e migliore sarà il vostro futuro. Più tempo ed energia dedicate ad esso e più benefici raccoglierete; la vostra salute migliorerà, la digestione sarà buona, dormirete bene e la vostra mente sarà purificata. Molti yogi praticano molti tipi di yoga, come ad esempio l'Hatha-yoga per purificare la mente; tutto questo si può ottenere lavorando. Non avete bisogno di nessun altro yoga: questo è lo yoga più alto. Capite tutti quello che Babaji sta dicendo?

Non ci sono difficoltà. Molta gente arriverà da tutto il mondo. Non preoccupatevi di niente. Siate come la formica, che è così piccola e nonostante ciò porta un grande carico. Non dovete deprimervi e scoraggiarvi. Se voi volete potete far saltare questa montagna. Non scoraggiatevi per un lavoro così piccolo. Quando vi deprimete, quando vi scoraggiate, questa è la morte. Non perdete coraggio. Se volete potete far saltare la montagna. Yoga è essere coraggiosi. Essere depressi e scoraggiati non è yoga. Dovete capire ciò che dice Bhole Baba. Ci saranno anche guerre. Dobbiamo essere preparati ad ogni cosa in ogni momento. Dobbiamo esercitarci ad ogni tipo di lavoro. Capite?

Qui almeno potete bere acqua con amore. Questo non potete farlo in altri posti. Quando la guerra scoppierà l'acqua mancherà ovunque. Scendendo verso Haldwani la gente ha germi e vermi nello stomaco perché l'acqua non è pulita. Quest'aria pura e questa santa acqua sono senza tasse e sono buone per la vostra salute. Quando porterò il nuovo Regno, ogni cosa sarà gratuita. Ora persino l'aria costa: ci sono condizionatori d'acqua, stufe ed ogni tipo di apparecchi elettrici per l'uso materiale. Tutti costano soldi, non li avete gratuitamente. Ci sono pure tasse per l'acqua. Ma non metterò tasse per queste cose, voi le avrete liberamente: pura santa acqua e pura luce. Quando il nuovo Regno verrà avrete molte agevolazioni che saranno tutte esenti da tasse. Anche viaggiare sarà gratuito. Tutti voi avrete un visto per venire qui solamente. Gente di ogni parte del mondo sarà ammessa all'ostello permanentemente per meditare nell'ashram. Sarà il posto più sacro per fare meditazione. Capite? Ogni cosa sarà gratuita: nessuna spesa per l'acqua, l'aria, il cibo, il viaggiare. Non ci saranno tasse, ogni cosa gratuita!

Parole di Babaji. Hairakhan, 14 marzo 1980

 

 

9.

LA LIBERTA'

Dobbiamo accantonare gelosie e invidie, poiché sono dannose

Babaji parlò in generale di unità, uguaglianza, unione.

 

Siamo tutti uguali, nonostante il Paese da cui proveniamo, e tali differenze di nazionalità devono essere ignorate. Noi tutti siamo una unità. Dobbiamo accantonare gelosie e invidie, poiché sono dannose. Tutti noi siamo uno con Dio.

Vi chiederete come si possa fare ogni cosa. Dio è sempre stato Uno: ci fu soltanto un Cristo, un Buddha, un Maometto, ecc.. Così come una bomba è distruttiva, allo stesso modo è creativo il nome di Dio.

(Riferendosi al temporale che era al suo massimo quando parlava). Nulla mi tocca e anche voi dovete rimanere calmi al tempo della catastrofe. Dovete concentrarvi su OM NAMAH SHIVAY. Con questo mantra potete vincere tutto perché è più forte di qualsiasi bomba.

Babaji invitò Shastriji a parlare. Shastriji consigliò a tutti di meditare sul mantra OM NAMAH SHIVAY. Il mantra è formato da cinque sillabe che rappresentano i cinque elementi e Om rappresenta Brahman. Meditate sui 7 chakra, i centri di energia nel corpo sottile, e apriteli. Babaji parlò della libertà di cui parlano e promettono i politici e poi disse:

"La loro non è libertà. Se lavorate e siete degni, vi mostrerò una grande libertà, una libertà che non avete mai neanche sognato".

Parole di Babaji. Hairakhan, 3 aprile 1980, presso i nuovi templi.

 

 

10.

SPOSTARE LA MONTAGNA

 

Una benedizione per voi e i vostri bambini

Grazie per il lavoro, l'amore e il senso del dovere che avete dimostrato nello spostare la montagna. Questa è una benedizione per voi e i vostri bambini. Quando i vostri bambini verranno qui, cosa che spero, quello che avete fatto qui sarà di beneficio per loro.

Parole di Babaji. Hairakhan, 4 aprile 1980, dopo l'Arti della sera.

 

 

11.

LA STRADA VERSO DIO

Non siate turbati dalla montagna che cade

 

Se voi siete in pace, Io sono in pace. Se siete turbati, Io sono turbato. Se avete dei problemi, Io ho dei problemi. Ci saranno sempre colline e montagne sulla strada verso Dio. Non siate turbati dalla montagna che cade. È compito della montagna il cadere, ed è dovere del soldato di spostare la montagna. Cercate l'armonia in ogni cosa che fate. Io sono armonia. Grazie per il vostro amore.

Parole di Babaji. Hairakhan, 12 aprile 1980, dopo l'Arti della sera.

 

 

12.

L'UNITÀ OLTRE LA DIVISIONE

 

Costruirò un pozzo dove il leone e la capra potranno bere insieme

Sono venuto per aiutarvi a realizzare l'unità oltre la divisione. Non parlo di quel tipo di unità di cui parlano i partiti politici. Parlo di un'unità mai raggiunta finora, un'unità che otterremo per mezzo della mutua comprensione, senza bombe, fucili o forza. Tutti dovete cercare quell'unità. Costruirò un pozzo dove il leone e la capra potranno bere insieme. Quello che voglio per voi tutti è l'unità e la coscienza che siamo tutti Uno e lo stesso. Ciò che ha tenuto insieme questo incontro è l'energia che voi avete messo per spostare la montagna.

Parole di Babaji. Hairakhan, 18 aprile 1980

 

 

13.

KRISHNA E LA LOCUSTA

Il mantra è ancora l'unica via

 

Sono felice che tutti voi siate sulla via della religione. Sono incoraggiato. Nelle epoche passate, in alcune parti d'Europa c'era una sincera adorazione del fuoco. Ora più della metà della gente è orientata verso la distruzione. Una volta (ai tempi del Mahabharata), tutte le risorse del regno di Ravana furono usate per la creazione di una bomba più grande e potente di quella attuale. Allora le forze positive e creative si unirono, e crearono qualcosa di ancora più potente di quell'enorme bomba distruttiva; il mantra è ancora l'unica via, coloro che utilizzano il mantra sopravvivranno. Per esempio, quando il Signore Krishna era sul campo di battaglia e ogni cosa era in fiamme, una locusta giunse fino ai Suoi piedi per pregare. Krishna posò il Suo elmo sopra la locusta. Sul campo di battaglia ogni cosa venne bruciata e distrutta, eccetto il piccolo animale, che sopravvisse sotto l'elmo di Krishna.

Secondo esempio: durante la macina tutto il grano viene macinato, come le persone nel processo distruttivo. Tuttavia, alcuni chicchi sfuggono alla macina, poiché, essendo vicini al nucleo centrale, cadono lontano dalla ruota. Sono felice che voi siate qui. Non dovreste sprecare il vostro tempo quando siete qui. Abbiate fede.

Parole di Babaji. Hairakhan, 20 aprile 1980

 

 

14.

I MALATI

 

È dovere morale e spirituale di chiunque stia nell'ashram, di prendersi cura delle persone malate con le quali si condivide la stanza.

Parole di Babaji. Hairakhan, 24 aprile 1980

 

 

15.

AMERICA

 

Negli Stati Uniti la gente è morta, non ha coraggio

Conversazione tra Shri Babaji e Koos Mu Singh (Geer)

"Sono felice di vederti, da dove vieni?"

"Dagli Stati Uniti."

"Quali notizie ci sono dall'America?"

"Problemi con l'Iran e l'Afghanistan."

"Volevo parlare di questo oggi. Il problema della gente in America è che sono morti. Hanno mostrato debolezza nell'azione contro l'Iran. Sono stati troppo lenti. Hanno paura di morire. Hanno paura di essere coraggiosi. La luce negli Stati Uniti se n'è andata con la morte di John F. Kennedy. Adesso stanno dietro al fratello. Se venisse ucciso potrebbe scoppiare la guerra civile in America. Essere un capo significa essere in pericolo; cercano di sostituirlo o deporlo."

( Geer commenta)

Tu passerai attraverso le calamità; sei venuto. Negli Stati Uniti la gente è morta, non ha coraggio."

"Il problema degli Stati Uniti è che non abbiamo una guida spirituale. I capi spirituali che ci sono stati hanno sempre detto: 'Siate deboli, non affrontate niente.' Tu dovresti venire in America per dare alla gente forza e coraggio e fare emergere dei buoni capi."

"Non c'è niente più che io possa fare. Non ho l'organizzazione."

"Abbiamo ogni cosa: soldi, tecnologie e brave persone, ma nessuna guida spirituale.

" Cosa posso fare ora? È troppo tardi. Non ci andrò. Sarebbe inutile andare negli Stati Uniti, non ascolterebbero. Coloro che ascoltano verranno qui."

(Geer commenta e ripete la sua richiesta).

"Tu sarai sempre per l'America e sopravviverai. L'America finirà ed io finirò."

"Vuoi dire che la Tua forma fisica ci lascerà?"

(Babaji non risponde alla domanda sul Suo andarsene col corpo; anche se ripetuta varie volte)

"Ora è nelle mani dei giovani. Io ho dato tutto. Che cosa si può fare ancora?"

Hairakhan, 2 giugno 1980

 

 

16.

L'ASHRAM DI BABAJI

 

Chiunque viene all'ashram, viene con la Mia benedizione

Chiunque viene nell'ashram deve preservare la proprietà dell'ashram. Non lasciate niente in giro; prendetevi cura di ogni cosa e preservatela. Chiunque venga all'ashram fa parte dell'ashram. Vengono con la Mia benedizione. Se qualcuno è malato prendetene cura. Tutti devono preservare, mantenere e abbellire l'ashram. Questo è il vostro compito maggiore.

Parole di Babaji. Hairakhan, 25 giugno 1980, dopo l'Arti serale

 

 

17.

Domande e risposte con Shri Shastriji

 

PER MANTENERE LA MENTE CHIARA

Il miglior modo è cantare OM NAMAH SHIVAY

"Come andare oltre la mente e l'ego?"

"La mente è sempre piena di pensieri. Per mantenere la mente chiara e concentrata è necessario canalizzare l'energia e i pensieri della mente, così l'illusione sparirà. Una volta Somvari Baba chiese a Hairakhan Baba quale fosse il miglior modo per canalizzare i pensieri. Babaji rispose: 'Il miglior modo è cantare OM NAMAH SHIVAY'.

Così come si guida un cavallo cambiando la direzione della sua testa, nello stesso modo la mente viene canalizzata. Èil compito del Guru canalizzare la mente del devoto."

"Quale pensiero deve essere sviluppato (come ricordare il nome del Signore)?"

"Bisogna sviluppare i pensieri interiori (spirituali)."

"Per favore fate un esempio."

"Si hanno sempre pensieri per le questioni private della famiglia e cose del genere. Quando questi pensieri sono al culmine, allora l'energia di questi pensieri deve essere trasformata nel pensare alla luce, e col tempo sarai luce."

"(esempio del Dottor Rao) Babaji ci chiama a Lui. Dapprima dobbiamo concentrarci su di Lui nella Sua forma fisica. Quando facciamo qualcosa possiamo immaginare come la farebbe Babaji, e col tempo saremo condotti alla Sua luce essenziale."

" (Shastriji) Questo è vero. Si diceva che Ramakrishna fosse così vicino alla Madre Divina che Essa faceva ogni cosa Lui Le chiedesse e desiderasse."

"Dove bisogna immaginare la Luce?"

"Immaginatela nel terzo occhio e poi che si muove verso la cima della testa. Alternativamente, immaginatela in tutto il vostro corpo."

"Perché il lunedì è il giorno più importante delle zodiaco?"

" Lunedì è il giorno della luna. La luna ha totale potere sul sole per un'ora dopo il sorgere del sole. La luna è la donatrice di beatitudine e così il Signore Shiva ha tenuto il segno della Luna sulla testa. Coloro che sono nati nella prima ora dopo il sorgere del sole sono molto influenzati dal pianeta che controlla in quel momento."

"Si può aprire il cuore concentrandosi sul chakra del cuore?"

" Bisogna cominciare questo processo concentrandosi prima sui chakra più bassi."

"Tutti possono aprire i propri chakra?"

"Sì, tutti possono."

Hairakhan, 9 dicembre 1980

 

 

ANNO 1981

 

18.

DIFFUSIONE DEL MESSAGGIO DI BABAJI

Verrà formato un comitato

 

Babaji sottolineò che il tempo era venuto per diffondere nel mondo la notizia della Sua presenza ed il messaggio di Verità, Semplicità e Amore.

Disse che sarebbe stato formato un comitato per diffondere il Suo messaggio nel mondo.

Babaji menzionò specificatamente Cina, Russia e Corea come paesi dove il Suo messaggio sarebbe stato divulgato. Disse che tutti devono intraprendere questo lavoro. Babaji disse che la gente non capisce che Egli ha risolto il problema del cibo in India fin dalla Sua ricomparsa, e che un gran cambiamento si sta preparando nel mondo. Al tempo del Ramayana e del Mahabharata c'erano guerre che duravano alcuni giorni, ma ora il cambiamento avverrà in un giorno solo. Babaji disse che è ora pronto per la Rivoluzione che verrà presto.

Resoconto di un discorso di Babaji. Hairakhan 3 giugno 1981

 

 

19.

T. B.

 

T. (the) e B. (bidi=tabacco) rendono debole il sangue

Babaji disse che prima di T. B. non esistevano le malattie.

T. (the) e B. (bidi=tabacco) rendono debole il sangue e non dobbiamo bere o usare queste cose.

Babaji disse che i devoti devono allenarsi ad essere come membri di una forza di sicurezza, come Scotland Yard o la C.I.A.

Tutti devono essere attenti, devono avanzare e spiccare ed essere riconosciuti dagli altri.

Babaji disse che sta arrivando una Rivoluzione tale che nessuno saprà quello che succede.

Resoconto di un discorso di Babaji. Hairakhan, 8 luglio 1981

 

 

20.

C'È UNA GRAVE POSSIBILITÀ DI GUERRA

 

La gente deve essere consapevole di questo

Do la Mia benedizione al mondo intero. I tempi sono tali per cui c'è una grave possibilità di guerra. La gente deve essere consapevole di questo.

Parole di Babaji. Hairakhan, 20 luglio 1981

 

 

21.

BABAJI CHIEDE DI ESSERE FELICI

In questi tempi la gente ha la mente molto turbata

 

Babaji chiese alle persone di essere felici. Disse che in questi tempi il miglior modo per ottenere pace e realizzare Dio è la ripetizione del mantra OM NAMAH SHIVAY. In questi tempi la gente ha la mente molto turbata. Questa condizione si verifica sin dalla nascita a causa di quello che succede nel mondo. Egli chiese a tutti di ripetere il mantra il più possibile, 25 ore al giorno. Disse che stava costruendo una nuova città e chiese che tutti i presenti ne diventassero cittadini. Disse che a Hairakhan saranno fatti dei miglioramenti, e chiese alle persone di essere pazienti per un po', perché i cambiamenti sono in arrivo. Chiese che fosse predicato il messaggio di Bhole Baba in tutti i paesi.

Resoconto di un discorso di Babaji. Hairakhan, 24 agosto 1981

 

 

22.

MEETING

Come integrare l'amore per la ragazza e l'amore per Dio

 

Babaji aprì il meeting dicendo che chiunque avesse qualsiasi domanda o problema poteva parlare. Disse che occorre tenere un meeting ogni mese e che il prossimo si sarebbe tenuto in dicembre. Babaji rispose quindi ad alcune domande.

"Come posso fermare la mente?"

"Fai japa in piedi nell'acqua. Il nome di Dio deve essere ripetuto 2.500.000 di volte nell'acqua profonda e altre volte seduti vicino all'acqua. Fai questa pratica ogni giorno."

"Alcune volte mi sento felice, altre invece sono triste. Cosa posso fare per sentirmi sempre felice ed avere il cuore aperto?"

"Devi fare japa più regolarmente."

"A volte penso che dovrei meditare, ma non ne ho voglia, ed altre volte quando cerco di meditare e faccio japa non riesco a concentrarmi. Cosa posso fare?"

"Devi alzarti a mezzanotte, fare un bagno e fare japa per circa un'ora."

"Quando si manifesterà il sogno che mi è stato dato dal mio Guru?"

(ndr. Questa domanda fu posta a Babaji da un devoto indiano che aveva ricevuto un sogno dal suo Guru circa 10 anni prima)

"Tra 6 mesi e 9 giorni."

" Come posso sapere se faccio la volontà di Dio quando sono lontano da Babaji?"

" Devi mangiare solo frutta e latte per 9 mesi."

"Come posso integrare l'amore per la mia ragazza e l'amore per Dio?"

"Puoi dapprima concentrarti sull'amore per la tua ragazza e quando sarai soddisfatto allora vieni verso Dio."

"Qual'è il metodo più veloce per realizzare Dio?"

"La japa."

"È meglio ripetere OM NAMAH SHIVAY velocemente o lentamente?"

"Velocemente, ma pronuncia ogni parola con attenzione".

"Si possono avere bambini in questi tempi?"

"Avere bambini è una legge di natura. Quello che deve succedere, succederà, non puoi fermarlo."

"È positivo o negativo avere paura?"

"È positivo. Per diventare senza paura devi ripetere il nome di Babaji."

 

Riassumendo gli interventi che seguirono, Babaji disse che è dovere di tutti coloro che vengono da Babaji diffondere e ripetere il nome di Dio, e divulgare il Suo messaggio di verità, semplicità e amore. Coloro che ritornano ai loro paesi devono andare in giro e dire alla gente che il modo di salvare l'umanità è seguire gli insegnamenti di Babaji. Babaji ha usato il termine Kranti che può essere tradotto come Rivoluzione o Distruzione. Egli ha detto che una Mahakranti (Grande Rivoluzione) si sta velocemente avvicinando e sarà conosciuta come la Kranti di sangue e fuoco. Quando gli chiesero se tutti moriranno durante questa Rivoluzione, Babaji paragonò questa distruzione a quella del Mahabharata, quando milioni di guerrieri furono uccisi.

Coloro che ricordano OM NAMAH SHIVAY e Babaji saranno protetti e salvati. Fu quindi chiesto a Babaji come potere aiutare gli altri durante questo periodo. Egli rispose che questo può essere fatto diffondendo la notizia della Sua presenza e dei Suoi insegnamenti, anche attraverso giornali e mass media.

Babaji disse:"Èil vostro dovere più grande diffondere il Mio messaggio nel mondo."

Hairakhan, 14 settembre 1981

 

 

23.

IL COMPITO DI CHI ARRIVA DA BABAJI

Diffondere il Suo messaggio nel mondo

 

Babaji disse di nuovo che il compito di tutti quelli che vengono a Lui è di diffondere il Suo messaggio e lavorare per informare il mondo intero della Sua presenza. Le persone - ha detto - devono girare nei propri paesi, aprire centri di informazione e pubblicare articoli sui giornali. Babaji estese a tutti l'invito di venire a Hairakhan per Natale.

Resoconto di un discorso di Babaji. Hairakhan, 19 settembre 1981

 

 

24.

FUOCO E ACQUA INSIEME

Egli rimarrà presente in mezzo a fuoco e acqua, qualunque cosa succeda, anche se cadranno bombe

 

Babaji disse che farà bruciare fuoco e acqua insieme. Egli rimarrà presente in mezzo a fuoco e acqua, qualunque cosa succeda, anche se cadranno bombe.

Resoconto di un discorso di Babaji. Hairakhan, 22 settembre 1981

 

 

25.

ACQUA DIVINA

Miracolo nel tempio di Kashi Vishvanath

 

Babaji partì col Suo seguito per Benares, dove tutti si bagnarono nelle sacre acque del Gange e fecero una piacevole passeggiata lungo i ghat (gradinate lungo il fiume). Poi tutti si recarono al tempio di Kashi Vishvanath, dove era radunata una gran folla di pellegrini. Con grande difficoltà le persone riuscirono ad avere il darshan dello Shiva Lingam, all'interno del tempio. Quando Shastriji entrò nel tempio e rimase di fronte al lingam con l'offerta di fiori tra le mani, chiese dell'acqua ai pujari del tempio, per fare la puja. I pujari rifiutarono dicendo che non c'era acqua da dare e che ognuno doveva portarsi la propria. Con grande delusione, Shastriji sedette di fronte allo Shiva Lingam. Recitando i mantra Egli offrì i fiori. Improvvisamente l'acqua sgorgò dall'alto e scorse sullo Shiva Lingam per due o tre minuti. Vedendo questa scena, la gente gli si affollò attorno gridando: "Acqua, Acqua divina!" La folla cominciò a cadere addosso a Shastriji e fu necessario l'intervento di due guardiani per aiutarlo a lasciare il tempio. Vedendo questo lila divino della materializzazione dell'acqua, i pellegrini presenti furono molto toccati. Nessuno seppe quale potere divino ci fosse al di là di questo, mentre Shri Babaji stava da un lato, tra la folla di pellegrini.

Benares, 11 ottobre 1981

 

 

26.

Discorso di Shri Shastriji

KRISHNA CON LE GOPI

 

Senza la benedizione di Babaji si vedrà soltanto il Suo gioco a livello umano

Shastriji iniziò dando la benedizione di Babaji e disse che i presenti erano molto fortunati di poter partecipare a questo incontro, come quelli che Shiva teneva, molto tempo fa, sul monte Kailash. Continuò dicendo che il più grande gioco divino di Babaji è quello di essere presente ad Hairakhan e contemporaneamente in tutto il mondo, in ogni particella, animata e non, della creazione. Ogni volta che il mondo attraversa una grave crisi, il Signore assume una forma umana e viene sulla Terra per esaudire i bisogni e i desideri dell'umanità. Nonostante questo, quando il Signore prende una forma umana, pochi sono in grado di riconoscerLo. Lo stesso accadde con Ram, Krishna, Cristo e Maometto. Solo coloro ai quali il Signore desidera rivelarsi, realizzano che Egli è più di un normale essere umano. Egli instillerà il dubbio nelle nostre menti e nei nostri cuori e noi possiamo solo pregarLo affinché ci dia la visione necessaria per riconoscerLo. Senza la benedizione di Babaji si vedrà soltanto il Suo gioco a livello umano, come quello di Krishna con le gopi. Babaji concluse l'incontro dicendo: "Il lavoro è adorazione."

Hairakhan, 23 ottobre 1981

 

 

27.

DIVENTARE CORAGGIOSI COME LEONI

 

Non ho bisogno di molta gente, ho solo bisogno di poche persone veramente coraggiose

Dovete fare il vostro lavoro con coraggio, il Karma yoga vi farà diventare forti come leoni, forti in questa vita. Non deludete Babaji, non abbiate paura della morte, né delle tempeste d'acqua, né del fuoco. Questa stessa vita è acqua e fuoco. Non tentate di fermarla, ma piuttosto diventate come leoni. Non ho bisogno di molta gente, ho solo bisogno di poche persone veramente coraggiose. Siate forti in questi tempi che stanno arrivando. Nessuno può fermare il fuoco che ora è nel mondo. Le campane della grande distruzione stanno già suonando. La guerra sarà tale che la gente che dorme morirà nel sonno. Ci sarà guerra atomica. Le persone moriranno nelle loro case a causa dei gas e delle radiazioni nucleari.

Hairakhan, 7 novembre 1981

 

 

28.

I LILA DI BABAJI

 

È difficilissimo comprendere il significato ed il valore dei giochi divini

Babaji disse che i lila divini sono estremamente importanti. Disse che molti credono di comprendere il significato ed il valore dei lila di Babaji o del lila divino, invece è difficilissimo capire ciò. Solo con la benedizione di Dio si possono capire i giochi divini. Persino Hanuman ebbe bisogno della benedizione di Ram per comprenderne i lila.

Hairakhan, novembre 1981

 

 

29.

NATALE SPECIALE

 

La gente di tutto l'universo deve sapere che la nascita di Cristo è stata celebrata nel cuore dell'Himalaya.

A partire dal 24 dicembre, per tre giorni, tutte le spese dell'ashram (per the, prasad, cibo del ristorante) saranno sostenute dagli occidentali. Chiunque venga all'ashram durante questo periodo sarà loro ospite. Le persone devono essere intrattenute bene, con le migliori comodità e attenzioni, in modo che i devoti, gli ospiti e i visitatori possano sempre ricordarsi che sono stati trattati bene qui. Hairakhan è il centro più divino dell'universo. Ogni cosa qui deve essere meravigliosa. Questa celebrazione di Natale è di grande importanza nella storia dell'umanità. Non è mai avvenuta in modo tale prima, e non lo sarà mai più. Questa è la seconda celebrazione di Natale a Hairakhan; quest'anno tutti sono stati invitati. Coloro che sono qui dovranno essere vigili ed attenti per intrattenere bene gli ospiti. Gli organizzatori assegneranno e delegheranno i compiti dell'ashram. Questo deve essere l'esempio ideale di attenzione e buona educazione. Create un ideale per l'intero universo. Coloro che vengono devono essere contenti e portare questo esempio con sé, ovunque nel mondo. Col vostro esempio farete una buona impressione. Nella storia dell'umanità il Natale non è mai stato celebrato così; questa è una celebrazione internazionale. È la prima volta dalla nascita di Cristo che si celebra il Natale in modo così speciale. Ogni persona deve compiere il proprio dovere affinché tutti si ricordino del loro lavoro. Il ristorante italiano per tre giorni, il 24, 25, 26, offrirà cibo e the gratuiti. Le preparazioni devono essere fatte ora, siete d'accordo?

La gente ricorderà questo, non solo per anni, ma per lungo tempo. La gente di tutto l'universo deve sapere che la nascita di Cristo è stata celebrata nel cuore dell'Himalaya. È molto speciale celebrare il Natale qui. Siete fortunati di poter partecipare a quest'occasione sacra e di buon auspicio. È compito di ogni persona essere attenta ed evitare cose inutili. Fate il vostro dovere e non rimanete oziosi. Questa è un'epoca di azione, fate Karma yoga. Mostrate al mondo azioni ideali. Il servizio all'umanità è servizio e adorazione di Dio. Ognuno deve dimenticarsi della nazionalità, qui siamo tutti Uno, questa è una famiglia universale, non abbiate idee di separazione o identità. Servite le persone con il corpo, la mente, il denaro, l'intelligenza. Il progresso di Hairakhan è il progresso del mondo. Quando voi imparate e lavorate qui, voi aiutate il mondo.

Rendete Hairakhan perfetta: lavorate come una unità, qui non ci sono differenze di casta e di credo. Tutte le persone positive stanno arrivando. Grazie ad azioni positive passate, di karma positivo, ci raduniamo qui ai piedi di Shiva. Tutti devono pensare al progresso e alla perfezione di questo posto. Babaji benedice tutti coloro che compiono il loro dovere con sincerità e devozione. Fate il vostro dovere con amore.

Parole di Babaji. Hairakhan, 16 dicembre 1981

 

 

30.

Discorso di Shastriji

IL POTERE DEL MANTRA "OM NAMAH SHIVAYA"

Hairakhan è come una fabbrica e produce un solo elemento

 

Il messaggio per tutti voi è che la cosa più importante nel mondo è essere umani. Per questo dobbiamo sacrificare le nostre comodità personali. Non pensate a voi stessi o alle vostre comodità, ma pensate agli altri. Questo è il grande principio umanitario. Come in ogni città c'è sempre una piazza centrale, a cui conducono tutte le strade, allo stesso modo, tutte le religioni conducono ad un solo punto, a Dio; dunque seguendo qualsiasi religione sarete alla fine condotti a Dio. In passato l'umanità e il senso umanitario sono sempre stati in pericolo, anche oggi si verifica la stessa situazione. Per questo il Signore stesso è venuto sulla terra, per portare questo messaggio umanitario e per proteggerci col mantra OM NAMAH SHIVAY, che ora è stato diffuso in tutto il mondo. Come voi sapete, su tutta la terra si stanno costruendo armamenti che possono distruggere l'umanità. Nello stesso modo Hairakhan Vishva Mahadham è come una fabbrica e produce un solo elemento: OM NAMAH SHIVAY. L'energia di OM NAMAH SHIVAY distruggerà l'energia negativa delle bombe atomiche e vi proteggerà. È provato nelle antiche Scritture che fu un grande Rishi che creò l'energia atomica e disse anche che l'unica cosa per distruggerla è l'uso del mantra. Oggi voi tutti siete venuti da diverse parti del mondo, siete tutti benvenuti e fortunati per aver ricevuto le benedizioni di Bhagavan Hairakhan. Anche nel futuro dovete venire qui in grande numero, affinché il mondo accetti il Sanatana Dharma e il mantra OM NAMAH SHIVAY, che è l'origine del Sanatana Dharma.

Hairakhan, 24 dicembre 1981

 

 

31.

DISCORSO DI SHASTRIJI

Ogni volta che Dio assume una forma umana, Egli elimina ogni distinzione di razza, casta e credo

 

Da quando la terra esiste il Signore è sempre venuto per proteggere il giardino dell'universo. Egli appare di tanto in tanto, per purificare e guidare i devoti sulla giusta via. Ora il Signore stesso si è incarnato in questo mondo per curare il giardino dell'umanità. I Veda e le Upanishad hanno ripetutamente detto che Shiva è il Signore stesso, Egli è Creatore, Distruttore e Protettore dell'universo. Prima di tutto vi dirò che le profezie sul futuro dell'India si sono avverate. L'india è ora diventata autosufficiente per quando riguarda la produzione di grano; questo è dovuto a Babaji, il quale ha dato inizio anche a molte opere sociali: distribuzione gratuita di cibo e vestiti, cure mediche gratuite, scuole e templi. Egli guida i devoti affinché possano realizzare che sono figli di Dio e dona loro la Sua protezione. Egli ci ha parlato dei disastri e della distruzione in arrivo e del modo in cui ci si può salvare. Prima che Dio si manifestasse nella forma di Babaji, tutti sanno che l'India moriva di fame. Il governo indiano doveva chiedere ed elemosinare cibo a ogni paese e tutto il cibo veniva importato. Da quando Babaji è apparso Egli ha compiuto 147 yajna (offerte sacrificali al fuoco) in ogni parte dell'India, e questo ha benedetto sia l'India che il resto del mondo. Ora Babaji ha preso forma umana ed è qui con noi. È una grande fortuna poter vedere Dio con una forma e gioire di ogni cosa che Egli ci dà. Babaji ci insegna Verità, Semplicità e Amore, come comportarci gli uni con gli altri, come amarci e come dividere il cibo ed ogni altra cosa tra noi. Ogni volta che Dio assume una forma umana, Egli elimina ogni distinzione di razza, casta e credo. Altri Maestri e Santi hanno dato inizio a varie religioni creando diverse linee di pensiero e diverse sette. Tra questi gruppi non c'è stata unità, ma gelosia. Ora Babaji ha unificato tutte le religioni, questo fa sì che ogni persona di casta e fedi diverse, realizzi di far parte di una sola famiglia. Verità, Semplicità e Amore sono principi comuni a ogni religione. Persone di tutte le fedi e di tutti i credo vengono ai Suoi piedi di Loto; da ogni angolo della terra le persone vengono qui per vivere e lavorare come parte di un'unica famiglia. Questa è la prova del processo che Babaji ha iniziato. Questo è il modo per riconoscere il Signore, ogni volta che Egli viene sulla Terra unisce tutte le religioni del mondo in un'unica religione. Per questo Babaji ha creato l'Hairakhandi Samaji, per il beneficio di cristiani, buddisti, sikh, indù, ecc., per farne una sola famiglia. Possiamo vedere in Babaji questa qualità divina. Oggi è un giorno molto importante e di buon auspicio, perché stiamo celebrando il Natale in modo universale. Nella storia dell'umanità questa è la prima volta che la nascita di Cristo viene celebrata in questo modo.

Ci siamo radunati qui in questo luogo molto importante. In passato a Hairakhan c'erano solo pietre e arbusti selvatici, non vi si poteva vivere, neppure gli uccelli riuscivano a vivervi. Quello che è stato costruito qui è il prodotto di persone venute da tutto il mondo, che hanno lavorato duramente versando il loro sangue, è tutto frutto del loro duro lavoro. Grazie anche alle benedizioni di Shri Babaji sono riusciti a costruire velocemente questo posto, rendendolo confortevole, sebbene sia semplice.

Babaji è sempre rimasto qui e il lavoro è stato eseguito in Sua presenza, nonostante il sole cocente, la pioggia o il vento freddo. Potete vedere il Signore stesso seguire i lavori e a volte partecipare direttamente, mostrando come scavare o rimuovere le pietre. Egli stesso ci ha mostrato come fare e ora il tempo è venuto per mostrare la via agli altri, ora dovete lavorare duramente, non stando seduti e dando ordini, ma partecipando in ogni cosa.

Babaji ha dato inizio a molte attività sociali, ambulatori medici, scuole, distribuzione di vestiti e cibo ai poveri. Ha comprato cavalli, mucche e capre e ha creato posti di lavoro. Ha fatto questo non solo qui, ma in altre parti dell'India, come a Vapi nel Gujarat. Ci sono altri ashram di Babaji in Bihar, Rajasthan, Assam, Madhuban, Patna, ecc., e le attività sociali proseguono in ogni luogo.

Un giorno la Madre divina Parvati disse al Signore Shiva: "Tu hai aiutato gli uomini in tutte le epoche, ma io temo per le persone durante il Kali Yuga, non so come potranno salvarsi."

Allora il Signore Shiva rispose a Parvati: "Apparirò nel Kali Yuga e creerò un centro spirituale, un luogo molto importante, un nuovo stato dove vivrò e stabilirò tutte le divinità."

Tutti gli ospiti e i visitatori stranieri che sono venuti discendono dagli antichi rishi, da loro dobbiamo imparare il sacrificio, la devozione, il senso del dovere; dobbiamo prendere esempio da loro e osservare il loro modo di lavorare qui, come danno il loro contributo fisico, mentale e finanziario. Molti degli occidentali venuti qui erano alla ricerca del Satguru (Vero Guru). Altri hanno avuto visioni e sogni di Babaji quando erano nei loro paesi, e rispondendo alla chiamata ricevuta sono poi venuti qui. Hanno lavorato duramente: hanno fatto un buon lavoro.

Babaji non è assolutamente attratto o tentato dalle cose materiali. Tutte le costose vesti che i devoti Gli offrono, vengono poi distribuite ai devoti. Tutto quello che Egli fa è per il beneficio di tutti e possiamo constatarlo ogni giorno. Egli mangia pochissimo, solo verdura e un po' di frutta, ma dalla mattina alla sera ci nutre continuamente. Qualsiasi cosa Gli venga donata, non viene accumulata, ma distribuita. Voi stessi potete vedere tutto questo come una delle Sue qualità divine.

Noi siamo incapaci di comprendere i lila (giochi) divini di Babaji. Gli esseri umani non possono capirLo. Egli è venuto per dare, ma noi non siamo pronti a ricevere. Per cui dobbiamo prima prepararci a ricevere, e poi potremo sederci vicino a Lui e comprenderLo.

Da quando è ricomparso, ha ristabilito le tradizioni più importanti: lo yajna, la recitazione del mantra OM NAMAH SHIVAY e il Sanatana Dharma, la religione che esiste sin dall'inizio della creazione dell'universo. Egli è venuto a seguire questa religione universale. Babaji si occupa anche di distribuire indumenti ai poveri e medicine ai malati.

Dall'inizio della creazione sino all'attuale Kali Yuga, ogni volta che Dio si manifesta viene per portare beneficio all'umanità. Babaji non è una nuova divinità, Egli è il Signore supremo, è parte del Suo gioco divino l'apparire di tanto in tanto sulla terra, quando tempo e condizioni lo richiedono. Dio è l'autore di ogni attività dell'universo.

Noi non siamo in grado di comprendere la maggior parte dei Suoi lila divini. Il libro "Sada Shiva Charitamrita" raccoglie i racconti dei Suoi lila.

Ora il Signore benedice tutti i devoti in questo giorno di buon auspicio, il giorno di Natale. Tutti i vostri desideri saranno esauditi, dovete custodire con il cuore il prasad e le ghirlande che Egli vi ha donato e continuare a recitare il più possibile OM NAMAH SHIVAY.

Babaji ci dice che il vero dovere è l'azione, che le persone pigre sono persone morte. Babaji non ama gli oziosi, ci insegna ad essere attivi e a lavorare duramente nella vita per ottenere successo. Egli ci insegna che il lavoro è adorazione perché siamo nel Karma Yuga, l'età dell'azione: solo chi agisce è considerato un essere vivente, nell'inazione l'uomo è come morto.

Stanno arrivando tempi molto pericolosi e disastrosi, per questo il Signore dice che dobbiamo essere ben preparati ad affrontare questi tempi con l'azione.

Hairakhan, 25 dicembre 1981

 

 

32.

RISVEGLIARE PENSIERI UMANITARI

Non odiare, non criticare nessuno

 

Chi non compie un lavoro costruttivo è come una persona morta. Un nuovo regno arriverà molto presto; quando il nuovo regno sarà stabilito, solo chi agisce potrà sopravvivere. Mentre lavorate ripetete sempre il mantra. La distruzione avrà luogo in modo tale che solo chi agisce, chi lavora potrà sopravvivere. Non scoraggiatevi, siate sempre intraprendenti, fate più di quello che state facendo. Qualcuno potrebbe chiedersi perché bisogna lavorare, visto che verrà la distruzione, ma questo non è corretto: bisogna lavorare fino all'ultimo respiro. Bisogna sempre evitare la pigrizia.

Babaji ama gli esseri umani, dobbiamo tutti compiere un lavoro umanitario. Babaji desidera il bene degli uomini, chi ha sempre pensieri umanitari sarà amato da tutti, sopravviverà alla distruzione e sarà felice. Occorre risvegliare pensieri umanitari in tutti coloro che non li hanno. Cosa significa 'principio umanitario'? Significa non avere odio per nessuno, cercare di amare tutti e non criticare nessuno. Nel nuovo regno che verrà tutti devono essere buoni, Babaji si aspetta questo da voi. Dovete cercare di portare questo messaggio agli altri, a chi non è qui. Insegnate a tutti, non solo a chi vi sta vicino, ma al mondo intero; ovunque andiate, cercate di mettere in pratica questi insegnamenti.

Babaji ringrazia tutti per essere stati così coraggiosi da fare tutto il lavoro e per essere arrivati qui. Ringrazia tutti voi per questo.

Parole di Babaji. Hairakhan, 28 dicembre 1981

 

 

ANNO 1982

 

33.

IL NUOVO REGNO

iI Regno delle anime

 

Questo è il primo giorno del primo anno del Nuovo Regno: il Regno delle anime.

Parole di Babaji. Hairakhan, 1 gennaio 1982

 

 

34.

SEGUIRE IL SENTIERO DELLA VERITA'

Le droghe sono negative

 

Molti devoti occidentali hanno aiutato a creare l'unità nell'Haidakhandi Samaji, lavorando giorno e notte. Tutti voi dovreste seguire il loro esempio, hanno lavorato molto per il beneficio di tutti gli esseri umani; Babaji si congratula con loro. Alcuni fanno tapasya (pratiche spirituali) giorno e notte per il beneficio universale. Babaji spera che grazie al grande sforzo di questi devoti le cose migliorino. Si dovrebbe seguire il loro esempio. Rimane poco tempo prima che vediate il mondo nuovo, non dovrete più aspettare a lungo.

Babaji è molto grato a tutti gli italiani che hanno lavorato duramente e cercano diligentemente Dio. Presto gli italiani daranno nuova vita al sanscrito e all'antica cultura romana. Babaji spera che tutti gli italiani seguano il sentiero della verità e abbandonino l'uso di droghe, che sono nocive per loro. Babaji chiede che la gente che viene qui non dipenda da droghe, perché le droghe sono negative. Imparate il bene, insegnate il bene, cercate di essere buoni, ascoltate il bene. Compite buone azioni ed insegnate agli altri.

Babaji spera e prevede che la pace si stabilisca nel mondo senza l'uso delle armi. Babaji spera di diffondere la conoscenza e di fermare la scienza atomica che è pericolosa. Oggi il mondo dipende molto dall'energia atomica. Quando queste scienze hanno regnato, il mondo è stato distrutto. Per lo stesso motivo Lanka è stata distrutta all'epoca del Ramayana, sotto il demone Ravana. La scienza oggi non ha raggiunto i limiti della conoscenza del tempo del Mahabharata. Per esempio Lakshman era in grado di creare una linea indistruttibile di protezione attorno a Sita. Babaji si augura la pace nel mondo.

Può sembrare che Babaji sieda qui senza fare nulla: ma è stato ed è ovunque e sta facendo molto. Mentre è seduto qui, Babaji è contemporaneamente presente nei cuori di tutti. Babaji farà sì che ci sia grande pace nel mondo. In tutti i grandi testi religiosi è scritto che alla Sua venuta sulla Terra, Babaji avrebbe amato e aiutato la causa della pace.

Discorso di Babaji ripetuto da Shastriji. Hairakhan, 5 gennaio 1982

 

 

35.

INTELLIGENCE SERVICE

Siate sempre vigili

 

Babaji desidera congratularsi soprattutto con gli occidentali, è molto contento del vostro coraggio e chiede che siate sempre coraggiosi quando sarà necessario.

Babaji affida a voi la sicurezza del Suo Regno, l'"Intelligence Service" deve essere più forte, coinvolgete le persone che hanno dubbi. Siate sempre vigili.

Discorso di Babaji ripetuto da Shastriji. Hairakhan, 31 gennaio 1982

 

 

36.

I MESSAGGERI DELLA RIVOLUZIONE

Più tardi sarete i messaggeri della pace, ma ora della Rivoluzione

 

Tutti devono venire in orario all'Arti. Tutti devono aiutare a mantenere il tempio e la Kirtan Hall in ordine e puliti: occuparsi del tempio è vostra responsabilità.

Siete nati nella tempesta, vivrete con la tempesta e dovrete avere il coraggio di affrontarla. Questa è un discorso da Radio Teheran. Tutti voi dovete essere pronti. Inizierò una nuova Rivoluzione, molte rivoluzioni hanno già avuto luogo. Forse credete che Babaji non faccia altro che sedere qui, ma Egli va ovunque, fa ogni cosa sedendo qui. La Rivoluzione è in corso in tutto il mondo, dobbiamo dare ispirazione alla gente da qui. Voi siete i messaggeri della Rivoluzione: più tardi sarete i messaggeri della pace, ma ora della Rivoluzione.

Parole di Babaji. Hairakhan, 2 febbraio 1982

 

 

37.

IL SANSCRITO, LA LINGUA DEI VEDA

Insegnate il sanscrito ai vostri bambini

 

Bihar Shastriji vi insegnerà il mantra esatto per la puja a Babaji. Ai tempi di Rama, Shastriji cantò i mantra al suo matrimonio. Babaji vuole che si prendano insegnamenti da lui e si imparino l'hindi e il sanscrito. Chiunque abbia bambini, deve insegnare loro l'hindi, il sanscrito e come fare la puja, poiché il sanscrito è la lingua dei Veda e i bambini devono imparare i Veda. Babaji spera che diventino Suoi devoti: ha bisogno di loro per costruire il mondo nuovo. Bihar Shastriji è un grande studioso, astrologo, scrittore: una grande anima, viene dallo stesso villaggio di Janaka, colui che scrisse le leggi e i codici. Dovete imparare il sanscrito perché contiene i principi basilari e Shastriji lo conosce bene, i vostri bambini devono imparare da lui. Studiate anche le scienze perché questa è l'era della scienza.

Babaji vuole organizzare un grande laboratorio; sarà chiamato:"Il laboratorio di distruzione", in breve tempo un grande scienziato verrà da Babaji. Molti verranno. Verranno tutti presto. Voi vedrete... Capite? Babaji sta parlando da Radio Teheran.

Discorso di Babaji ripetuto da Gora Devi. Hairakhan, 8 febbraio 1982

 

 

38.

PUJA PER LA MADRE DIVINA HAIRAKHANDI

"Hairakhandi" è un mantra composto dai cinque elementi

 

"Hairakhandi" è un mantra composto dai cinque elementi: terra, acqua, fuoco, etere, aria, che insieme formano la totalità. L'intero mondo è composto da questi elementi e Dio li può usare come desidera. I cinque elementi rappresentano i cinque volti del Signore Shiva e danno origine a cinque divinità:

terra - Ganesh - sano, robusto

acqua - Shiva - che porta il Gange fra i capelli

fuoco - Surya (il Sole), la luna, le stelle - luce, energia

etere - Vishnu

aria - le dee: Parvati, Lakshmi ecc. - il tipo di energia che presiede ogni azione

Insieme questi cinque elementi costituiscono Dio, che può assumere qualsiasi forma: maschile, femminile o entrambe. Dio guida e ha sempre guidato l'intero mondo in tutti gli Yuga. Nel satya-yuga (l'età dell'oro) Dio è conosciuto come Lakshmi-Narayana, nel tetra-yuga Dio si manifestò come Sita e Ram, nel dvapara-yuga Egli apparve come Radha e Krishna. Nel kali-yuga Egli si è manifestato come Hairakhandi e Hairakhandeshwari Mata in un'unica forma. Egli possiede il potere supremo, può assumere qualsiasi forma, fare qualsiasi cosa; contiene in sé tutti i cinque elementi. Siamo molto fortunati di vederLo davanti a noi ed è una grande benedizione poter fare la puja alla Sua forma fisica. Se non ci troviamo alla Sua presenza, possiamo comunque adorare la Sua murti, una Sua fotografia o altro. Continuate ad adorarLo: se avete fede in Lui Egli vi apparirà. Poiché il Signore è composto dai cinque elementi, possiamo adorarLo attraverso una delle cinque forme ad essi connesse.

 

HAIRAKHANDESHVARI PUJA (16 PARTI)

1.    Preparate un asana (un pezzo di stoffa, una coperta o una foglia) per far sedere la divinità; preparate anche un recipiente d'ottone o rame colmo d'acqua.

2.    Per invocare la divinità (in questo caso Hairakhandeshwari), usate un mantra della Madre Divina, per esempio OM HADIYAKHANDI, pregandoLa di venire e di accettare le offerte. Se avete fede Essa vi apparirà.

3.    Lavare i piedi. Se la Madre si manifesta davanti a voi lavatele, letteralmente, i piedi; se non appare fisicamente lavatele i piedi simbolicamente versando un po' d'acqua sul pavimento.

4.    Versate dell'acqua sullo Shiva Lingam o su di una foglia che lo rappresenta.

5     Offrite alla divinità acqua per lavarsi il viso.

6.    Offritele l'acqua per un bagno.

7.    Offritele vestiti o un pezzo di stoffa che li simbolizza.

8.    Offritele un janeu (cordone sacro) o qualsiasi cordino che lo simbolizzi.

9.    Offritele il chandan.

10.   Offritele dei fiori.

11.   Offritele degli incensi.

12.   Offritele la luce: una lampada col ghi o una candela.

13.   Offritele del prasad: qualsiasi cibo.

14.   Offritele dell'acqua da bere.

15.   Offritele una foglia di betel o frutta secca, dolci, chiodi di garofano, o cardamomo.

16.   Cantate l'Arti.

 

Havan

Celebrate l'Havan al mattino presto, lunedì o martedì, sedendo col viso rivolto verso Nord o Est.

Non si deve mangiare prima della cerimonia, ma si possono bere dei liquidi.

I mantra devono essere ripetuti ad alta voce. Usate un Havan-kund di rame, un cucchiaio di rame, argento o legno, un recipiente di metallo per il ghi.

Ingredienti:

semi di sesamo (una parte), avena (due parti), riso (quattro parti). Mescolate il tutto con un poco di zucchero, polvere di sandalo, frutta secca, frutta fresca, fiori. Bagnate la mistura con ghi, tenete separato il contenitore del ghi. Aggiungete incensi ed un recipiente con acqua (se disponibili anche del kanalkakri e supari).

Cerimonia: per il fuoco usate legna di qualsiasi albero da frutta o di sandalo o letame di mucca secco e canfora.

1.    Spruzzate l'acqua tre volte attorno all'havan-kund in senso orario.

2.    Sistemate la legna lasciando uno spazio vuoto al centro.

3.    Mettete tre pezzi di canfora e dategli fuoco con gli incensi ripetendo

      OM BHUR BHUVAH SVAHA.

4.    Aggiungete il ghi e ripetete

      OM AGNAYE NAMAH SVAHA

      OM VAYAYE NAMAH SVAHA

      OM SURYAYE NAMAH SVAHA

      OM PRAJAPATAYE NAMAH SVAHA

5.    Ulteriori offerte si fanno ripetendo:

      OM SAMBASADASHIVAY NAMAH SVAHA

      oppure OM HAIRAKHANDI NAMAH SVAHA

      oppure OM NAMAH SHIVAY SVAHA

6.    Il mantra deve essere ripetuto contemporaneamente alla offerte 9, 11, 25, 51 o 108 volte.

7.    Dicendo OM AGNAYE SVISHTHA KRITAYE SVAHA offrite al fuoco tutto ciò che rimane concludendo con un pranam.

8.    La cenere (vibhuti) deve essere filtrata e conservata per essere distribuita per applicarla, ad esempio, sulla fronte e i pezzi grossi devono essere gettati nell'acqua corrente.

Insegnamento di Bihar Shastriji. Hairakhan, 10 febbraio 1982

 

 

39.

SANATAN DHARMA

Può qualcuno dire in quale giorno il fuoco cominciò a bruciare?

 

I poteri del Signore vengono a cambiare il mondo e attraverso il sattvaguna (la qualità della purezza), cambiano ogni cosa. Non hanno bisogno di altra assistenza. Il Signore non dà nessuna importanza a questo cambiamento compiuto dai Suoi poteri, è come un gioco per Lui; come un bimbo innocente che raccoglie molti oggetti per giocare e costruisce ad esempio una casa giocattolo e poi la distrugge. Alcuni bambini non amano giocare, ma desiderano rimanere stretti alle loro madri, sono sempre molto ansiosi di stare con loro. Le persone che sono come questi bambini sono devote e scelgono di restare con Dio. Ora Dio è venuto per insegnarci il Karma yoga; chi vive in questo mondo, che è un campo di lavoro, perde molto se non lavora: non progredisce. Il Signore pervade ogni atomo della creazione, per cui se si cerca di lavorare giorno e notte si trova facilmente Dio in questo mondo. Vedendo il Signore nel sole, nella luna, nelle stelle, nella terra, nell'aria, nel fuoco e nell'acqua e meditando sempre su di Lui, si ottiene successo nella vita e si è veri devoti. Dio è venuto per darci la vera conoscenza, quella conoscenza suprema al di là dei limiti umani. Quando ci inchiniamo a Lui e riceviamo il Suo tocco divino Egli distrugge i peccati di migliaia di anni. Egli si aspetta che ogni uomo renda meraviglioso questo mondo. Molte precedenti incarnazioni del Signore hanno usato la guerra e la violenza per portare la pace nel mondo, ma ora Egli sta preparando i vostri cuori all'imminente Rivoluzione affinché possiate fronteggiarla pacificamente. Egli non ha fiducia in alcun esercito particolare: ogni essere umano fa parte del Suo esercito; ed Egli fronteggerà le bombe atomiche col potere della parola divina. Da un lato alcuni paesi sono occupati a costruire armi e munizioni, e dall'altro Babaji le sta neutralizzando, insegnando a ripetere ad alta voce la parola del Signore e portando un cambiamento spirituale.

Agli occhi di Dio nessuno è grande o piccolo, la coscienza che è nel cuore di ognuno è il Suo riflesso. In breve tempo Egli distruggerà gli elementi negativi e poi trasformerà la rivoluzione in pace.

Spostare pietre da un posto all'altro serve alla vostra concentrazione e alla vostra pratica spirituale. Quando le pietre non senzienti vengono spostate, Babaji immette in esse una nuova coscienza. Queste pietre non sono qui senza motivo, anch'esse stanno facendo penitenza, toccandole noi riceviamo un certo tipo di vibrazione e questo contatto trasforma il nostro corpo, la nostra mente e il nostro spirito, anche se al momento non ce ne rendiamo conto.

Qualsiasi cosa Babaji vi insegni qui, dovete cercare di applicarla nei vostri paesi. Babaji non insegna il Kriya yoga che ci fa solo meditare abbandonando tutte le azioni; qualsiasi cosa Egli insegni, La insegna praticamente.

Egli non vuole che gli uomini diventino inerti come pietre, perché nel nostro corpo ci sono 300.000 nervi differenti e Babaji ci insegna a rifornirli di energia e coscienza; questo è il Kriya yoga che ci insegna.

Babaji è il Signore dell'universo, penetra i cuori della gente e trasforma i loro pensieri. Tutti i cambiamenti che si verificano ora sono dovuti a un semplice movimento della Sua mano. Ovunque Egli vada immette una nuova coscienza nella gente e la trasforma spiritualmente.

Il Suo insegnamento è che dobbiamo servire l'umanità senza aspettarci ricompense. Distribuendo prasad Babaji ci insegna a dividere con tutti qualsiasi cosa possediamo, perché ogni cosa fa parte della creazione di Dio e non appartiene ad alcuno in particolare, ma a tutti.

Babaji non predica una nuova religione, ma è venuto a divulgare la religione esistente fin dagli inizi della creazione: il Sanatana Dharma, la religione eterna. È possibile stabilire la data di inizio di ogni religione; ad esempio la religione musulmana ebbe origine con Maometto circa 1400 anni fa, il Cristianesimo iniziò con la nascita di Cristo circa 2000 anni fa, ma il Sanatana Dharma esiste da migliaia di anni, e nessuno è in grado di scrivere la data di inizio.

Potete cercare di comprender questa religione in questo modo: il Dharma del fuoco è di bruciare, il Dharma dell'acqua è di bagnare, quello dell'aria di soffiare; può qualcuno dire in quale giorno il fuoco iniziò a bruciare, l'aria soffiare, l'acqua a bagnare? Il Sanatana Dharma è come un grande oceano; da quell'oceano ogni paese ha scavato canali secondo i propri bisogni, ma i canali non possono dare la stessa soddisfazione dell'oceano; solo l'oceano dà la completa beatitudine.

Il Signore mostra il Sanatana Dharma come la più alta forma di conoscenza. Fino ad ora la gente conosceva solamente il proprio canale particolare, ora il Signore ci mostra che non siamo solo bolle in un canale, ma piuttosto bolle in un grande oceano. Finché abbiamo coscienza dell'individualità ci vedremo come bolle, ma se ci dissolviamo siamo uno con l'oceano.

Mille contenitori d'acqua esposti al sole lo riflettono, il sole è uno nel cielo, ma i suoi riflessi sono molti; allo stesso modo Babaji da qui si riflette nell'intero universo. Le notizie vengono diffuse nel mondo come per mezzo di stazioni radio: voi tutti siete radio riceventi. Quando Babaji parla a dieci persone, le Sue parole si diffondono a milioni di persone. Ognuno di voi, tornando al proprio paese, parlerà di Babaji ad almeno altre dieci persone.

Ad Hairakhan ci sono dieci templi, sono dei simboli che ci mostrano che il corpo è come un tempio con dieci sensi, noi dobbiamo installare Dio nei nostri cuori all'interno di questo tempio. Il corpo è il tempio mobile del Signore, Egli desidera che noi rendiamo questo tempio così meraviglioso, che ovunque vada alla gente piaccia renderGli omaggio, abbia grande riverenza per Esso e da Esso cerchi di ottenere conoscenza.

Babaji è venuto per salvare il mondo dalla distruzione, altrimenti giungerebbe la sua fine. Tutti voi siete giunti al Suo rifugio, non è un incontro ordinario, è come una corte reale. Quest'arma (indicando un'arma da cerimonia lì presente) è un'arma della distruzione e coloro che non obbediscono saranno distrutti da essa, chi obbedisce sarà invece protetto. Coloro che adorano il Signore e obbediscono ai Suoi ordini, riceveranno solo lievi punizioni, come si canta in una frase dell'arti: Gloria a Colui la cui punizione è lieve. Vittoria all'arma reale del Signore di Hairakhan! La conchiglia ha iniziato a suonare, è un buon presagio; rappresenta qualcosa di corretto e vero. Il suono di questa conchiglia ha attraversato i tre mondi. A questo punto Babaji comincia a parlare.

Shri Babaji: "Voglio creare gente coraggiosa in questo mondo."

Shastriji: " Sono soltanto un umile servitore di Babaji ed Egli mi chiede di ripetere ed ampliare ciò che dice."

Shri Babaji: "Voglio estirpare la violenza dal mondo."

Shastriji: "Babaji vuole estirpare completamente la violenza dal mondo. Gli uomini sono diventati come cani e gatti e si uccidono l'un l'altro; arriverà il tempo in cui la capra e il leone berranno alla stessa fonte."

Shri Babaji: " Estirperò l'ozio."

Shastriji: "Babaji dice che vuole rimuovere l'ozio completamente. Chi mangia senza lavorare non può sopravvivere."

Shri Babaji: " Esistono alcuni elementi che stanno distruggendo il creato, ma saranno loro ad essere distrutti. Metà del Mio lavoro è quasi terminato. In questo momento i Miei rappresentanti sono dappertutto nel mondo, al momento giusto faranno il loro lavoro."

Shastriji: "Babaji non ha mai lasciato questo posto e ha mandato Suoi rappresentanti in tutto il mondo e anche negli altri mondi: il Suo lavoro sta procedendo."

Shri Babaji: "La grande Rivoluzione è molto vicina. Nessuno in questo mondo può fermarla. Questo è un tempo di grande distruzione; ognuno deve diventare spiritualmente forte ed essere coraggioso. Solo chi ha coraggio spirituale può sopravvivere. Chi non ha coraggio spirituale è morto anche da vivo. Il tempo sta arrivando molto in fretta, per cui dovete lavorate tutti ed essere coraggiosi. Ognuno di voi deve considerarsi un umile servitore del mondo."

Shastriji: "Dobbiamo diventare senza ego."

Shri Babaji: "Alla prossima udienza verrà detto altro"

Shastriji: "Oggi l'udienza è finita e tutti i santi e i rishi venuti qui (con il corpo spirituale) per partecipare a questo incontro stanno partendo."

Discorso di Shastriji, ispirato da Babaji. Hairakhan, 25 marzo 1982

 

 

40.

LA SADHANA

L'uomo deve lavorare fino all'ultimo respiro

 

Tutti quelli che vengono qui devono essere pronti a svolgere qualsiasi tipo di lavoro. In quest'era il lavoro purifica ed è la miglior pratica spirituale (sadhana). Nella Gita, il Signore Krishna disse che l'uomo deve lavorare fino all'ultimo respiro. Il lavoro è talmente benefico che previene le malattie e calma la mente. È così positivo che solleva l'uomo da tutte le sofferenze. Tutti devono lavorare.

Parole di Babaji. Hairakhan, 5 aprile 1982

 

 

41.

I VERI CITTADINI

La gente predica la non violenza e rende il proprio sangue acqua

 

Voglio rendere le persone che sono venute qui dei veri cittadini. Non voglio la non-violenza, la gente predica la non-violenza e rende il proprio sangue acqua. Voglio risvegliare il senso della vera umanità. Con grande difficoltà avete ottenuto un corpo umano, voglio persone forti e coraggiose. L'uomo deve avere grande coraggio. Voglio insegnarvi il Karma yoga, anche Krishna nella Gita diede molta importanza al Karma, così come altri santi del passato. Noi tutti dobbiamo sempre lavorare e meditare nel tempo libero. Sta per scoppiare la guerra mondiale ed Io voglio risvegliare l'umanità.

Parole di Babaji. Hairakhan, 6 aprile 1982

 

 

42.

NON-VIOLENZA

Si compiono molte atrocità e la gente le tollera nel nome della non-violenza

 

Chiunque giunga in questo ashram deve seguirne le regole e aiutare a mantenere la pace e l'ordine; dovete continuare a mantenere pace e disciplina come state facendo ora.

Imparate a parlare meno e lavorare di più: questa è la pratica spirituale. Il Karma è la più alta via alla perfezione. È una grande cosa aver ottenuto un corpo umano, chiunque viene sulla terra deve lavorare. Nella Gita si dice che il lavoro è la più alta forma di Sadhana. Tutti devono lavorare; una persona oziosa, sebbene viva, è morta. Tutti coloro che sono nati devono lavorare per riuscire. Una delle cose che voglio fare è rimuovere la pigrizia dal mondo. Voglio mostrare a tutto il mondo il cammino per la pace e la felicità; ciò sarà possibile solamente se gli elementi negativi saranno rimossi. Voglio rendere tutti coraggiosi; il sangue dell'uomo è diventato acqua. Si compiono molte atrocità e la gente le tollera nel nome della non-violenza. Non voglio che la gente sia cieca, quando ha due occhi per vedere.

Ho detto e ripetuto: siate coraggiosi e lavorate duramente, meditate su questo insegnamento. Più della metà del mio lavoro è compiuto. Vi potete meravigliare di come Io faccia ogni cosa stando ad Hairakhan, ma da qui posso cambiare il mondo. Ram, Krishna e Cristo non erano molti, eppure hanno cambiato il mondo. Anche Buddha era uno solo e ha cambiato il mondo. Dico questo perché non pensiate che sia necessaria la quantità: una scintilla di luce è in grado di illuminare l'universo.

Vi ripeto questo, perché diventiate coraggiosi, lavoriate e prendiate la vita come viene, giorno per giorno.

Parole di Babaji. Hairakhan, 13 aprile 1982

 

 

43.

LA RELIGIONE SIKH

Esempio di vera devozione al Guru

 

In quei giorni era stata iniziata la lettura delle scritture Sikh da un gruppo di devoti giunti ad Hairakhan per questo.

Per grazia del Signore assoluto, Colui che è facile da accontentare, Colui che dona ogni cosa in abbondanza, il Signore dell'universo che risiede a Benares, Colui che risiede nella grotta del monte Kailash, il Re dei saggi, Colui che risiede ad Hairakhan, nel meraviglioso scenario dell'Himalaya, corona dell'India, nel sacro centro di Hairakhan Vishva Mahadham, si è tenuto con successo questo raduno dei devoti Sikh.

Questo raduno si è tenuto per il bene del mondo intero e dell'universo. I devoti Sikh, i devoti del Guru sono venuti qui. Durante questo incontro spirituale, nel primo giorno del mese di Vaishakha, secondo il calendario indiano, è stata completata la recitazione del libro sacro Guru Grant Saheb, in 48 ore secondo i rituali del culto.

Questo è motivo di gioia e noi tutti siamo fortunati ad aver avuto l'opportunità di partecipare a questa assemblea e reso la nostra vita e il nostro tempo pieni di successo.

Le sacre parole escono come nettare dalla bocca dei veri maestri e vibrano attraverso il mondo. Specialmente quando questa notizia giunse a Sach Khand (la vera dimora eterna), sembrò che tutti i Guru fossero venuti qui per ascoltare la recitazione di questo libro sacro. Anche Guru Govind Singh è seduto qui e ascolta. Da ogni poro del corpo dei Maestri fluiscono benedizioni su tutti gli esseri umani. Questo sforzo è stato fatto per il beneficio del mondo. Le sacre parole del Guru Grant Saheb sono grandi mantra. Chi compie il rituale correttamente e recita questi mantra otterrà giustizia, ricchezza, felicità, salvezza e la realizzazione di tutti gli altri desideri della vita. L'anima nuoterà in onde di beatitudine e il fango del mondo scomparirà dagli occhi. Shri Mahaprabhuji desidera veramente che la religione Sikh, esempio di vera devozione al Guru, progredisca nel mondo intero. Questo è un antico testo sacro Indiano, nel quale è contenuta l'essenza di tutti i Veda e di altre scritture.

Dopo aver provato la dolcezza delle proprie esperienze, i grandi Maestri le hanno trascritte per il beneficio del mondo e conservate come un tesoro per le generazioni future. Dobbiamo conoscere la religione Sikh per salvare l'umanità dall'attaccamento, dall'ego, dall'illusione e dagli altri mali. Questa religione insegna le qualità divine come il patriottismo, la spiritualità, la conoscenza, il distacco.

Un uomo può raggiungere qualunque cosa quando si arrende al proprio Guru.

Secondo il desiderio divino di Shri Mahaprabhuji, la Rivoluzione deve essere compiuta pacificamente; finché non saremo capaci di ribellarci alle negatività dei nostri cuori e delle nostre menti, non saremo in grado di raggiungere lo scopo della vita.

Babaji vuole che vengano rimossi ed aboliti tutti gli elementi che indeboliscono la religione Sikh.

Dobbiamo avere grande fede e amore per la nostra religione.

I grandi Maestri hanno gentilmente dato inizio a questo culto come l'essenza di tutte le religioni. Per molti giorni si è tenuto qui un raduno di questo culto. Shri Mahaprabhuji esprime i Suoi auguri e dà le Sue benedizioni ai seguaci di tutte le religioni. Cooperate con la religione Sikh e progredite sulla giusta Via.

 

JEDA RAH PAKHA ODI HAR MAIDA ME PALAH

Colui che è amato da Dio

è vittorioso in ogni cosa della vita

 

Sia onorata la Santa Via del Guru

Sia onorata la Vittoria del Guru.

Discorso di Shastriji. Hairakhan, aprile 1982

 

 

44.

I COLPEVOLI DEVONO ESSERE PUNITI

Per la sicurezza dobbiamo usare la forza

 

Lo stato d'animo del Signore si oppone alla non-violenza, la non-violenza sta affondando il mondo. I colpevoli devono essere puniti. Per la sicurezza dobbiamo usare la forza. Babaji ora vuole creare delle persone violente affinché le persone crescano in saggezza ed imparino a discriminare e a prendere decisioni corrette.

Ora voi vedete Dio in una forma dolce, ma in futuro ne vedrete una dura.

La pace verrà solo dopo il Kranti, la Rivoluzione. La Rivoluzione verrà molto presto e si diffonderà nel mondo in un batter d'occhio; per questo motivo Babaji ci sollecita continuamente ad essere vigili.

Discorso di Shastriji su istruzioni di Shri Babaji.

Hairakhan, 5 maggio 1982

 

 

45.

L'INTERA UMANITÀ È IN PERICOLO

La gente verrà uccisa dai gas

 

Ho completato tre quarti del lavoro per il quale sono venuto, ne rimane solo un quarto. Lo scopo di questo incontro è di darvi una visione degli eventi futuri.

Il Punjab, il Bengala Occidentale ed altri paesi musulmani, saranno completamente distrutti e non si troverà traccia della loro esistenza. La maggior parte dell'America verrà distrutta. La Russia sopravviverà. Ai tempi dei Pandava (il tempo di Krishna), in Russia fu compiuto uno yajna, per cui la Russia sarà sempre protetta. In Siberia, in una comunità, esiste un tempio dedicato ad Hanuman, dove Hanuman è rappresentato mentre serve Sita e Ram. In qualche modo ci sarà pace in Russia.

Babaji di nuovo ci avverte di essere attenti: sta arrivando una Grande Rivoluzione.

Questa Rivoluzione non è di tipo ordinario, non se n'è mai vista prima una così, fra il cielo e la terra. Sarà stupefacente e terribile. La distruzione sarà tale che la gente morirà lavorando, dormendo o stando in piedi; la gente verrà uccisa dai gas, l'intera umanità è in pericolo.

Babaji ci ricorda di essere pronti: sta arrivando.

Parole di Babaji. Hairakhan, 5 maggio 1982

 

 

46.

HAIRAKHAN COME BADRINATH

Non potete immaginare quanto freddo farà ad Hairakhan

 

La temperatura ad Hairakhan diventerà come a Badrinath. La neve coprirà le colline, le valli e le sponde del fiume Gotam Ganga. Non potete immaginare quanto freddo farà ad Hairakhan; l'atmosfera cambierà completamente. Farà così freddo che la gente morirà.

Chi ripete OM NAMAH SHIVAY, chi è giusto, chi è devoto al Signore, sarà protetto.

Parole di Babaji. Hairakhan, 13 maggio 1982

 

 

47.

GLI ITALIANI

Oggi gli italiani sono una grande delusione

 

Gli italiani vengono qui in grande numero, la loro devozione è grande. Se a Hairakhan ci fossero 200 italiani, causerebbero una rivoluzione nell'ashram; oggi gli italiani sono una grande delusione, sono pigri e vogliono solo dormire. Non amano lavorare. Voglio dei buoni cavalli sempre attenti che non dormano neppure di notte, l'Italia è degenerata da ciò che era durante l'impero romano, ora è caduta.

Voglio che le future generazioni in Italia siano migliori; tutti gli italiani devono essere pronti alla Rivoluzione.

Le impurità devono essere sradicate; desidero che capiate cosa insegno.

Voglio che cooperiate a diffondere in Italia la notizia che sta arrivando una Rivoluzione; dovete pubblicarlo in tutti i giornali e i mass media. Annunciate che è in arrivo una nuova Rivoluzione. Dovete diventare coraggiosi, soldati del vostro paese e diffondere le notizie attraverso qualsiasi mezzo nel mondo.

Ripetete OM NAMAH SHIVAY e continuate le vostre pratiche di devozione.

Parole di Babaji. Hairakhan, 14 maggio 1982

 

 

48

TRATTAMENTO TERAPEUTICO DI SWAMIJI

Curerà chi è posseduto dagli spiriti

 

Le persone che vogliono essere curate possono andare da Swamiji. Questo trattamento taglierà alla radice ogni malattia e curerà chi è posseduto dagli spiriti. Abbiate fede nel procedimento e sarete curati. Voglio rimuovere la pigrizia dal mondo, ciò succederà. Voglio un mondo di gente coraggiosa, dovete obbedire e cercare di evolvere verso il coraggio.

Parole di Babaji. Hairakhan, 18 maggio 1982

 

 

49.

IL CATTIVO USO DELLA NON-VIOLENZA

La gente è diventata senza vita ed il loro sangue come acqua

 

Mi congratulo con voi tutti per il progresso che avete fatto nel servizio universale che si svolge qui. Questo lavoro non è soltanto per il progresso individuale, ma per il progresso di tutta l'umanità. I progressi fatti a Hairakhan Vishva Mahadham beneficiano l'universo. Siete fortunati di essere a Hairakhan: persino gli dei desiderano essere qui.

L'umanità sta facendo un grave errore mal usando la non-violenza. Molte volte vi ho detto questo. Voi siete venuti in questo mondo per vivere, non per essere morti. Il lavoro che voglio compiere è di rimuovere il cattivo uso della non-violenza. La gente è diventata senza vita ed il loro sangue come acqua. Dovete essere forti e coraggiosi, senza paura di niente. Non dovete avere paura di essere bruciati dal fuoco e annegati dall'acqua. Se siete forti e coraggiosi niente vi farà male, neanche la bomba atomica. Dovete essere senza paura, sia per voi che per tutta l'umanità.

Più di metà del mio lavoro è finito. Ci sono devoti che lavorano in tutto il mondo. Completerò il resto del mio lavoro da qui. Ora termino il discorso.

Parole di Babaji. Hairakhan, 21 giugno 1982

 

 

50

GRANDI ASHRAM

Come esistono le isole nel mare costruite ashram nell'oceano del mondo materiale

 

Voi tutti dovete cantare bhajan ovunque siate. Nella vostra terra dovete riunirvi almeno una volta alla settimana per cantare bhajan e kirtan. Io insisto sul Karma yoga: il lavoro è il vero bhajan. Un uomo che non fa nulla è un cadavere. Voi dovete lavorare. Costruite ashram. Come esistono le isole nel mare, così costruite ashram nell'oceano del mondo materiale. Non fate piccoli ashram come capanne individuali, ma ashram grandi, centrali, dove molta gente possa riunirsi ed imparare a lavorare insieme. Tutti voi avete lavorato qui molto duramente, con amore. Chi dedica se stesso al servizio universale è fortunato e grande.

Mattina e sera dovete trovare il tempo di leggere le scritture di Hairakhan.

È dovere di ognuno far crescere la bellezza e la pulizia dell'ashram. Fa parte del nostro yoga mantenere la pace e l'ordine nell'ashram. Tutti devono fare attenzione che nell'ashram non si infiltrino indesiderati parassiti. Nessuno deve usare droghe intossicanti. Ognuno deve controllare tali parassiti e consumatori di droga e mandarli via. Ciascuno qui è un soldato di Hairakhan. Fate il dovere per il dovere. Siate preparati ai sacrifici, non abbiate paura delle maree e delle fiamme della vita. Siate attenti e pronti ad affrontare mutamenti.

Diffondete questo messaggio nel vostro paese. È venuto il tempo.

Avete capito? State attenti.

Parole di Babaji. Hairakhan, 25 giugno 1982

 

 

51.

REALIZZARE LA PACE DENTRO E FUORI DI SÉ

Solo chi lavora intensamente è vivo

 

Tutti avete lavorato con amore e devozione e vi ringrazio. Dovete essere diligenti, perseveranti e grandi lavoratori; la pigrizia è negativa. Un uomo pigro è come un cadavere. Solo chi lavora intensamente è vivo. Lavorare è il dovere di ognuno, ricco o povero, re o soldato, vecchio o giovane, maschio o femmina. Se necessario dovete compiere il più umile servizio senza esitare. Colui che occupa una posizione elevata,e compie il servizio più umile, diventa un esempio per gli altri. Lavorando intensamente l'uomo può realizzare la pace dentro e fuori di sé. Se ognuno lavora con diligenza e amore ci sarà pace in tutto il mondo.

Parole di Babaji. Hairakhan, 29 giugno 1982

 

 

52.

CAMBIARE IL CUORE DEGLI UOMINI

Sviluppare il sé più elevato e distruggere il legame con la natura inferiore

 

Coloro che vengono qui non devono essere pigri. Dovete essere pronti a lavorare. Desidero che tutti siano coraggiosi, attivi e grandi lavoratori. Non perdetevi mai di coraggio. Poiché avete ottenuto una nascita umana dovete cercare la realizzazione, e per avere successo dovete lavorare duramente. Una persona pigra è un peso per il mondo; per cui vi dico di lavorare duramente e fate che gli altri facciano altrettanto.

Ci fu un solo Cristo, ma attraverso di Lui molti sono stati trasformati. Non pensate che ci saranno molti come Cristo, Ram o Krishna. Nella storia è bastato un solo uomo determinato per condurre gli altri a cambiare il mondo.

I tempi cambieranno e dovete decidere nei vostri cuori di lavorare ed essere coraggiosi. Solo coloro che sono forti come il ferro possono avere successo. Diventare forti non vuol dire diventare duri e senza cuore. Diventare forti vuol dire andare oltre il piacere e il dolore, oltre il caldo e il freddo.

Il creato è vasto e molte sono le dottrine; aderite al principio di verità, semplicità e amore e praticate il Karma yoga. Questa, più delle altre, è un'Era di grande distruzione. L'uomo è diventato schiavo della sua natura inferiore. Sono venuto a guidare l'umanità verso una via più elevata. Non appartengo a nessuna religione particolare, rispetto tutte le religioni. Cerco l'elevazione di tutta l'umanità. Occorre sviluppare il sé più elevato di tutte le persone e il legame con la natura inferiore deve essere distrutto. Questo legame con la natura inferiore sarà distrutto in tutti i paesi del mondo cambiando il cuore degli uomini. Capite? Se capite dovete vivere nella verità, semplicità e amore e diffondere questo messaggio nel mondo.

Questo ashram vi appartiene; dovunque andiate insegnate agli altri la stessa disciplina di questo posto. Diventate forti e aiutate gli altri a fare lo stesso. Siate molto attenti e all'erta, preparatevi ad affrontare e a far fronte ai tempi che verranno.

Parole di Babaji. Hairakhan, 29 luglio 1982

 

 

53.

CINA, RUSSIA E INDIA

I templi e i centri religiosi che erano stati distrutti, saranno ricostruiti

 

Voglio dirvi di nuovo che dovete essere diligenti nel vostro lavoro. Il mondo richiede un duro lavoro e un'azione costruttiva, per cui dovete applicarvi totalmente al vostro lavoro. Non lasciatevi trascinare indietro, cercate di andare avanti. Ogni passo avanti sarà di beneficio per tutto il mondo. Compiere il vostro dovere è l'azione più alta, più di qualsiasi altra pratica. Il proprio dovere innanzitutto. Il risultato di un lavoro fatto con impegno rende felici, mentre il risultato della pigrizia è sofferenza. I problemi di questo mondo sono il risultato della pigrizia. Vi ripeto questo affinché lavoriate e ne abbiate beneficio.

Tutti hanno lavorato molto nel giardino dell'ashram e potete vederne il risultato: come è diventato verde. Ora state lavorando per il frutteto dell'ashram. Voglio sottolineare che questi campi non sono per me, sono per tutti. Gli stessi diritti che Io ho su questa proprietà, li avete voi. Voglio che diventiate guerrieri coraggiosi e compiate il vostro dovere per fare del bene a voi stessi. Voglio vedere liberati dalle illusioni del mondo materiale tutti coloro che ne dipendono. La stessa vita è incerta, e in questo momento il mondo è in pericolo a causa delle armi atomiche e dell'energia nucleare, che sarà eliminata. Voglio un mondo di gente forte e coraggiosa. Chi lavora molto, pur essendo ateo, è più accettabile degli ipocriti pigri spirituali.Voglio vedere eliminato l'uso negativo della non-violenza. Seguendo false dottrine l'uomo ha indebolito il proprio sangue e la capacità di discriminare. Chi predica la finta pace agisce contro il significato e lo scopo della vita: diventa come un mulo senza testa che porta pesi inutili sulle spalle. Tutti voi dovete unirvi per questo lavoro universale, per realizzare queste cose qui e ora. Chi segue il cammino spirituale è attivo.

In Cina, in Russia e in India i templi e i centri religiosi che erano stati distrutti, saranno ricostruiti. La gente è sempre più cosciente della forza della potenza spirituale.

Ognuno di voi deve coltivare il coraggio interiore, per vincere le tendenze negative di questo periodo. Non ci sono stati centinaia di Ram, Krishna o Mosè, ma essi, come i grandi politici della storia, hanno avuto un grande effetto su tutto il mondo. Ma questi sono stati solo piccoli cambiamenti, oggi si prospetta un periodo di cambiamento grande come ai tempi del Mahabharata. Non indietreggiate nel vostro lavoro, andate sempre avanti. Il Karma yoga è il vostro primo dovere. Vi ho già detto queste cose molte volte. In ogni momento, con ogni respiro, mentre mangiate, dormite o lavorate: ricordate sempre il nome di Dio.

Parole di Babaji. Hairakhan, 17 agosto 1982

 

 

54.

IL VERO DEVOTO

Fede incrollabile e mente ferma

 

Un devoto occidentale chiese a Babaji il permesso di ottenere un visto a lungo termine per ritornare in India e donare tutti i suoi averi a Babaji. Questo devoto aveva recentemente incontrato un altro discepolo di Babaji che gli aveva offerto di conferirgli un iniziazione allo yoga e chiedeva a Babaji se poteva accettare quest'offerta. Babaji rispose:

"Devi ritornare nel tuo paese perché hai perso la fede. Se tu fossi un vero devoto avresti una fede incrollabile ed una mente ferma. Come puoi credere che un uomo che non è lui stesso uno yogi, possa iniziarti allo yoga? Questo non mi piace. Affidandoti il compito di pujari del tempio, ti ho accettato come devoto. Ai Miei devoti do la Mia benedizione, con la quale saranno sempre protetti e potranno essere senza paura. Sono responsabile della vostra liberazione. Vi darò personalmente qualsiasi iniziazione di cui abbiate bisogno. Perché dovreste dunque dubitare o cercare da un'altra parte?"

Babaji continuò rivolgendosi al devoto:

"Puoi ricevere ogni cosa da Me, la tua fede deve essere solida come il monte Meru. Anche se il sole e la luna cambiassero il loro corso, la fede di un devoto non deve essere scossa. Un vero devoto deve essere pronto a dare la propria vita per Dio e avere fede fino all'ultimo respiro. Non fatevi mai toccare da false dottrine; tu sei protetto in ogni momento."

Parole di Babaji. Hairakhan, 1 settembre 1982

 

 

55.

COME CANTARE I BHAJANS

Dolcemente e morbidamente, come il fiore dona il suo nettare

 

I bhajans devono essere cantati dolcemente e morbidamente, come il fiore dona il suo nettare. I tamburi, le cinta e gli altri strumenti musicali devono essere suonati piano. Alcuni bajans sono più adatti a certe ore della giornata. Ascoltate e imparate a fare la giusta selezione per il mattino e per la sera.

Parole di Babaji. Hairakhan, 14 settembre 1982

 

 

56.

ACQUA E CENERE DEL FUOCO SACRO

Devono essere usate come benedizione da Hairakhan, per curare

 

Invito tutti coloro che vengono a Hairakhan a ritornare nei propri paesi con dell'acqua del Gotam Ganga e della cenere del Fuoco Sacro. Devono essere usate come benedizione da Hairakhan, per curare.

Parole di Babaji. Hairakhan, 16 settembre 1982

 

 

57.

IL PIÙ ALTO DOVERE DELL'UOMO

Mostrare il cammino di verità, semplicità e amore

 

Lo yoga più alto e il più alto dovere dell'uomo è mostrare il cammino di verità, semplicità e amore. Il lavoro accurato è una grande qualità su questo cammino e la pigrizia è la morte sulla terra. Solo attraverso il lavoro si può giungere alla vittoria sul karma. Tutti devono compiere il proprio dovere con tutte le forze e nel miglior modo possibile e non tralasciare mai questo compito.

Il primo dovere è servire l'umanità. In questi tempi disumanità e pigrizia sono aumentate, per questo è importante che lavoriate duramente senza perdere il coraggio. Siate forti, abbiate coraggio e lavorate duramente.

Parole di Babaji. Hairakhan, 30 settembre 1982

 

 

58.

HAYAGRIVA (MUSO DI CAVALLO)

Shastriji parla di Hairakhan

 

Attraverso Shastriji, Shri Babaji parlò di Hairakhan e chiese che si pubblicasse un opuscolo sul contenuto del discorso.

Hairakhan Vishva Mahadam, residenza di Shri Hairakhan Babaji, è il luogo più sacro della terra. Chiunque venga qui è parte di una famiglia universale e deve mostrare al mondo la propria vigilanza e buon carattere. Babaji non ama due caratteristiche delle persone: comportarsi come pecore correndo l'una dietro all'altra, e la falsità o disonestà. Shri Babaji si è manifestato per cambiare gli esseri viventi, per elevarne il livello di coscienza, e portarli tutti all'illuminazione.

La base comune a chi viene a Hairakhan è la fede in Babaji e nel Suo insegnamento. La fede si sviluppa con il tempo, come anche il numero delle persone che arrivano da Babaji. Babaji non ha mai viaggiato fuori dall'India e questo prova la grandezza e il fascino di questo luogo; come tutti i fiumi confluiscono al mare, allo stesso modo la gente giunge a Hairakhan da tutte le parti del mondo.

Secondo il calendario tradizionale indiano, stiamo vivendo ora nel ventottesimo kalpa. Manu e Shatrupa erano il primo uomo e la prima donna del primo kalpa, erano santi e sapienti. Dall'inizio della creazione, Manu (da cui deriva la parola Manasarovar) e Shatrupa fecero penitenze in questo luogo sacro. Qui, sul monte Kailash, è stato celebrato il primo yajna; a quel tempo qui esistevano solo fitte foreste e tutto, da qui a Delhi e verso il nord, era coperto da neve e ghiacci; col tempo si svilupparono delle città e l'area si popolò. Insieme con Lord Shiva, che aveva qui la sua sede principale, Manu e Shatrupa si trasferirono sul monte Kailash in Tibet, anche il lago Manasarovar si spostò a nord. Il primo Manu ha celebrato a Hairakhan il primo yajna, mentre l'ultimo Manu lo ha celebrato sul monte Kailash tibetano.

È stato qui che Shiva e Parvati (la figlia dell'Himalaya) sono venuti a vivere. Lord Shiva rinasce sempre qui, con la Sua corte e i servitori e gioca i Suoi lila divini.

La residenza di Lord Shiva è la cima del monte Kailash, e la grotta alle sue pendici è il luogo divino delle Sue austerità. L'originale posto sacro del fuoco è ancora oggi sul Kailash, così come il segno dell'acqua del lago Manasarovar. Anche Lord Vishnu fece austerità sul monte Siddheshvar, la cima ad est del monte Kailash. Quando Shiva era sul Kailash e Lord Vishnu sul Siddheshvar, il grande rishi Gotam venne a fare pratiche spirituali. Grazie ai poteri ottenuti con la penitenza, il rishi creò il fiume Gotam Ganga, che ancora oggi scorre qui. Il rishi Gotam andava ogni giorno sul Kailash ad adorare il Signore Shiva. Il fiume era molto largo e difficile da attraversare e il rishi gli chiese di restringersi. Ma il Gotam Ganga rifiutò la richiesta ed il rishi contrariato lo spinse sotto terra, dove fluì fino a raggiungere il Gange a Benares. Questo corrente sotterranea esiste tuttora. Il rishi ebbe poi compassione di Gotam Ganga e lo riportò alla superficie nella valle di Hairakhan, dove cominciò a scorrere in un corso più stretto, come oggi. Un tempo questo era il fiume più grande dell'India. Chiunque si bagni in queste acque sacre sarà liberato dall'oceano di questo mondo.

Il nome di Hairakhan deriva dal tempo in cui Lord Vishnu si incarnò ad Hairakhan come Hayagriva (muso di cavallo), poiché un demone che aveva queste sembianze aveva ricevuto il privilegio di poter essere ucciso soltanto da chi avesse un viso come il suo. Lord Vishnu prese quindi questa forma e lo uccise. Tutto ciò successe qui, perciò questo luogo fu conosciuto come Hayakhand (khand significa posto o zona); nel tempo il nome si trasformò in Hairakhan.

Un giorno Kartikeya, figlio di Shiva, chiese al padre cosa sarebbe successo agli uomini durante il Kali Yuga, quando il mondo sarebbe stato travolto dalle difficoltà. Shiva rispose che si sarebbe manifestato a quell'epoca per salvare il mondo e liberare chi si rivolgesse a Dio. Così Shiva oggi vive fra noi, incarnato in Shri Babaji, che serve l'umanità a Hairakhan.

A Hairakhan le persone non sono costrette a un particolare tipo di devozione o insegnamento. Tutti hanno diritto di seguire il proprio cammino devozionale. Voi potete vedere lo sviluppo raggiunto da questo posto. Non tutti coloro che vengono qui sono ricchi o privilegiati, ma tutti sono stati chiamati attraverso il loro cuore. Come l'aria entra nel vuoto per riempirlo, così anche voi siete stati chiamati. Molti occidentali che giungono qui sono stati santi nelle vite precedenti. Sono nati in una cultura tecnologicamente avanzata per esaudire certi desideri karmici, ma tornano poi da Babaji quando questo karma sta per finire.

Shri Babaji ci insegna l'unità della creazione. Tutti noi siamo composti da cinque elementi, abbiamo Uno spirito, siamo Una umanità e Una famiglia sotto tutti gli aspetti. Le limitazioni derivano dalle ideologie politiche e sono state create dai leaders mondiali che creano differenze e divisioni secondo le necessità dei tempi, dei luoghi e della cultura. Ogni essere umano che nasce su questa terra ha il diritto di amare e seguire Dio. Le limitazioni derivano da errate credenze umane. Babaji è apparso per illuminare le menti e i cuori degli uomini, perché tutti realizzino l'unità e l'armonia.

Hairakhan, novembre 1982

 

 

59.

JAPA

Il nome di Dio è l'acqua per pulire il vostro cuore

 

La ripetizione del nome di Dio (japa) è la pratica spirituale più efficace nell'epoca attuale. Lo spirito di Dio non può essere sentito da chi cova nel cuore la gelosia e la cattiveria nei confronti degli altri. Occorre ripetere il nome di Dio con un'intenzione profonda, accompagnando ciò da pratiche di purificazione spirituale. A sua volta la pratica deve essere accompagnata dal Karma yoga, altrimenti diventa vuota. Ripetizione del nome e Karma yoga vanno di pari passo. La ripetizione del nome di Dio deve aumentare di giorno in giorno. Solo allora il vostro cuore e la vostra mente saranno purificati e troverete Dio dentro di voi. La mente può essere purificata solo mediante la japa: è l'unica medicina per la malattia della mente. Finché la vostra mente e il vostro cuore sono impuri, come può Dio abitare in essi? Il nome di Dio è l'acqua per pulire il vostro cuore.

Non voglio gente pigra, la japa non sostituisce il Karma yoga, japa e lavoro devono essere fatti insieme. Dovete essere attivi al servizio di Dio, come il re Janaka che governò il suo popolo mantenendo la mente fissa sul mantra. Non voglio che la japa sia un pretesto per la pigrizia. Ripetete il nome di Dio mentre lavorate e sarete liberati. Non voglio che il nome di Dio sia come acqua stagnante, deve essere come acqua che scorre scintillante.

Lavorate e siate luce. Ripetete il nome di Dio. Ripetete il nome di Dio con la mente sempre concentrata.

Dobbiamo sempre avere pensieri positivi gli uni per gli altri.

Quando vi incontrate salutatevi dicendo JAI MAHA MAYA KI. Maha Maya è la grande energia dell'universo.

Parole di Babaji. Hairakhan, 16 novembre 1982

 

 

60.

SALVARSI ATTRAVERSO IL MANTRA

Quando siete Uno col Divino, allora accettate la morte

 

Domanda:

Quando scoppierà la guerra atomica e una bomba cadrà, per esempio su Bombay, tutti, devoti inclusi, moriranno. Cosa significano allora le parole di Babaji: "salvarsi attraverso il mantra"?

Shri Babaji risponde:

La paura della morte è nata con l'uomo, essendo l'unica cosa certa che sa che gli accadrà. L'attaccamento alla materia è la causa dell'attaccamento alla vita. Quando cantate il nome del Divino, quando siete Uno col Divino, allora accettate la morte. Invece quando siete attaccati alla vita e avete paura della morte, morite con quella paura e quel peso rimane attaccato a voi. Se avete raggiunto la liberazione siete liberi dalla morte (accettate l'inevitabile). Se morirete senza paura, ricordando il nome di Dio, la vostra anima lascerà il corpo libera da quella paura. Non avrete paura anche se rinascerete. Se morirete nell'unione, sarete liberi dal ciclo di morte e rinascita, a meno che, volutamente, non scegliate di rinascere.

Parole di Babaji. Hairakhan, 1 dicembre 1982

 

 

61.

C'È SOLO UN INSEGNAMENTO DA DARE

Fate che il seme di amore per l'umanità che è in voi fiorisca e porti frutto

 

Mi congratulo e benedico tutti coloro che sono radunati qui da tanti diversi paesi, in questo momento di buon auspicio. Questo giorno è molto felice e sacro. Qui, a Hairakhan Vishva Mahadam, genti di diversi fedi e religioni si sono radunate per celebrare con grande religiosità la nascita del Signore Cristo. Devoti di Cristo hanno contribuito col loro duro lavoro, con corpo, anima e mente a rendere grande questa celebrazione. Questa è un'occasione di buon auspicio che ha importanza storica. Oggi tutti sono benedetti. Il vostro corpo, mente ed anima sono purificati. Siete venuti con fede, amore e devozione, come avete fatto negli anni passati, per celebrare la nascita di Cristo con grande entusiasmo. C'è solo un insegnamento da dare: siate umani. Le persone di tutti i paesi devono unirsi come fratelli. Tutti voi dovete essere felici e in buona salute e apprezzare la gioia di vivere. La cosa più elevata al mondo è il karma, il duro lavoro. L'uomo pigro è senza vita. Diffondete questo messaggio nel vostro Paese, diffondete la luce del Dharma (il giusto modo di vivere in sintonia con Dio) nei cuori degli altri. Fate che il seme di amore per l'umanità che è in voi fiorisca e porti frutto. La forza organizzata è sempre più potente di quella individuale. Fate che il messaggio di quest'organizzazione si diffonda in tutto il mondo. I Veda proclamano: crescete in saggezza e conoscenza e risvegliate le persone attorno a voi.

Liberate il cuore dall'odio e dalla gelosia. La stessa cosa è stata più volte scritta nella Bibbia e detta da Cristo. Dove c'è odio e gelosia, non esiste religione. Se la gente fosse umana, non sarebbe necessario costruire bombe atomiche, le armi sarebbero state abbandonate molto tempo fa.

Tutti voi avete sacrificato cuore, mente e anima per aumentare la bellezza di Hairakhan. Facendo questo, lavorando qui, tutti voi avete messo la vostra energia e avete lavorato così duramente che questo Vishva Mahadam è la vostra anima. La struttura di questo posto è ora in ciascuno di voi.

Siate felici. Vivete insieme, in pace. Il messaggio divino dei grandi Rishi del passato non ha avuto successo finora. Nel Tetra Yuga ci fu l'incarnazione di Shri Ram, nel Dvapara Yuga si incarnò Shri Krishna. Persino dopo la grande guerra del Mahabharata gli ingiusti prevalevano e gli innocenti erano molestati. Così la benedizione dei grandi Rishi affinché tutti vivessero felici non si realizzò neanche in quei tempi. Ma, usando come base il mantra OM NAMAH SHIVAY, abbiamo grande speranza che le persone venute qui, da tanti paesi, tornino portando con loro questa santa vibrazione, e che la pace si diffonda ovunque.

Parole di Babaji. Hairakhan, 24 dicembre 1982

 

 

62.

I SEMI DEL DHARMA

Molte saranno le montagne da attraversare, ma non fermatevi, finché non avrete raggiunto la meta

 

Sono felice di vedervi qui, vi benedico e mi congratulo con voi per essere venuti a organizzare e rendere questa celebrazione così riuscita. I semi del Dharma sono stati piantati nei vostri cuori affinché possiate accendere i cuori di altri. Desidero il benessere di tutte le persone del mondo. Tutti voi dovete lavorare per perfezionare l'umanità. Salvando l'umanità, voi stessi vi salverete.

Individualmente alcuni leaders hanno diffuso veleno in tutto il mondo. Voglio che questo veleno sia rimosso. Imparate ad amare la vostra religione e siate voi stessi i soldati del vostro paese. Cercate di sentire questo nel cuore. Dovete lavorare per elevare l'umanità e sradicare la superbia, la gelosia e l'odio. Oggi l'umanità è in grande pericolo e non esiste sicurezza personale, o dei propri beni. Questo non riguarda una sola nazione, ma tutto il mondo.

Unitevi in un'organizzazione per ottenere forza, guadagnando la buona volontà della maggioranza delle persone. Unitevi in amore per elevare voi stessi. Tutti, oggi, devono fare interiormente voto di sacrificare ogni cosa per l'unità. Liberatevi dagli attaccamenti del cuore e in nome del Dharma siate sempre pronti a tuffarvi nelle fiamme e nell'acqua della vita. Siate pronti a bruciare le vostre stesse ossa, se necessario, per assicurare il bene pubblico e la giustizia. Molte volte vi è stato detto che la pigrizia equivale alla morte e vi distruggerà. Un uomo che passa il tempo nell'ozio è un uomo morto. Sta arrivando il tempo in cui bisogna lavorare per salvarsi.

In questo mondo tutta cambia continuamente. Ciò che facciamo o sentiamo ora, cambierà il prossimo momento. Sorgeranno grandi città dove un tempo c'era il mare e mare dove c'erano città. Siete intelligenti e sapete queste cose, così non c'è bisogno di dirvi altro su questo argomento. Il Karma yoga è la cosa più elevata di questi tempi e vi libererà. Nelle scritture è scritto che quando gli yuga arriveranno alla fine, come sta ora succedendo, soltanto il Karma yoga potrà essere di aiuto.

Il Signore Rama si incarnò e ci fu una guerra tra Rama e Ravana che durò 14 giorni. Durante l'incarnazione di Krishna ci fu una guerra di 18 giorni. In questo yuga la distruzione non prenderà giorni, ore, minuti. La distruzione avverrà in un batter d'occhi e sarà tale che coloro che dormiranno saranno lasciati dormire e coloro che staranno in piedi rimarranno in piedi. L'intero mondo sarà trasformato così. In questa distruzione (rivoluzione) ogni cosa finirà, niente rimarrà uguale. Voi dovete quindi abbandonare il vostro attaccamento per il mondo. Solo la ripetizione del nome di Dio vi sarà utile, altrimenti non avrete speranza. I nomi di Dio sono più potenti di 1000 bombe nucleari. Aiutatevi ripetendo il nome del Signore.Tutti voi sapete che il nome del Signore è la cosa più elevata. Perché attaccate la mente alle cose transitorie di questo mondo? Perché non trascorrete il vostro tempo meditando, ripetendo il nome del Signore? Attaccatevi a Dio. Siate coraggiosi e avanzate sempre. Molte saranno le montagne da attraversare, ma non fermatevi, finché non avrete raggiunto la meta. Siate forti e non scoraggiatevi mai.

Parole di Babaji. Hairakhan, 26 dicembre 1982

 

 

ANNO 1983

 

63.

AGLI ITALIANI

Perché venite qui da così lontano?

 

Ognuno deve arrivare in tempo al darshan, ai kirtan e all'arti. Organizzate il vostro tempo in maniera efficiente, così sarete pronti. Quando tornate in occidente, fate l'arti e kirtan. Ognuno può fare arti e puja nella propria casa. Non mi piace la pigrizia e il pettegolezzo. Siete nati su questa terra per lavorare. Lavorate duro! Dopo la morte, cosa mostrerete a Dio? Lavorate duro, non solo qui, ma ovunque voi siate!

Shri Babaji agli italiani:

Non usate droghe intossicanti, ma imparate dalla devozione e dalla purezza di Gora Devi16. Perché venite qui da così lontano per perdervi nelle droghe? È severamente proibito e dovete abbandonare quest'atteggiamento, poiché non c'è progresso in ciò: rimanete uguali. Una volta Roma era la città più grande, poi è degenerata. Non ripetete la storia a Hairakhan. Dovete imparare a non usare droghe, così potrete insegnare lo stesso agli altri.

Parole di Babaji. Hairakhan, 5 gennaio 1983

 

 

64.

I SOLDI

Se vi arrivano dei soldi usateli per buoni scopi

 

Tutti voi dovete imparare ad essere disciplinati, a essere vigili 24 ore su 24. Se non siete disciplinati e usate il tempo invano non serve venire ad Hairakhan. Tutti devono fare voto di lavorare e servire sempre. Pensate cose buone e fate cose buone, mantenete pensieri positivi nella mente.

Secondo il mio piano solo chi pratica il Karma yoga raggiungerà la liberazione. Esistono molti yoga: Bhakti yoga (l'unione attraverso la devozione), Jnana yoga (l'unione attraverso la conoscenza), Prem yoga (l'unione attraverso l'amore), ma in questo tempo solamente il Karma yoga può essere di beneficio.

Vi insegno a utilizzare il tempo in modo industrioso. Qualsiasi lavoro facciate, fatelo nel nome di Babaji. Se vi arrivano dei soldi usateli per buoni scopi.

Dico tutto questo per servire l'umanità. La cosa migliore è lavorare, avere pensieri positivi e dedicare la propria vita al servizio dell'umanità. La sola necessità di questo yuga è il servizio attraverso il Karma yoga. Tutti devono diffondere questo messaggio. Sempre più gente deve familiarizzare con questi pensieri e insegnamenti. Ogni angolo del mondo deve risvegliarsi a queste parole. È mio desiderio che ci sia armonia nell'universo. Il mio è un progetto d'amore, dove il leone e la capra possono bere allo stesso pozzo.

Detesto la pigrizia. Il duro lavoro vi farà del bene. Quando il tempo viene dovete essere preparati a fare qualsiasi tipo di lavoro vi si presenti.

Parole di Babaji. Hairakhan, 9 gennaio 1983

 

 

65.

COMBATTETE PER LA VERITA'

Aiutate tutti coloro che vivono nell'inganno e mostrate loro il sentiero della giustizia

 

Ogni giorno vi sono impartiti degli insegnamenti. È stato indetto un meeting generale per il 25 febbraio. Sempre più gente deve partecipare a questi meetings.

Tutti voi che siete qui, da tutti i paesi, dovete impegnarvi a diffondere il messaggio di Babaji. Aiutate tutti coloro che vivono nell'inganno e mostrate loro il sentiero della giustizia. Oggi le società sono degenerate; dovete aiutarle ad elevarsi. Suggerite alla società che il lavoro è la cosa più alta. Avanzate con coraggio e audacia. Proseguite a lavorare per migliorare il genere umano e per consolidare la via della verità.

Voglio un mondo di gente audace e coraggiosa, e voi dovete rendere la prossima generazione audace e coraggiosa a sua volta. Sono contro la non-violenza, che rende l'essere umano un codardo. Combattete per la verità! Per affrontare la vita dovete avere grande coraggio ogni giorno. Molte volte vi ho detto che attraverso il Karma yoga Io vi darò la liberazione. Un cambiamento nel mondo sta arrivando velocemente. Il cambiamento non è niente di nuovo: è la legge della natura. Nel ritmo della natura chi nasce è destinato a morire, chi muore dovrà rinascere. Dobbiamo affrontare l'imminente distruzione del mondo con coraggio. Vi voglio sempre all'erta e attenti. Siate pronti ad affrontare il mondo. Pensate il bene. Siate buoni. Fate il bene.

Parole di Babaji. Hairakhan, 16 gennaio 1983

 

 

66.

OM NAMAH SHIVAYA

È come nettare: nutrite tutti con questo nettare

 

Dopo l'arti serale, mentre si cantavano i bhajan, Babaji incoraggiò la gente a danzare attorno al tempio. Circa 25 persone danzarono per 10-15 minuti. Dopo, Babaji disse:

Così come avete danzato attorno al tempio, dovete danzare attorno al tempio, o alla murti o alla fotografia di Baba nella vostra città, ovunque viviate, in ogni città o paese, in tutto il mondo, in gruppo, cantando kirtan e OM NAMAH SHIVAY almeno una volta alla settimana. Diffondete ovunque OM NAMAH SHIVAY in questo modo. Nessun luogo della terra deve rimanere senza conoscere OM NAMAH SHIVAY. OM NAMAH SHIVAY deve essere diffuso in ogni strada, in ogni casa. OM NAMAH SHIVAY è come nettare: nutrite tutti con questo nettare. Questo è il mantra originale, precedente alla creazione. Quando l'energia primordiale Jagadamba apparve, il primo mantra che uscì dalle Sue labbra fu OM NAMAH SHIVAY.

Babaji vuole trasformare gli uomini, che ora sono come demoni, in esseri divini. Shri Babaji non odia nessuna casta o credo. Solo una cosa Babaji non ama: la disumanità. Si può seguire qualunque religione, seguire qualunque pratica o sentiero, purché si sia umani. In questo momento, la cosa più necessaria per il mondo è il divenire umani: è il primo passo. La disumanità si sta diffondendo nel mondo. Prima di qualsiasi altra cosa dobbiamo essere umani. Babaji vuole da voi cooperazione: seguendo i Suoi insegnamenti dovete cercare di diventare umani. Ogni uomo deve promettere dal profondo del proprio cuore di diventare umano. Questo è il solo servizio che possiamo rendere a Babaji. Rimuovete l'ingiustizia e portate vera unità nel mondo. Anche se doveste far scorrere un fiume di sangue, dovete essere pronti a compiere qualsiasi atto per proteggere la giustizia nel mondo. La giustizia può essere salvata solo con uno spargimento di sangue. Questa è la rivoluzione, avete mai sentito parlare di una rivoluzione senza spargimento di sangue? Per questo dovete essere attenti e amare veramente la vostra religione. Tutti devono considerare il proprio paese come il paradiso e rimuovere dalla propria mente 'io' e 'mio'. Mettete ogni vostro sforzo al servizio del paese e dell'umanità. Perché grandi calamità stanno per abbattersi sul mondo. Babaji vi ha avvertito molte volte di essere vigili e attenti.

JAI MAHA MAYA KI JAI

Il messaggio che è stato dato qui deve essere diffuso come elettricità in tutto il mondo. Fatelo presto. Dobbiamo creare molte istituzioni; dobbiamo diffondere il messaggio attraverso dei comitati. Il messaggio deve essere pubblicato in tutti i giornali del mondo.

JAI MAHA MAYA KI JAI!

Jai Maha Maya ki (Gloria alla Grande Energia Primordiale, Creativa) deve diventare il vostro slogan, il vostro saluto.

Parole di Babaji. Hairakhan 22 gennaio 1983

 

 

67.

DHARA 44

Non prendete la legge nelle vostre mani

 

Ogni giorno, quando una persona officia l'arti, la gente dello stesso paese deve partecipare. Quando un tedesco fa l'arti, tutti i tedeschi devono partecipare. Lo stesso per i francesi, gli americani, gli italiani eccetera.

C' è una legge universale, data per Hairakhan Vishva Mahadam, il luogo da dove inizierà il nuovo codice per il regno universale. Questa legge non è valida per una sola nazione, ma per tutto il mondo.

"Dhara 44 (Legge numero 44)" è la denominazione di questa legge, e una persona può essere punita se non la rispetta. Tutti voi dovete obbedire a questa legge. Si tratta di una legge universale. Il mondo diventerà un regno universale e ci sarà un re e una sola legge nell'intero universo. Le vecchie leggi e i vecchi regolamenti non sono più applicabili adesso. Hanno perso la loro validità. A causa della corruzione dei ministri della giustizia, la vecchia legge ora non costituisce più la legge. La nuova legge è come un'iniezione di morfina: ha effetto immediato.

NON PRENDETE LA LEGGE NELLE VOSTRE MANI.

SIATE CONTROLLATI DALLA LEGGE;

NON CONTROLLATE LE LEGGI PRENDENDOLE NELLE VOSTRE MANI.

È Shirdi Maulana che sta parlando di tutto questo. Dovreste conoscere Shirdi Maulana, egli visse al tempo in cui i musulmani governavano l'India. Ora gira ovunque, va qui e là per aiutare l'umanità. In questo momento è qui, e parla attraverso Shri Mahaprabhuji. Egli dice che 'io' e 'mio' hanno calato un velo sui cuori delle persone. La gente è diventata egocentrica ed egoista. Come può esserci pace se la mente è piena di sé e di egoismo? Chi ora è così grande al mondo, da sacrificare se stesso per il servizio universale e l'amore? La gente è degenerata al punto che sono pronti ad ammazzare o ferire altri per bisogni o motivazioni egoistici.Tutti voi dovete cercare di distruggere la legge corrotta e stabilire la vera legge nel mondo.

Parole di Babaji, dopo l'arti serale. Hairakhan, 22 gennaio 1983

 

 

68.

LA PULIZIA

Oziare è come sporcarsi.

 

Dio risiede solo nella pulizia. Se avete delle impurità dentro di voi, come può Dio risiedere nel vostro cuore? Se cercate Dio, cercate la pulizia.

Nella vita tutto è azione, Kriya: mangiare, bere, andare e venire. Tutto è pieno di attività, ogni momento è pieno di azione. È compito di ciascuno di noi essere attivo, oziare è come sporcarsi. Chi vive ad Hairakhan deve essere molto pulito, lavarsi e avere solo pensieri puliti.

 

JAI MAHA MAYA KI JAI

 

Shri Mahaprabhuji vuole imprimere in tutti noi il concetto che la pulizia è una cosa molto alta. La pulizia è vicina alla devozione. Shri Mahaprabhuji dice che Dio risiede unicamente nella pulizia. Se c'è impurità dentro di voi, come può Dio risiedere nei vostri cuori? La pratica della pulizia è una delle azioni più importanti nella nostra vita. La vita è attività. In questa vita tutto è Kriya, azione. Mangiare, bere, andare, venire, lavarsi, andare in bagno: quante azioni compiamo sempre nella nostra vita! La vita è attività; ogni momento della nostra vita è pieno di attività. È dovere di ogni individuo essere attivo. Oziare significa uccidersi. Coloro che vivono ad Hairakhan, specialmente i fachiri di Hairakhan, devono essere puliti. Devono fare il bagno ogni giorno, tenere i propri vestiti puliti e osservare ovunque la pulizia e l'ordine. Gli oggetti devono essere tenuti in ordine. La pulizia è il primo passo per raggiungere Dio.

Parole di Babaji e commento di Shastriji. Hairakhan, 29 gennaio 1983

 

69.

L'ADESH

Io non sono nulla, Bhole Baba è nulla, solo l'Adesh (Volontà Divina) è

I

o non sono nulla, Bhole Baba è nulla, solo l'Adesh (Volontà Divina) è. In tutto il mondo, in tutto l'universo, solo la Volontà è, e solo la Volontà lavorerà da oggi al futuro. No Baba, no Baba: solo Adesh.

Io non piango, perché nulla di questo mondo mi tocca più. Chiunque vada o venga, nasca o muoia, non esiste alcun attaccamento in me per queste cose. Il mio cuore è asciutto, è diventato come pietra. Tutte le gocce hanno lasciato l'oceano. Ma chi chiede mai della mia pena?

Parole di Babaji a Deviji. Hairakhan, gennaio 1983

 

 

70.

IL CORPO

Tutto il mio corpo è destinato a seccarsi completamente

 

Tutto il mio corpo è destinato a seccarsi completamente un giorno, quindi non preoccupatevi di cospargerlo con molto olio.

Questo corpo è qui solo per servire la gente.

Dio ha dato una forma a tutti gli esseri viventi, animali, fiori, piante e pietre, e questo corpo è stato dato da Dio per svolgere un compito in questo mondo. Anche il mio stesso corpo è venuto solo per adempiere a un compito e servire tutti gli esseri umani e viventi.

Ma quando gli esseri umani vengono in questo mondo, dimenticano il loro compito e cadono nell'attaccamento per maya, nei concetti di 'io' e 'mio', così dimenticano Dio.

Parole di Babaji ad un gruppetto di persone prima del Suo bagno pomeridiano.

Hairakhan, 2 febbraio 1983

 

 

71.

IL VERO YOGA

Siate audaci e risvegliate la verità dentro di voi

 

Voglio congratularmi con le persone che sono rimaste qui a decorare la kirtan hall con bellezza e dignità. Mi congratulo con voi, perché avete cercato di portare il paradiso su questa terra. La pulizia, la bellezza e la dignità che avete creato meritano un apprezzamento. Ora è compito di tutti conservarla. Ogni essere umano deve capire qual'è il proprio dovere. Un vero essere umano compie il proprio dovere, che Io sia presente o meno. Avete portato una tale bellezza artistica in questa hall che l'atmosfera circostante, la natura e persino gli dei sono contenti di voi: questa hall è diventata una casa per esseri divini.

Come vi ho già detto, la cosa necessaria in quest'epoca è il lavoro (karma). In ogni epoca le persone hanno raggiunto la salvezza attraverso diversi tipi di azione e di sadhana, ma in quest'epoca è possibile raggiungere la liberazione solo attraverso il duro lavoro. Arjuna, per esempio, divenne famoso come karma yogi, anche il re Janaka era famoso per essere un karma yogi. Dovreste progredire nel sentiero del Karma yoga allo stesso modo. I problemi che affliggono quest'epoca possono essere risolti solo col Karma yoga. Dovete diventare i pionieri di quest'epoca e cercare la verità. Siate audaci e risvegliate la verità dentro di voi. Questo è vero yoga. Attualmente, le crisi mondiali stanno aumentando, dobbiamo porvi rimedio. Come vi ho già detto, tutti voi dovete diventare coraggiosi, fermi e costanti nell'azione. Siate di buon carattere e di buona condotta. Indipendentemente dal vostro paese di origine dovete sostenere la vostra parte nei grandi cambiamenti della Grande Rivoluzione. Non sprecate il vostro tempo: utilizzatelo compiendo il giusto tipo di lavoro.

Forse vi chiederete come Babaji realizzerà la Rivoluzione. Ripetutamente vi ho detto che al momento giusto tutto vi sarà rivelato. Vi potrete domandare anche come si possano neutralizzare tutto il potente armamentario e le bombe atomiche costruiti. Il fatto è che queste armi esistevano già ai tempi di Rama; anche durante il dvapara-yuga esistevano. La scienza odierna non ha ancora raggiunto il livello di sviluppo di allora. A quei tempi esistevano armi che producevano la pioggia in modo che si poteva fare il bagno nell'acqua che producevano. La scienza attuale è lontana dal raggiungere questo stadio. Quando verrà il momento giusto, tutto vi si autorivelerà. Come ai tempi del Mahabharata i Pandava avevano ottenuto dei poteri, allo stesso modo, quando giungerà il tempo, tutto verrà da sé. Questa Rivoluzione infiammerà il mondo intero. Vivrà solo chi ha spirito d'avventura nel cuore, chi ha sposato la Verità. Tutti dovete andare avanti con coraggio e spirito d'avventura. Per questa ragione dovete procedere sempre col vostro compito nella mente, come la cosa più importante. La pigrizia è morte per un essere umano. A causa dell'ozio il mondo è arrivato ad un punto di disperazione totale. Fare karma è il vero cammino, solamente in esso esistono felicità e pace.

Parole di Babaji. Hairakhan, 21 marzo 1983

 

 

72.

IL KIRTAN

Non cantate il kirtan come se faceste la lotta l'uno contro l'altro

 

Il kirtan dovrebbe riuscirvi naturale, sgorgarvi dall'anima. Quando cantate, voi e chi ascolta il kirtan dovreste provare gioia. Deve essere cantato con armonia, con un ritmo lento. Metteteci l'anima e lasciatelo fluire. Non cantate il kirtan come se faceste la gara o la lotta l'uno contro l'altro, pestando (n d.r.:sui tamburi) ritmi velocissimi: la melodia deve fluire in tutta la sua dolcezza.

Parole di Babaji. Hairakhan, 21 marzo 1983

 

 

73.

LA GRANDE RIVOLUZIONE

Sarà la più Grande Rivoluzione nella storia del mondo

 

Ogni giorno ascoltate qualcosa; oggi ripeterò quello che ho già detto. Una Grande Rivoluzione sta arrivando. Ovunque viviate, siate preparati ad affrontare la Rivoluzione. Qualunque sia la vostra occupazione, partecipate alla Rivoluzione. Sia che si lavori nel dipartimento di polizia o nell'esercito, tutti prenderanno parte. Tutti devono diffondere il messaggio di Babaji, ovunque vivano. Solo chi è pronto ad affrontare la morte, a morire in qualsiasi momento, potrà prenderne parte. Solo l'uomo che osa ed ha coraggio, pronto a morire in nome della giustizia, è adatto ad affrontare la Rivoluzione. L'intero universo sarà coinvolto in questa Mahakranti (Grande Rivoluzione). Non sarà circoscritta all'India. Sto avvisando tutti nell'universo. Qualunque sia l'area ove si vive, si deve diffondere questo messaggio. Qualunque professione si eserciti, qualunque attività si svolga, si deve partecipare a questa Rivoluzione. Sarà la più Grande Rivoluzione nella storia del mondo, per questo tutti voi siate all'erta e fate che gli altri lo siano. Risvegliatevi! Sorgete! Tutti dovete prendere una ferma decisione. Uomini e donne di tutto il mondo devono prenderne parte. In altri Yuga, solo gli uomini parteciparono alle rivoluzioni e alle guerre, ma ora le donne si stanno facendo avanti, per questo anche per loro è necessario partecipare alla Rivoluzione. Stabilite dei contatti con tutte le parti del mondo e unitevi.

Parole di Babaji. Hairakhan, 22 marzo 1983

 

 

74.

LA VITA NELL'ASHRAM

Dovete essere all'erta e rispettare le regole dell'ashram

 

In questo momento la maggioranza presente a Hairakhan è tedesca ed è vostro dovere particolare occuparvi delle attività, della gestione e della disciplina dell'ashram. È vostro dovere informare i nuovi arrivati del programma dell'ashram e far rispettare la disciplina. È compito di Hari Govinda Baba dare ogni giorno satsang almeno uno o due ore ai suoi fratelli e sorelle, nella piramide o in giardino. È un dovere. Il momento migliore è al mattino, prima di lavorare. Se insegnate al mattino presto, le menti sono fresche e l'atmosfera dominante è chiara.

 Precedentemente vi ho detto molte volte che dovete essere all'erta e rispettare le regole dell'ashram. La vita dell'ashram deve essere guidata dall'attenzione e dalla vigilanza. Non mi piacciono le persone trascurate. È vostro dovere mettere vigilanza, prontezza e attenzione nella vostra vita. Voglio sradicare i semi della pigrizia dal mondo. Tutti devono lavorare sodo. Gli anziani devono cantare i kirtan. Tutti devono prendere parte alle attività dell'ashram secondo le proprie capacità. In primo luogo vi ho dato il Karma yoga. Potete avanzare solo attraverso il Karma yoga, con il Karma yoga potrete essere di beneficio anche per gli altri. Una persona pigra non può compiere karma ed è come morta. Date grande importanza al Karma yoga e procedete. Quando la pigrizia sarà sradicata da questo mondo, tutti i problemi e le pene del mondo finiranno. Solo il duro lavoro può rendere una persona potente ed energetica. Il Karma è di primaria ed altissima importanza nella vostra vita. Molte volte vi ho detto che solo attraverso il Karma yoga vi darò la liberazione. In quest'epoca è l'unico yoga che si può compiere, è la sola strada verso la realizzazione e il progresso. Dovete risvegliare gli altri, farli risorgere ed essere vigili. Se siete sempre all'erta, questo vi sarà di grande beneficio. Raggiungerete la felicità e sarete salvi dalle calamità, che arriveranno prestissimo.

Parole di Babaji. Hairakhan, 27 marza 1983

 

 

75.

IL CORAGGIO È LA COSA PIÙ IMPORTANTE

Affrontate il fuoco e diventerà ghiaccio

 

A partire da domani il Guru Grant Sahib, le sacre scritture della religione Sikh, saranno recitate ininterrottamente per tre giorni. Questa cerimonia è dedicata alla pace nel mondo. Tutti i presenti qui sono molto fortunati a poter partecipare a questo evento. Queste scritture contengono le divine parole di Guru Nanak (XV sec.), che fondò la religione Sikh in Punjab. In questi tre giorni per recarsi alla lettura, tutti dovranno coprirsi il capo in segno di rispetto degli usi di questa religione. Andate e ascoltate la lettura con fede e amore. È stata organizzata da un gruppo di devoti di Bombay per lo sviluppo della pace mondiale. La lettura comincerà domattina alle 9. I residenti di Hairakhan devono prendersi cura dell'organizzazione e degli ospiti e dovranno farlo con grande rispetto. È il secondo anno consecutivo che a Hairakhan si ripete questo grande evento e tutti devono considerarsi fortunati di potervi assistere.

Oggi nel mondo da un lato divampa il fuoco mentre dall'altro scorre il nettare. Dovete scegliere: fuoco o nettare. Mentre le fiamme divampano sta a noi salvare gli altri e noi stessi. Dobbiamo essere vigili. In questo momento, la gente si getta nel fuoco a causa dell'ignoranza. Dobbiamo salvare questa gente. Potremo farlo solo con grande coraggio. Dobbiamo dare coraggio agli altri: non si può fare nulla senza coraggio. Il coraggio è la cosa più importante. Shri Mahaprabhuji vi ha esortato ripetutamente di svegliarvi. Risvegliatevi e risvegliate gli altri. Controllate la vostra mente e abbiate una ferma determinazione. Chiunque venga qui deve fare voto di salvare se stesso e il mondo. Ovunque andiate, siate pronti a salvare la gente. Siate fermi come la roccia, profondi e seri come il mare. Considerate la terra come madre. Esiste solo una terra. Non dividetevi pensando di appartenere a differenti nazioni. Apparteniamo ad un'unica terra. Procedete tenendo questo nella vostra mente. Guardate al futuro in un'ottica di buone azioni per il mondo intero, non solo per una nazione. Abbiate grande coraggio e pazienza, non abbiate paura dell'acqua, del fuoco o delle grandi tempeste, affrontateli coraggiosamente. Shri Mahaprabhuji vi rivela la verità di un mistero: la Rivoluzione scoppierà contemporaneamente in tutto il mondo. Quei paesi che credono di potersi salvare con le armi di recente invenzione, sono in errore, non saranno in grado di farlo. Tutti sanno quello che sta accadendo in Iran. Nessuno aveva mai sentito parlare di Khomeini prima d'ora, e improvvisamente egli ha catturato tutto quello che ha voluto. Shri Mahaprabhuji sta preparando per la Grande Rivoluzione. Quando e dove non può esservi rivelato ora. Quando verrà il momento tutti lo saprete. Nel Treta Yuga, la rivoluzione è iniziata in Shri Lanka e finché non è successo, nessuno, nemmeno Rama, sapeva che sarebbe iniziata da lì. Nel Dvapara Yuga, al tempo del Signore Krishna, nessuno sapeva dove sarebbe iniziata la Rivoluzione. Quando iniziò, a Kurukshetra, la gente di tutto il mondo vi si recò per l'inizio di una guerra mondiale. Allo stesso modo Mahaprabhuji mostrerà i Suoi lila a tutto il mondo. Come sapete, le fiamme della Rivoluzione si stanno diffondendo in tutto il mondo. Non esiste potenza che possa arrestarne il fuoco e ridurne il calore. Le superpotenze come Russia e America non riusciranno a fronteggiare il fuoco nemmeno con le loro nuove armi. Nulla di ciò che hanno inventato servirà. Tutto può essere distrutto. Tutti devono essere pronti alla Rivoluzione - soprattutto chi è qui. Vecchi o giovani, persone private o pubbliche, lavoratori o disoccupati. tutti devono partecipare. Salvare il mondo e unirsi alla Rivoluzione è devozione, amore e yoga. Per i veri devoti di Babaji, le fiamme del fuoco diventeranno fredde. Affrontate il fuoco e diventerà ghiaccio. Questo richiede controllo della mente e ferma determinazione. Tutti devono considerarsi soldati e essere attivi. Tutti dovranno affrontare il fuoco.

Discorso di Shri Babaji ripetuto da Shastriji. Hairakhan, 7 aprile 1983

 

 

76.

GURU GRANT SAHIB

Queste scritture contengono le divine parole di Guru Nanak (XV sec.)

 

Tutti devono rendersi conto della recitazione del Guru Grant Sahib che si sta svolgendo. Questa recitazione è stata organizzata da Shri Sardarji di Bombay per il beneficio del mondo intero. Questi testi descrivono il sentiero della giustizia e vi ispireranno grande coraggio. Determinazione e unità sono il suo messaggio. Per condurre una vera vita bisogna avere ferma determinazione e la coscienza della presenza di un'anima in tutte le persone. Il Guru Grant Sahib ha ispirato per secoli alla comunità Sikh coraggio e determinazione, che adesso esistono persino nel sangue dei loro bambini. Molti episodi della storia Sikh parlano di eroismo e martirio: i due giovani figli di Guru Govinda Singh sono stati sepolti vivi. Avevano l'alto spirito e la determinazione di seguire il sentiero della giustizia. Hanno preferito rinunciare alla vita piuttosto che abbandonare la loro religione. Storicamente, i Sikh hanno patito molte atrocità in nome della loro religione; hanno profuso il loro sangue in grande quantità; hanno preferito la morte alla menzogna. Ora, questo stesso tempo è ritornato. Tutti devono avere la stessa fede nella verità e nella giustizia.

Parole di Babaji. Hairakhan, 8 aprile 1983

 

 

77.

GLI ESSERI UMANI TRATTATI COME ANIMALI

Nessuno ha il coraggio di opporsi a queste atrocità

 

Shri Mahaprabhuji desidera ringraziare tutte le persone della comunità Sikh che hanno organizzato e partecipato alla lettura del Guru Grant Sahib. Le parole di queste scritture sono le stesse che Shri Mahaprabhuji usa nei Suoi discorsi, perché il loro fine è di ispirare fede e determinazione. Tutti i grandi santi e i capi spirituali apparsi al mondo sono venuti per stabilire la pace nel mondo e l'unità dell'umanità come Uno. Gelosia e odio sono le due cause che rovinano l'umanità. Nelle vostre vite, non deve esserci spazio per questi due vizi. Voglio sradicare dal mondo la non-violenza dominante. Causa apatia e oziosità. La non-violenza ha raffreddato il sangue degli uomini fino a farlo diventare come acqua fredda. La non-violenza è un'attitudine che produce una mancanza di discriminazione tra il bene e il male. Tutti devono condurre una vita audace e coraggiosa. Un uomo senza coraggio è un uomo morto. La vita senza coraggio non è vita. Nel mondo d'oggi si commettono molte atrocità, e ciò è dovuto all'apatia e all'ozio. Gli esseri umani sono trattati come animali. Nessuno ha il coraggio di opporsi a queste atrocità, tutti invece dovrebbero essere coraggiosi e opporre resistenza. Tutti devono avere ferma determinazione e aderire a ciò che si crede essere la verità. Siate costanti nelle vostre azioni e rispettosi. Nella vostra vita non deve esserci posto per il letargo. Il letargo è il punto più debole dell'uomo. Il giorno in cui l'umanità imparerà a lavorare duramente, nulla mancherà al mondo. L'uomo deve vivere e migliorarsi attraverso il lavoro. Il lavoro è la più alta forma di adorazione. Lavorando evolverete ad ogni livello.

Parole di Babaji. Hairakhan, 10 aprile 1983

 

 

78.

Discorso di Shastriji

GLI INSEGNAMENTI DI GURU NANAK

È giunto il momento che siano messi in atto

 

Quando il Supremo si manifesta e viene sulla scena della vita, le navi di tutte le religioni del mondo vengono a solcare i mari. Libri scritti alcuni millenni fa spiegano chiaramente che Dio si manifesta ripetutamente per il beneficio dei devoti delle differenti religioni: così facendo unifica diversi cammini religiosi. Come siamo fortunati di poter testimoniare i lila divini coi nostri stessi occhi! Shri Babaji ha costruito templi per i seguaci delle differenti deità: Vishnu; Brahma, Surya Narayana (il Dio-Sole), Guru Gorakhnath, Kartikeya (Colui che ha sei teste, figlio maggiore di Shiva), Dattatreya Bhagavan (Brahma, Vishnu e Shiva insieme), la Madre Divina con Ganesh e Bhairava, Sita e Ram, ecc. Installando le loro murti qui, si è voluto offrire a tutte loro rispetto: tutte infatti hanno l'assoluto diritto di essere adorate. Contemporaneamente simbolizzano tutte le religioni. Shri Babaji ha organizzato la recitazione del Guru Grant Sahib in questo sacro luogo. Il Suo è un esempio che tutti dovrebbero seguire. Infatti quando tali studi avvengono in luoghi sacri, si caricano di energia divina e, come il flusso delle acque del Gange, beneficiano il mondo intero. Quando la recitazione di tali scritture ha luogo in modo normale, le vibrazioni vanno solamente attraverso i tre mondi: bhu-terra, bhuvah-atmosfera, svaha-cielo. La recitazione del Guru Grant Sahib fatta l'anno scorso e quest'anno qui a Hairakhan, raggiungerà persino il cielo più alto: Sachkhand, il settimo cielo, il cielo della Verità Assoluta. Rishi e maharishi hanno sempre recitato e studiato le grandi scritture in luoghi sacri, perché volevano che le onde sonore attraversassero il settimo cielo: bhu-bhuvah-svaha-maha-jnana-tapas-sat/terra, atmosfera, cielo, grande cielo, cielo della conoscenza, cielo dell'austerità, cielo della verità. Per far sì che il suono attraversi i sette cieli, è necessario compiere questi studi in luoghi sacri. Ogni anno Guru Nanak si recava in un luogo molto vicino a Hairakhan per compiere le sue penitenze. Una volta, mentre si recava a Rita Sahib (un sacro luogo sull'Himalaya), egli passò da Hairakhan. Govinda Singh, decimo Guru dei Sikh, con la sua freccia creò una fonte d'acqua e un lago a Hemkund (lago d'oro) a 10 km nord-est da Hairakhan. Il lago esiste ancora ed è un luogo sacro. Guru Hari Krishna creò Harish Kund. Di ritorno a Manakbata, Guru Nanak passò nuovamente per Hairakhan. Si dice che ovunque sia passato, egli abbia lasciato dei segni arricchendo i luoghi con vibrazioni sacre. La bellezza di Hairakhan è dovuta alla presenza del Monte Kailash, dove Shiva compì tapasya, e del monte Siddheshvar, dove Vishnu compì tapasya. Vicino esiste un'altro luogo ove Guru Nanak fece le sue penitenze. Per questa ragione questa zona è particolarmente sacra.

Tutto ciò che i grandi santi hanno predicato, viene praticamente attuato da Shri Babaji, e fa sì che la gente realizzi i Suoi insegnamenti. Shri Babaji ci mostra il lato pratico degli insegnamenti di grandi santi come guru Nanak, che non predicavano una particolare religione o forma di culto. Egli impartì insegnamenti di perfezione spirituale validi per tutta l'umanità. Seguire questi insegnamenti significa realizzare il bene e l'unità dell'umanità intera, e l'unione dell'anima individuale con l'anima universale. Per questa ragione Shri Babaji sta diffondendo il Suo messaggio: per farci realizzare l'unità. Quanti sacrifici Guru Nanak ha dovuto sostenere per la salvezza dell'umanità. Ora i suoi discepoli offrono la loro vita per la religione, l'unità e la verità. Shri Babaji ora sta diffondendo questi insegnamenti in tutto il mondo; qualunque cosa Guru Nanak abbia insegnato, Babaji la sta mettendo in pratica. Questi insegnamenti evolvono solo dopo parecchi anni di forma pratica. Quando le parole sono predicate dai santi, vengono lette, meditate e solo molto più tardi si dà loro una forma pratica. È giunto il momento di mettere in pratica gli insegnamenti di Guru Nanak.

Calcoliamo il tempo con le nostre menti limitate: prima o dopo la nascita di Cristo. In India si calcola il tempo riferendosi al regno di alcuni dei nostri grandi imperatori del passato, come Vikkram Sambat o Shak Sambat. In realtà il tempo non può essere misurato. Il tempo è infinito, eterno. Mahakala, il Signore del tempo, è per Shri Babaji come un battito di ciglia. Il progresso tecnologico ha costruito armi atomiche in grado di distruggere il mondo in un secondo, ma i grandi santi del passato coi loro insegnamenti e le scritture hanno creato l'antidoto a queste armi distruttive. Solo dopo aver creato il nettare, il Signore creò il veleno. Comunque tutti voi dovete essere molto attenti.

Il semplice suono di queste scritture purifica, anche senza comprenderne il significato. Ascoltateli attentamente e traetene beneficio. Non sono parole comuni o frasi scritte da una persona ordinaria. Il loro suono, le loro parole sono mantra, carichi di potere spirituale. Si dice che gli intellettuali scrivano per spiegare, ma la spiegazione è consequenziale, prima vengono le parole delle anime realizzate, poi si può dare una spiegazione. Quello che un santo dice o scrive non può essere misurato con l'intelletto. Le parole dei santi - non le spiegazioni date a posteriori - forniscono il metro per discriminare cosa è giusto e cosa è sbagliato. Shri Babaji è venuto per salvare la giustizia e rimuovere l'ingiustizia. Egli è il potere più grande e alto e ha preso corpo umano per realizzare ciò che nessun altro potere all'infuori di Lui è riuscito mai a realizzare. Stando ad Hairakhan, Shri Babaji si manifesta per il mondo intero. Persone da tutto il mondo vengono ogni anno per avere il Suo darshan. Persino senza venire qui, molti hanno esperienze di Shri Babaji nei loro paesi. Ma venendo qui ottengono il darshan di Babaji - l'esperienza viva - e realizzano che Egli è lo stesso (ndr: delle esperienze psichiche avute). Questa è la grandezza di Babaji: senza lasciare questo paese, Egli manifesta la Sua potenza nel mondo intero. Più di venti nazioni erano rappresentate alla spettacolare celebrazione del Natale dello scorso anno. Un Natale che ha toccato il cuore di tutti. In molti luoghi dell'India sono stati costruiti Ashram di Shri Babaji. In questo senso l'India è molto fortunata ad essere il luogo dove si sono manifestate le incarnazioni divine come Rama e Krishna, dove molti santi come Guru Nanak, del più alto livello spirituale, sono apparsi. Shri Babaji inoltre, benedice la gente indiana individualmente, andando di casa in casa.

(Seguì l'invito generale alla colazione del giorno seguente, conclusione della lettura del Guru Grant Sahib e l'ordine di rendere servizio durante il pranzo, per mostrare un buon comportamento, degno dei residenti volontari di Shri Babaji).

Shri Babaji concluse: Tutti voi siete soldati di Hairakhan. Compite il vostro dovere con fede e devozione. Dovete rimuovere l'odio e la gelosia dai vostri cuori per realizzare il vero servizio. Tutti voi dovete scalare la montagna della vittoria. JAI MAHA MAYA KI JAI!

Hairakhan, 10 aprile 1983

 

 

79.

IL FUTURO REGNO NON AVRÀ PARTITI

Sarà un movimento e questo movimento si diffonderà nel mondo

 

Shri Mahaprabhuji non diffonderà la notizia di questa Rivoluzione attraverso radio, giornali, televisione o con parole scritte. Egli lo farà ovunque contemporaneamente attraverso il Suo potere interiore. Nei tempi passati molti leoni sono nati per compiere la rivoluzione: ma nessuno di loro è stato in grado di realizzarla completamente. Nel passato ci sono state delle mancanze, nel passato la gente non aveva uno slogan di potere. Ora io vi ho dato lo slogan JAI MAHA MAYA KI JAI, Vittoria alla Madre Suprema, all'energia divina!

Ci sarà gente con la testa rasata e Sikh con barba e turbante, sulla bandiera del mondo. Ci saranno yogi e yogini. Tutti loro appariranno sulla mappa del mondo. Il fatto è 17 che il problema è universale, come ho ripetuto molte volte. Fu Shirdi Maulana (Sai Baba di Shirdi in una sua incarnazione come imperatore musulmano di 800 anni fa) che disse che gli yogi e le yogini prenderanno parte alla Rivoluzione. Le grandi energie, quelle conosciute e quelle ignote che possono essere attivate in qualsiasi momento, saranno utilizzate in questa Rivoluzione.

Il fatto è: ho parlato prima. Dovrò parlare ancora. Il fatto è: devo risvegliare il mondo dal suo sonno. Il fatto è: anch'Io mi farò avanti per questa Rivoluzione. Il fatto è: compiere il proprio dovere, essere diligenti è quello che Io chiamo Mahayoga. Il fatto è: in questo momento il nostro dovere è di aiutare i bisognosi. Il fatto è: il futuro regno non avrà partiti: sarà un movimento e questo movimento si diffonderà nel mondo.

Il fatto è: la persona di fronte a voi con gli occhi gonfi come il dorso di una conchiglia tornerà davanti a voi di volta in volta. Il fatto che Egli è il capo di questo movimento. Il fatto è che Egli andrà in Assam, Punjab, Iraq: ovunque sarà la Rivoluzione, Egli andrà. È difficile trovare un uomo più serio. Il fatto è che Io ho detto che è un fatto. Baba Har Govinda rimarrà qui. Si prenderà cura delle cose ogni volta che mi assenterò via. Lavorerà qui perché ho trovato in lui un vero yogi; lui ha la responsabilità dello yoga. Loknath dovrà occuparsi degli affari di stato, ha degli occhi così meravigliosi. Il fatto è che il nostro movimento avrà sede nel centro del mondo. Il fatto è: concludo qui il mio discorso.

JAI MAHA MAYA KI JAI!

Il fatto è: voi dovete essere vigilanti 24 ore al giorno. Il fatto è: vi ho già detto tutto questo, cosa fare, cosa non fare. Quando Mahaprabhuji parteciperà a questo lavoro tutti i mezzi verranno a Lui, tutte le armi saranno automaticamente a Sua disposizione. Mahaprabhuji non ha bisogno di costruire fabbriche per questo; tutti i mezzi saranno a Sua disposizione al momento giusto. Il fatto è: la gente saggia verrà da sola da Mahaprabhuji e coloro che non sono saggi dovranno essere portati qui. Il fatto è: JAI MAHA MAYA KI JAI!

(A quel punto Shri Mahaprabhuji chiese a Joshiji di suonare la tromba 'Nag'18 che ripete il suono originale di Shiva).

Parole di Babaji. Hairakhan, 11 aprile 1983

 

 

80.

OTTENERE LA PACE MONDIALE

Questo è il solo Mio desiderio e il Mio più grande obbiettivo

 

Dovete sviluppare l'attenzione. Lo spirito rivoluzionario, col quale voglio ispirare i cuori di tutti voi, è per la pace nel mondo. Questa Rivoluzione ha luogo con lo scopo di ottenere la pace mondiale. Questo è il solo Mio desiderio e il Mio più grande obbiettivo. Nel Mahabharata, al tempo di Krishna, era seguito il medesimo sentiero, come anche al tempo di Rama. Quando l'ingiustizia prevale nel mondo, è l'unica via possibile. Tutti voi dovete divenire dei soldati. Come ora vedete i soldati della religione Sikh in piedi davanti a Voi, allo stesso modo dovrete divenire soldati di Hairakhan. Forse pensate che così poche persone non possono fare nulla, ma ci sono milioni di persone nel mondo che aspettano solo l'impulso da Babaji, per essere pronti ad offrire le loro vite. Vincendo la paura della morte e avanzando con coraggio, la gente darà la propria vita per questa Rivoluzione. Persino il Signore della morte (Yamaraj) è pronto a partecipare a questa Rivoluzione. Stando così le cose, come può essere in voi il dubbio? Dovete compiere ogni sforzo per divenire attenti. Dovunque viviate dovete essere vigili. Babaji invierà le Sue benedizioni da qui, ma voi dovete essere attenti dovunque vi troviate.

JAI MAHA MAYA KI JAI

Discorso di Babaji ripetuto da Shastriji. Hairakhan, 12 aprile 1983

 

 

81.

PREVISIONI DI SHASTRIJI PER IL NUOVO ANNO

Riassunto delle previsioni di Shastriji per il nuovo anno, in relazione alle antiche scritture hindù e ai calendari astrologici (ndr: secondo gli antichi metodi di calcolo degli indiani, l'anno comincia ai primi di aprile)

 

"Tutti gli aspetti infausti che porterà quest'anno, possono essere ridotti per mezzo della fede in Shri Babaji. Sarà un anno molto attivo, con molte contrapposizioni e confusione a livello politico...(segue un lungo e dettagliato resoconto delle influenze astrologiche sui vari aspetti della vita).

L'anno sarà governato da Mercurio, ma Giove ne è il Signore (Guru). Una Rivoluzione verde inizierà. A causa dell'influenza di Giove, verrà stabilita una nuova formula per l'evoluzione dell'umanità. Questo significa che avremo il Guru, nostro Signore, qui con noi a guidarci attraverso quest'anno. I socialmente non-privilegiati riceveranno molto aiuto; i servizi pubblici verranno migliorati. Per grazia del Signore, un nuovo modo di pensare per il beneficio dell'umanità si diffonderà nel mondo. Le armi distruttive saranno ancora migliorate. Ci sarà un aumento delle malattie infettive. Il fuoco si diffonderà: in molti paesi scoppieranno delle rivoluzioni. Sulla terra si abbatteranno terremoti e altri disastri naturali, con eccessi di pioggia in alcuni paesi e siccità in altri.

I lavori pubblici aumenteranno. Le persone che compiono servizi saranno beneficiate. Si faranno notevoli progressi scientifici e molte invenzioni; ci saranno riforme amministrative. Le calamità naturali (causate dall'influsso di Marte) ridurranno la crescita dei fiori. L'influsso di Saturno provocherà un grande incremento dei conflitti fra le nazioni.

Le calamità porteranno una levitazione dei prezzi. Ci sarà discordia tra gli intellettuali. Chi ha timore di Dio sarà protetto e salvato dai disastri. Il Signore può lenire gli effetti di tutte le influenze negative, per mezzo del vostro amore e della devozione per Lui. Lui solo può salvarci dalla Grande Rivoluzione (Mahakranti che sta arrivando).

Hairakhan, 14 aprile 1983

 

 

82.

MUSICA DEVOZIONALE

Quando fate della musica dovete toccare il cuore

 

Dovete cantare musica devozionale in modo da toccare l'anima e da evocare profondi sentimenti. Non deve essere una corsa al ritmo o una gara di voci. Dovete cantare con amore. Non cantate come se partecipaste ad uno spettacolo teatrale. Solo coloro che conoscono la canzone devono cantare. Quando fate della musica dovete toccare il cuore affinché rimanga un ricordo nella mente. Qualsiasi cosa facciate deve avere forza.

Parole di Babaji. Hairakhan, 15 aprile 1983

 

 

83.

LO SCOPO DEL SAMAJI

Servire l'umanità è il migliore servizio che si può rendere a Dio

 

Sono felice di partecipare alla riunione dell'Hairakhandi Samaji di metà anno. Il principale scopo del Samaji è servire l'umanità. Servire l'umanità è il migliore servizio che si può rendere a Dio. Il nostro motto è: "Il lavoro è adorazione". È nostro dovere mostrare il sentiero ai bisognosi, spingerli a superare la pigrizia, che è la causa dell'inerzia del mondo. Perciò Io voglio per prima cosa rimuovere la pigrizia in voi. In questo Yuga l'unico modo di ottenere i siddhi (tr.: realizzazioni) per divenire forti, è il karma, l'azione. Gosvami Tulsidas nella sua "Ram Charit Manas" disse: Il signore stesso ha creato la legge del karma: quello che seminate raccoglierete". Tenendo bene in mente questo principio, il nostro dovere principale deve essere quello di diffondere il messaggio del karma nel mondo, di divenire noi stessi un esempio per tutti, lavorando. I veri progressi nel mondo sono sempre stati compiuti per mezzo del duro lavoro di singoli uomini. Oggi il nostro compito è quello di andare di casa in casa a diffondere la giustizia, guidando tutti sul sentiero del karma, dando istruzioni pratiche, diventando noi stessi degli esempi. Solo per mezzo del karma potremo prosperare. Dobbiamo lavorare fino all'ultimo respiro.

L'Hairakhandi Samaji è infatti un'associazione molto antica, ma la continuità del suo lavoro è stata ininterrotta nel passato. Con la Sua ricomparsa, Shri Mahaprabhuji ci ha fatto la grazia di ristabilire il Samaji. Solo pochi anni fa Hairakhan era un luogo inaccessibile, ma grazie ai trasporti e alle altre facilitazioni che sono state approntate, è diventato facile per tutti venire qui. Ora qui ci sono persino provviste da dare agli affamati, bevande per gli assetati, vestiti per i poveri. Noi tutti siamo coscienti del fatto che Shri Mahaprabhuji stesso è il più grande Karma yogi. Egli è sempre presente fra noi, nello sforzo di insegnarci il Karma yoga, dirigendo i lavori dalla mattina alla sera, senza alcun bisogno o desiderio per Se stesso. La cosa più stupefacente del lavoro di Shri Mahaprabhuji è vedere la gente che arriva qui da tutte le parti del mondo. Sappiamo che il Suo messaggio si sta rapidamente diffondendo in tutto il mondo; migliaia di persone vengono a ricevere il Suo darshan. Altri santi sono andati all'estero per diffondere i loro insegnamenti, ma il loro lavoro ristagna. Shri Mahaprabhuji non ha mai lasciato questo divino centro per andare in paese stranieri, ma la gloria del nome di Hairakhandi si è diffusa ai quattro venti. Lo scopo di questa riunione è di farci realizzare pienamente che, come figli dello stesso Padre, noi dobbiamo aiutarci gli uni gli altri, superando la gelosia e il rancore, e diffondendo la buona volontà fra gli uomini. Il vero miracolo compiuto da Shri Babaji è quello di aver trasformato questo luogo per mezzo del solo potere spirituale: qui non c'era nulla, ora c'è un giardino nel quale scorre il fiume dell'abbondanza. Senza alcun aiuto esterno, ma solamente attraverso il potere del Suo Essere perfetto, templi e ashram sono stati costruiti in diversi stati dell'India, così come all'estero. Durante i tredici anni trascorsi dalla Sua apparizione, genti dai più disparati modi di vivere sono venute qui e sono state ricevute nell'abbondanza. Sebbene l'Hairakhandi Samaji sia stata legalmente costituita solo tre anni fa, l'impatto di Babaji su tutte le sfere della vita, il Suo messaggio di Verità, Semplicità e Amore rendono evidente che non ci vorrà molto, prima che Shri Mahaprabhuji rimuova il dolore e la miseria dal mondo e risvegli la coscienza di una fratellanza universale, che si diffonderà per mezzo della vera pace e della gioia. Shri Mahaprabhuji trasformerà il mondo. Avendo preso l'impegno di servire l'umanità, Shri Mahaprabhuji è immerso nell'attività. Egli unirà l'umanità con la forza del Suo potere spirituale e le indicherà una nuova direzione di progresso. Per educare è necessaria vera conoscenza: solo da essa si genereranno l'amore e la fratellanza universali. Una nuova generazione di uomini forti ed entusiasti si svilupperà quando verrà dato aiuto ai bisognosi. A Hairakhan sono state raccolte scorte di medicinali, e i bambini poveri ricevono un'educazione gratuita.Allo stesso modo voi dovete occuparvi delle zone del vostro paese dove la gente è povera e bisognosa d'aiuto, e poi fare tutto quello che potete per elevare il loro livello di vita. Insegnate loro la pulizia e la moralità. Servire i bisognosi con sincerità è il vero servizio a Dio. Shri Babaji si è ora totalmente impegnato a liberare il mondo. Cari devoti di Babaji: voi che state obbedendo alla lettera ai Suoi ordini, siate determinati nel procedere su questo sentiero. Svegliatevi! Sorgete! Andate a imparare dal saggio! Diventate i coraggiosi Karma yogi del signore! Fate in modo di non essere presi nel vortice del mondo, dove non c'è speranza di fuga. Divenite parte del nucleo di questa famiglia universale, l'Hairakhandi Samaji! Sostenetene il messaggio e le iniziative!

Discorso di Shri Babaji ripetuto da Shastriji. Hairakhan, 20 aprile 1983

 

 

84.

CREARE LA PACE UNIVERSALE

Divenite umani, la sola religione è l'umanità

 

Il nostro scopo principale è creare la pace universale. Come faremo? C'è un solo modo: eliminare tutte le differenze tra caste e fedi, eliminare la disumanità fra noi. Deve esistere una sola casta e una sola fede: l'umanità. Divenite umani, la sola religione è l'umanità. Siate tolleranti e pronti a perdonare. È nostro dovere dare l'esempio. Ognuno deve essere umano e coraggioso, pronto a fronteggiare le difficoltà con audacia. Salvate voi stessi e gli altri dall'adharma (ingiustizia) del mondo. I vigliacchi sono persone morte. Voglio un mondo di gente coraggiosa, che accetti la vita così come viene. Vogliamo far cessare le atrocità e aiutare la gente a superare i propri problemi. Vogliamo portare la pace non in una sola nazione, ma nel mondo intero: il nostro scopo è la pace universale.

Voi tutti dovete fare voto di andare di casa in casa, di luogo in luogo, e aiutare i bisognosi. Dovete distruggere l'inazione che sta facendo marcire l'uomo. L'inazione e la pigrizia sono i principali ostacoli al progresso dell'umanità. Se imparate la giusta azione, potete fare tutto. L'azione è il maha yoga, lo yoga supremo. Dovete progredire attraverso l'azione. I leder politici di tutti i paesi predicano l'inazione attraverso lo sciopero. Voi non dovete avere nulla a che fare con queste cose. L'uomo è stato fatto per agire.

JAI MAHA MAYA KI JAI

Parole di Babaji. Hairakhan, 24 maggio 1983

 

 

85.

I GIARDINI DI HAIRAKHAN

I giardini che avete fatto qui con tanta perseveranza sono unici

 

Voglio dirvi che non c'è ragione per ansietà o scoraggiamento. Siete nati per fare Karma (lavoro, azione), dunque continuate a fare karma. Karma è la cosa suprema nel mondo. Soltanto attraverso karma l'uomo può avanzare. Le persone pigre e svogliate hanno sempre dei problemi. Karma è supremo. Tutti voi avete lavorato duramente qui. Voglio ringraziarvi per questo. I giardini che avete fatto qui con tanta perseveranza sono unici. In futuro questo verrà ricordato come un fatto storico. Non ci vuole niente a fare simili giardini a Delhi o a Calcutta, ma fare simili giardini sopra il fiume, conquistando la natura, è una grande cosa. Dunque voi tutti dovete continuare a progredire.

Dovete dare insegnamenti sul karma anche agli altri. In quest'epoca potete raggiungere la liberazione solo attraverso il karma. In altre epoche le persone hanno praticato molte diverse forme di yoga e sadhana, ma in quest'epoca non c'è altra sadhana, oltre al Karma yoga, per darvi la liberazione. Continuate a lavorare ripetendo il nome del Signore. Voi non potete comprendere l'alto valore del karma mentre si ripete il nome del Signore! La mente dell'uomo è molto veloce, più veloce del vento. Lavorando duramente, ripetendo il nome di Dio, la vostra mente si ripulisce, i pensieri negativi e inutili non possono entrare. Per elevare l'uomo, per il progresso dell'intera umanità, karma è la grande sadhana. Tutti voi dunque continuate a progredire attraverso il karma.

JAI MAHA MAYA KI JAI

Parole di Babaji durante il darshan serale. Hairakhan, 30 giugno 1983

 

 

86.

SIATE CORAGGIOSI

Lavorate e morite nel nome di Ram

 

Ora voi coraggiosi, siate pronti a lavorare. Siate coraggiosi. Mi piacciono le persone coraggiose. Non mi piacciono i codardi. Ora serve gente coraggiosa. Vivere da codardi è vergognoso; per un codardo è meglio annegarsi nel fiume. Non c'è posto per i codardi. Risvegliatevi! Sorgete! Siate coraggiosi! Lavorate e morite nel nome di Ram. Andate tutti a lavorare nel Company Garden. Tutti voi siete persone coraggiose.

Parole di Babaji durante il darshan del mattino. Hairakhan, 5 luglio 1983

 

 

87.

IL PROGRESSO SCIENTIFICO

È stato raggiunto attraverso il Karma yoga, il duro lavoro

 

Voi stranieri siete tutti dei grandi lavoratori e siete sinceri.. Voglio ringraziarvi per il modo in cui avete lavorato, generosamente, dando l'esempio di un ideale da seguire a tutto il mondo. Karma yoga è la più alta forma di yoga (Mahayoga). Voi avete lavorato in modo da riunire cielo e terra. Anche il progresso scientifico è stato raggiunto attraverso il Karma yoga, il duro lavoro. Anche gli inventori delle bombe atomiche e all'idrogeno hanno lavorato senza risparmiarsi, senza curarsi del cibo, del sonno, del caldo e del freddo. Solo in questo modo hanno potuto ottenere dei risultati. Anche loro facevano yoga. Attraverso il Karma yoga si possono realizzare grandi cose: potete portare il cielo sulla terra. Potete cambiare l'intera creazione. Voi potete pensare: sedendo qui come posso cambiare il mondo (come posso portare un cambiamento nel cuore degli uomini)? Ma vi dico che metà del Mio lavoro l'ho fatto sedendo qui.

Continuate a progredire attraverso il karma.

JAI MAHA MAYA KI JAI

Parole di Babaji. Hairakhan, 11 luglio 1983

 

 

88.

IL JAIKARA

Dite il jaikara con amore ed entusiasmo, affinché la gente realizzi che attorno qualcuno è vivo

 

Quando dite JAI ditelo in modo da far tremare la terra e far cadere il cielo. Non ditelo come persone morte, con riluttanza e senza vita. Voi avete tempo di essere senza vita quando sarete morti. Dite il jaikara con amore ed entusiasmo, affinché la gente realizzi che attorno qualcuno è vivo. Mentre siete in vita, siate vivi, entusiasti e coraggiosi.

Parole di Babaji. Hairakhan, 11 luglio 1983

 

 

89.

HARELA

Chi è fisicamente distante da qui non deve pensare di essere lontano

 

Questo è il giorno di buon auspicio di Harela19, e desidero augurare a tutti voi felice Harela. Questo si riferisce anche a tutte le persone di questo paese e alle persone di altri paesi, ai presenti e a coloro che non sono attualmente qui. Estendo le Mie benedizioni in questa sacra occasione ad ogni devoto del Signore ovunque egli sia. Chi è fisicamente distante da qui non deve pensare di essere lontano. Egli è ugualmente vicino a Me. Anche se migliaia di chilometri distanti da qui, non deve pensare di essere lontano da Me. Egli è ugualmente vicino a Me. Mi può comunque raggiungere praticando la devozione. Quello che tutti devono fare è diffondere il Mio messaggio di Karma yoga nel mondo. Io voglio Karma yoga. Il Karma yoga è ristagnato, voglio che ritorni in prima linea.

Parole di Babaji. Hairakhan, 17 luglio 1983

 

 

90.

IL LAVORO

Quando fate il vostro lavoro, dovete farlo con senso del dovere

 

Voglio ringraziare i presenti per il grande entusiasmo e amore col quale hanno lavorato. Tutti voi avete dato una lezione di Karma yoga al mondo intero, desidero esprimere il Mio apprezzamento. Aspetto da voi la stessa cosa in futuro, e che progrediate nel cammino spirituale.

Per l'uomo il Karma yoga è la più alta forma di yoga. Solo col Karma yoga è possibile cambiare quest'epoca; tutte le altre forme di yoga non sono in grado di farlo. Ad ogni cambiamento di Era, il Karma yoga si manifesta attraverso il progresso scientifico e altri sviluppi frutto dell'attività umana. Tutti voi avete lavorato qui con corpo, mente e anima. Desidero ringraziarvi tutti dal profondo del Mio essere. Quando fate il vostro lavoro, dovete farlo con senso del dovere. Da questo lavoro trarrete benefici. Dunque continuate col Karma yoga. Karma yoga è il miglior modo per progredire.

Parole di Babaji. Hairakhan, 19 luglio 1983

 

 

91.

MUNIRAJI E IL DALAI LAMA

Il Dalai Lama non è più grande di Muniraji

 

Shri Babaji commentando il fatto che Muniraji sia stato invitato a partecipare ad una conferenza spirituale in Austria a settembre, alla quale parteciperà anche il Dalai Lama, disse:

Muniraji può partecipare. Il Dalai Lama non è più grande di Muniraji. Muniraji è l'incarnazione di Guru Dattatreya20. Egli è uno yogi e spiritualmente molto, molto alto. Diffondete questo messaggio ovunque tra la gente. Presto si terrà un meeting mondiale qui. Non è ancora stata fissata la data, ma avverrà presto.

JAI MAHA MAYA KI JAI

Parole di Babaji durante il darshan serale. Hairakhan, 19 luglio 1983

 

 

92.

LA PUNTUALITA'

Se non riuscite ad essere puntuali, non avete il diritto di stare qui

 

Babaji dice che a partire da oggi si compirà la Parthiv Puja21. Questo mese, il mese lunare di Savan, che inizia con Guru Purnima (il 24 luglio), è un mese meraviglioso, un mese di Dharma, pieno di fascino. È il mese dell'abbondanza di verde. Mahaprabhuji vi benedice con felicità e pace.

L'ordine principale di Shri Mahaprabhuji è la puntualità nel compimento del proprio dovere. Chi disobbedisce a quest'ordine non potrà restare. Se non riuscite ad essere puntuali, non avete il diritto di stare qui. Chiunque faccia questo grave errore non può restare qui. Voi siete venuti qui per crescere spiritualmente. Cercate di progredire spiritualmente. Usate il vostro tempo per meditare, cantare bhajan e kirtan, e servire. Le vibrazioni pacifiche di Hairakhan devono essere preservate. Non disturbate le vibrazioni di pace dell'ashram con cattive azioni. Mahaprabhuji è molto severo a questo riguardo. Chi viene ad Hairakhan deve cooperare nel mantenimento dell'armonia nell'ashram. Si deve partecipare all'Arti e a tutte le attività.

La migliore cooperazione è offrire contributi finanziari. C'è molto lavoro da fare e molti progetti da realizzare. Mahaprabhuji non fa questo per interesse personale. È un servizio universale. Tutti voi dovete cooperare e aiutare l'ashram in qualunque modo vi sia possibile.

Parole di Babaji. Hairakhan, 28 luglio 1983

 

 

93.

SHASTRIJI

È un vero figlio di Sarasvati, la Madre della saggezza

 

Oggi siete seduti sotto il cielo stellato. L'atmosfera è serena e piena di pace. Siete alle pendici delle meravigliose colline himalayane, verdi di foglie e rampicanti. Le fronde degli alberi coperte di fiori colorati ondeggiano al vento. In questo periodo le acque del Gotama Ganga scorrono veloci e forti. È il mese di Savan, il significato di questo mese è ricordato nelle sacre scritture. L'aria è soffice, fresca e profumata. In questo mese si dovrebbe digiunare e compiere austerità. Dovreste mangiare solo una volta al giorno e trascorrere molto tempo meditando. La migliore meditazione è il compimento del proprio dovere. Obbedire agli ordini è vero yoga.

Quando nella vita di un uomo si configura una buona situazione planetaria, allora egli può giungere in un luogo sacro e incontrare santi uomini. Solo in compagnia di simili persone potrà sperimentare le vibrazioni spirituali e praticare la recitazione del nome di Dio. Quando il karma negativo di un uomo sta per esaurirsi, egli giunge naturalmente in un luogo sacro in compagnia di persone sante. Al contrario, quando i peccati di un uomo raggiungono il massimo, egli viene trascinato in posti di basse vibrazioni e in cattive compagnie. Il suo karma non gli permette di rimanere in un luogo sacro. Per questo motivo ogni uomo deve percorrere il sentiero della verità.

In questo momento Daria Shah, l'imperatore persiano Dario, sta salendo le scale, tossendo. (Proprio in quel momento Vishnu Datt Shastriji saliva dalla camera di Svamiji). Egli viene e siede in un angolo ad ascoltare con molta attenzione. Anche lui è benedetto e siede sotto la volta stellata del cielo. Siede in un angolo talmente buio che non si riesce nemmeno a vedere le sue mani. Cosa starà pensando? Lui ha riformato la cultura indiana: l'imperatore Dario è un grande creatore e può trasformare quello che è stato creato in qualsiasi momento. Di tempo in tempo una grande guida degli uomini scende nel mondo per mostrare agli altri il sentiero della verità. Tulsidas era un uomo simile e aveva molti seguaci. Shastriji è un uomo simile, è un vero figlio di Sarasvati, la Madre della saggezza. È stata Lei a mandarlo. In un altro angolo Pir Alì (Har Govinda) siede ai piedi di Hanuman con il suo armonium; anche sopra di lui scintilla la volta stellata. I flutti del Gotama Ganga ruggiscono; le acque fluiscono scandendo un ritmo poetico. Migliaia di persone devono la vita alle sue sacre acque. Bagnarsi in queste acque redime da tutti i mali. Questo è quello che Pir Ali sta dicendo. Io non so cosa stia combinando. In questi giorni è molto occupato nei lavori di costruzione dell'ashram. Ora c'è persino una sorgente di acqua dolce e fresca vicino al dhuni. Le menti di coloro che la bevono saranno calmate. Persino la freschezza di questa conduttura d'acqua è dovuta all'efficienza degli yogi-fachiri. Verrà il giorno in cui la zona attorno al dhuni diventerà Fakirabad (la città dei fachiri). In futuro questo luogo subirà grandi progressi. Voi tutti siete testimoni del fatto che gente di tutto il mondo viene qui senza essere chiamata. Chi cerca la librazione certamente verrà qui. Questa è l'opinione dell'imperatore Dario e Pir Ali pensa la stessa cosa.

Parole di Babaji. Hairakhan, 30 luglio 1983

 

 

94.

IL DHUNI DI HAIRAKHAN

"Senza dhuni non c'è meditazione, senza Guru non c'è conoscenza"

 

La porta e le finestre degli edifici del dhuni, che contiene una nuova santa asana sono state lasciate aperte. Questo significa che il santuario è aperto a tutti, ovunque siano e da qualunque luogo provengano. È di vitale importanza che tutti quelli che vengono qui in cerca di benefici spirituali abbiano il darshan del dhuni. Questo dhuni non è nuovo, sebbene sia stato costruito recentemente. È un dhuni antico. Shri Mahaprabhuji non solo ha fatto questo dhuni con le Sue mani, ma ha seguito e diretto ogni dettaglio del lavoro.

Shri Mahaprabhuji concluse il Suo discorso dicendo:

"Senza dhuni non c'è meditazione, senza Guru non c'è conoscenza".

Babaji invitò poi Shastriji a parlare del dhuni:

Ogni particella di questo luogo sacro, Hairakhan Vishva Mahadham, ha il potere di illuminarci. In molte religioni il fuoco è sacro ed è il testimone della pratica spirituale. È considerato divino. Nell'India antica i rishi si occupavano con molta attenzione del fuoco sacro e lo tenevano molto pulito, poiché considerato la dimora di Dio. Sedersi al dhuni purifica le vibrazioni. Potete scoprirlo voi stessi. Quando avete qualsiasi problema, andate al dhuni e lasciate che vi dia sollievo.

Prima il dhuni era all'aperto, sul terrazzo; successivamente è stato spostato e attorno ad esso è stata costruita una capanna di terra con il tetto di paglia. Ora è stata ampliata, e costruita in mattoni e cemento. È un dhuni unico, dove sono raffigurate le quattro direzioni e le quattro divisioni dello spazio. Ad ogni lato sta un guardiano divino (Digpal, Bhairava) che regge il trishul. Tutte le pratiche spirituali che compirete lì daranno molti frutti. Sia l'albero che cresce vicino che il ruscello di montagna che scorre a lato sembrano abbiano atteso per proteggere il luogo e arricchirlo con l'acqua.

Arriverà il giorno in cui questo dhuni sarà famoso in tutto il mondo, per i grandi miracoli che lì si compiranno. Gente da tutto il mondo verrà ad inchinarsi ad esso. Come i templi di Shiva sono aperti a tutti gli adoratori del Signore, così è il dhuni. Il Gotama Ganga che scorre al suo fianco è un esempio per tutti i devoti: così come scorre senza interruzione, mormorando il mantra OM NAMAH SHIVAY tra le onde, allo stesso modo la vostra devozione deve scorrere in un unico flusso, diffondendo il mantra OM NAMAH SHIVAY.

Hairakhan, 2 agosto 1983

 

 

95.

IL SACRO ALBERO DI PIPPAL DI HAIRAKHAN

È l'albero più sacro esistente in questo e in tutti e tre i mondi

 

Per amore del Signore Ram, voi siete seduti qui ora, sotto il sacro albero di pippal. È un albero molto sacro e di buon auspicio. Esseri divini vivono sotto di esso, tutti voi siete benedetti solo sedendovi sotto di esso. Sotto quest'albero Shri Mahaprabhuji ha trascorso molti anni in austerità, sin dall'antichità. Dovete considerarvi i più fortunati della terra. Perfino le divinità celesti desiderano riposare all'ombra di quest'albero. È l'albero più sacro esistente in questo e in tutti e tre i mondi. Secondo il Sanatana Dharma gli ultimi riti di un uomo vengono sempre compiuti sotto un albero di pippal. Il pippal è considerato un'entità viva e consapevole. Ogni giorno dovete cantare le lodi del Signore sotto quest'albero, ha un grande significato.

Voglio ringraziare tutti coloro che compiono il Karma yoga. A voi spetta il merito di dare nuova vita a questa forma di yoga che stava quasi scomparendo dal mondo. Durante il kali-yuga, il tamas guna (oscurità, inerzia e ignoranza) occupa i tre quarti del mondo, il rajas guna (passione e attività) un quarto e il sattva guna (la qualità di luce, equilibrio e conoscenza) è praticamente inesistente.

La macchina sta divorando il lavoro umano. La macchina sta addirittura iniziando a divorare gli uomini. Grandi professionisti, ad esempio i dottori, sono stati resi inattivi dalle macchine. Verrà il giorno in cui i medici dimenticheranno la loro conoscenza e tutto il loro lavoro verrà svolto dalle macchine. Per questo dovrete tutti praticare il Karma yoga: per raggiungere gli obiettivi della vostra vita. Karma yoga è Maha yoga. Può fare un uomo e può distruggerlo. La teoria del karma è molto grande.

L'asana di Pir Shah (Har Govinda Baba) al dhuni del Company Garden sarà completata molto presto. Vi si faranno kirtan e bhajan. Il dhuni diventerà un grande luogo sacro nel mondo, dove si potrà ottenere la liberazione. La sacra Ganga scorre vicino e una bellissima sorgente sgorga dalle montagne al suo fianco. I presenti qui devono andare giornalmente al dhuni e fare pranam. Potete anche andare due volte al giorno e fare l'Arti lì. Tutti voi siete benedetti poiché vivete nel luogo più sacro del mondo. State servendo in questo luogo col vostro corpo, mente e anima. Dovete sapere che qui trovate la sicurezza, e anche al tempo del pralaya (dissoluzione dell'universo) questo luogo sarà sicuro: per grazia concessa da Mahaprabhuji non potrà essere distrutto durante il pralaya. Un nuovo mondo si sta creando qui. La nuova creazione sta cominciando qui. Quello che vedete qui è già l'inizio del nuovo mondo. A Hairakhan il vecchio mondo è stato distrutto.

Io vi sto insegnando questo: IL NUOVO MONDO COMINCIA QUI!

Voglio che siate felici e in pace.

Parole di Babaji. Hairakhan, 3 agosto 1983

 

 

96.

IL MESSAGGERO DELLA RIVOLUZIONE

Come può Babaji fare la Rivoluzione se non ha niente?

 

Il messaggero della Rivoluzione sta arrivando! La Grande Rivoluzione è molto vicina. Siate pronti, lasciate dietro di voi la paura della vita e della morte. Voglio vedere un fiume di sangue scorrere sulla terra. È necessario che ora vi sia una Grande Rivoluzione, perché senza di essa non vi può essere pace. In tutte le epoche è stato così; solo dopo uno spargimento di sangue è arrivata la pace. Alla battaglia di Kurukshetra ad esempio, c'è stato un grande spargimento di sangue. La gente scapperà dalle case come formiche dalle loro tane.

Forse vi state chiedendo come può Babaji fare la Rivoluzione se non ha niente? Quando verrà il tempo tutto sarà pronto. Hitler non nacque con un esercito organizzato o con le armi pronte. Krishna e i Pandava non avevano nulla, ma al momento giusto tutto fu pronto. Siate pronti, ognuno di voi! Ovunque siate, diffondete questo messaggio e dite alla gente di essere all'erta e pronta per la Grande Rivoluzione che sta per arrivare. Il messaggero della Rivoluzione è venuto.

Parole di Babaji. Hairakhan, 3 agosto 1983

 

 

97.

LA GRAZIA DEL DHUNI

Chiunque venga a ricevere il suo darshan, mediti e faccia qui la puja, sarà sollevato da tutte le sofferenze, fisiche, mentali, spirituali

 

Il dhuni qui sotto ha coscienza vivente, in esso c'è sempre la presenza della luce divina. Per amore del Signore Ram tutti devono partecipare all'Arti e fare meditazione; durante la notte del 16 agosto ci sarà una veglia, si canteranno kirtan e si accenderanno 108 candele per la cerimonia di inaugurazione, il 17 mattina si terrà un havan. Nel nome del Signore Ram, tutti siano sempre sinceri e pronti a fare bhajan e satsang per raggiungere la conoscenza spirituale e conducano altre pratiche spirituali al dhuni. Questo dhuni è una delle meraviglie del mondo! Potete vedere diversi tipi di dhuni come ad esempio quelli dei Parsi, ma in nessun altro luogo troverete un dhuni con otto lati. Gli otto lati simboleggiano le otto braccia di Jagadamba, la Madre universale. Nel nome del Signore Ram, finché esisterà il Creato, il dhuni rimarrà pieno di coscienza vivente. È stata concessa una grazia a questo dhuni, chiunque venga a ricevere il suo darshan, mediti e faccia qui la puja, sarà sollevato da tutte le sofferenze, fisiche, mentali, spirituali. Per amore del Signore Ram, tutti coloro che soffrono di qualsiasi malattia, se prendono la cenere dal dhuni e siedono regolarmente in meditazione, saranno sollevati da tutte le malattie croniche.

Il rishi Gotama un tempo venne in questo posto, dove ora sorge il dhuni. Per questo motivo il fiume porta il suo nome. Vashistha (il Guru del Signore Ram) venne qui. Il Kailash che vedete accanto a voi è il Kailash principale. Un tempo anche il Signore Ram venne qui. Ora, dopo migliaia di anni, questo posto è nello stato più degradato. Un tempo qui non c'erano né colline né terre, ma ora ci sono. Un tempo qui ci fu anche il mare. Quando il Signore Ram venne insieme al rishi Vishvamitra a visitare l'ashram del rishi Gotama, bevve dalla sorgente vicino al dhuni, ora chiamata Ram Dhara. Madre Durga con le otto braccia armate è venuta qui a benedire Ram. Perciò questo è il luogo di Durga dalle otto braccia ed il motivo per il quale il dhuni ha otto lati.

Nel nome del Signore Ram qui di fronte a voi c'è il vero Signore Vishnu, nel nome e nella forma ( a questo punto Babaji indicò Shastriji). Egli è colui che ha scritto per tre volte l'epica del Mahabharata. Egli fu sia Vashistha che Vyasa (l'autore dei Purana); egli ha anche riscritto per tre volte il Ramayana di Valmiki; ha scritto molte epiche in diverse epoche. Neppure Hanuman conosceva la propria grandezza, a causa di Maya, l'illusione del mondo, l'origine della creazione.

In nome del Signore Ram ora siamo nel 28° Manvantara di questo kalpa (ci sono molto migliaia di Manvantara in ogni kalpa, o epoca). Come ci furono diversi Manu (uno per ogni Manvantara), così ci furono molti Vyasa (scrittori e poeti). Non dovete credere che la creazione sia sempre stata come ora la vedete. Ci sono state trasformazioni totali; ciò che una volta era qui, è stato trasportato in luoghi lontani. In nome del Signore Ram anche i mari e le montagne hanno cambiato posto.

Shastriji è stato un insegnante mondiale e un poeta in tutte le epoche. Egli ha ottenuto la realizzazione del sé attraversi Kakbhushundi (un saggio con la forma di corvo che visse sull'Himalaya). Egli è l'originale santo poeta di tutti i tempi. Ramakrishna Shastri è stato insieme a lui da sempre ed era Vishvamitra. Neppure Hanuman conosceva il proprio potere e le propria grandezza.

Parole di Babaji. Hairakhan, 10 agosto 1983

 

 

98.

TAPASYA

L'inferno può essere trasformato in paradiso per mezzo della tapasya

 

Oggi è un giorno molto favorevole, molto felice, un giorno di gioia. Siete tutti riuniti alle pendici dell'Himalaya dove scorre il sacro fiume Gotama Ganga; sulle sue sponde c'è un magnifico giardino. Una parete di roccia ricoperta di rampicanti incornicia questo luogo meraviglioso. Lo splendore di questo posto è indescrivibile, come lo splendore del santuario sul monte Kailash. Queste rocce sono bellissime in mezzo al verde delle foglie e dei rampicanti, in mezzo ad esse potete persino vedere la punta della coda di Hanuman. Voi che siete qui oggi siete le persone più fortunate del mondo! Questo è il posto più propizio per compiere delle pratiche spirituali. Persino Sheshnag (il serpente dalle mille teste) non è in grado di descrivere la grandezza e la santità di questo luogo e neppure il Signore Vishnu o l'intera assemblea degli Dei. Nel nome del Signore Ram, questo posto è stato creato solamente per il beneficio dell'umanità. È un fenomeno straordinario, un miracolo e una meraviglia del mondo. Il sole, la luna e tutte le stelle sono pronti a servirlo per sempre. Spero che in futuro questo fenomeno della creazione divina porti grandi frutti. Nel nome del Signore Ram ogni 16 agosto si svolgerà una cerimonia in ricordo della manifestazione divina di questo luogo. Questo è il luogo di nascita di tutti gli yogi e delle divinità degli yogi, come anche la sorgente della loro ispirazione e del loro successo.

Una volta Mahadeva disse al Signore Ram che questo luogo rimuove tutte le malattie e dispensa la felicità divina. I saggi e i santi di questa epoca si sono sacrificati molto per costruire questo posto. Come Pramodavan era il meraviglioso giardino del Signore Ram ad Ayodhya, così questo è il giardino meraviglioso del Signore Shiva, il suo nome è Nandan Van! Questa manifestazione divina, questo giardino non è di tipo comune: è stato costruito con il sudore e il sangue di tutti i devoti, per questo è così meraviglioso. Oggi è un giorno molto felice, un giorno di grande pace e benessere per l'umanità. Oggi è un giorno molto favorevole: è mangalvar (ndr: martedì, giorno di buon auspicio).

Vi avevo detto che avrei portato il cielo in terra e oggi siete testimoni di questo fatto. Nel nome del Signore Ram ho detto più volte ad Har Govinda che avrei fatto di questo posto la Svizzera e la Svezia. Potete vedere la vegetazione rigogliosa attorno a voi: tutto questo è dovuto alle persone che qui hanno fatto tapasya; l'inferno può essere trasformato in paradiso per mezzo della tapasya. Quello che oggi è qui è il risultato del vostro duro lavoro e della vostra sadhana, della vittoria alla sfida che la natura vi ha posto davanti. Avete sconfitto la natura e creato questo giardino meraviglioso.

Nel nome del Signore Ram, Mahaprabhuji ha concesso una grazia a questo posto: chiunque beva la santa acqua del Ram Dhara, riceva il darshan del dhuni, ne prenda la cenere e qui compia qualsiasi pratica spirituale, ha la garanzia di essere liberato. È un patto scritto da parte di Shri Mahaprabhuji; per questo il dhuni è stato chiamato Moksha Dham, che significa 'posto della liberazionÈ. È una manifestazione del Signore Ram e un centro di pellegrinaggio; è la porta d'entrata che guida verso il Signore. Lakshman, fratello di Ram, è stato qui ed anche Sheshnag. Nel nome del Signore Ram ora vi do questo insegnamento: progredite, obbedendo agli ordini e seguendo la disciplina spirituale! Questo è il dhuni della Madre divina, è la Sua forma, e il profilo ottagonale ne simboleggia le otto braccia. Qui hanno luogo canti di buon auspicio con accompagnamento di strumenti musicali, come se i musici celesti fossero scesi sulla terra.

Oggi c' è un aspetto planetario molto favorevole. È bhaumashtam 22l. L'ultima volta che si presentò una configurazione planetaria simile a questa fu un centinaio di anni fa. Nel libro della Durga Saptasati è scritto che in questo giorno tutti i desideri vengono esauditi.

Parole di Babaji alla cerimonia inaugurale del nuovo dhuni.

Darshan del mattino. Hairakhan, 16 agosto 1983

 

 

99.

LETTURA DEL RAMAYANA

Per l'inaugurazione del Dhuni viene letto per tutta la notte il Ramayana

 

Qui c'è molta gente che ha viaggiato attraverso tutto il mondo; ci sono diversi centri di pellegrinaggio nel mondo, ma molti viaggiatori non avevano mai sentito parlare di questo centro di pellegrinaggio universale Hairakhan Vishva Mahadam. Questo luogo è unico fra tutti quelli esistenti. Per amore del Signore Ram siate ispirati da Dio. Durante tutta la notte ci sarà la recitazione del Ramayana al dhuni e kirtan. Coloro che sono in grado di leggere il Ramayana sono invitati a partecipare alla lettura, gli altri ripeteranno il nome del Signore Ram e di Dio con amore e devozione.

Parole di Babaji durante il darshan serale. Hairakhan, 16 agosto 1983

 

 

100.

BENEDIZIONE DI BABAJI

Chiusura della Parthiv puja, celebrazione durata 21 giorni

 

La Parthiv puja che è stata celebrata durante i 21 giorni passati è ora stata completata. Grazie al vostro sforzo e alla vostra devozione questa cerimonia sacra è giunta a compimento. In quest'occasione Shri Mahaprabhuji vi benedice tutti con il Suo intero essere, vi dà la Sua piena benedizione. State tutti sedendo alle pendici dell'Himalaya; semplicemente sedendo qui raccogliete i risultati di molte vite di austerità, prendendo il darshan del dhuni, usandone la cenere, siete benedetti automaticamente.

Parole di Babaji ripetute da Shastriji dopo lo yajna.

Hairakhan, 16 agosto 1983

 

 

101.

LE PAROLE CHE ISPIRANO SONO ETERNE

Quello che vi dico sono tutti 'furo mantra', mantra per essere ispirati

 

A partire da domani mattina avrà luogo al dhuni la ripetizione dell'Hairakhandi Saptasati per mille volte, tutti devono partecipare al mattino e alla sera.

Come andate al tempio, così dovete venire a meditare e fare japa al dhuni. Nonostante questo la massima importanza deve però essere data al Karma yoga; senza Karma yoga non è possibile progredire nella vita. Lavorare è necessario, non solo per il progresso materiale, ma anche per la perfezione spirituale. Considero un uomo inattivo come se fosse morto. Potete avanzare nella vita soltanto attraverso il Karma yoga, perché il vostro cuore si purificherà e i vostri pensieri saranno positivi. Il lavoro è anche di beneficio per la vostra salute, dormirete bene e avrete un buon appetito. Un uomo che ha buon appetito e che dorme bene è sempre sano, e con la salute può realizzare qualsiasi cosa nella vita. Vi ho già detto prima che ci sono molti tipi diversi di yoga, ma senza Karma yoga non è possibile progredire. Il Karma yoga è di suprema importanza e deve venire per primo, poi si possono praticare anche altri yoga. Nel nome del Signore Ram avanzate e progredite attraverso il Karma yoga. Fin dal tempo del Signore Ram e del Signore Krishna sono comparse molte scritture sacre; tutte descrivono il significato del Karma yoga e ne insegnano la grandezza. Anche Cristo era un karma yogi e fu crocifisso dal karma. Cristo non ha mai accettato l'inazione. Anche il profeta Maometto seguì la via del Karma yoga, come tutti gli altri grandi. Furo! Siate ispirati! Il Karma yoga vi insegna a condurre una vita di verità; soltanto il lavoro può trasformare il mondo. L'inazione è la causa del dolore, di tutti di problemi. Nel nome del Signore Ram tutti i grandi politici fecero la Rivoluzione attraverso il karma; qualsiasi cosa realizzarono, lo fecero attraverso un'azione concentrata, facendo tremare il mondo con l'impatto della loro azione, cambiando il mondo. Il karma è supremo, sia per scopi buoni che cattivi; il Karma yoga dà risultati immediati.

In tutti questi anni non è mai stata fatta pubblicità su quello che sta succedendo qui, eppure attraverso il potere del karma, l'intero mondo, l'intera creazione corrono qui, come spinti da una grande bufera.

Vi ho ripetuto molte volte che il Karma yoga è supremo e attraverso di esso porterò la Rivoluzione nel mondo. Vi ho anche ripetuto molte volte Furo! Siate ispirati!

La Rivoluzione annienterà gli alberi e le foglie del mondo come risultato della distruzione nucleare. Vi ho insegnato questa lezione del Karma yoga molte volte, cercate di avanzare attraverso il karma e attraverso qualsiasi mezzo.

Tutto sarà compiuto. Concentrate l'energia, conservatela, non sprecatela, usatela solo quando è necessario.

Risvegliatevi! Sorgete! Andate dai saggi e ottenete la conoscenza! Realizzate il Sè. Abbiate una ferma determinazione e, pienamente concentrati, raggiungete la vostra meta. Ogni cosa è presente in questo mondo, ma gli sfortunati, coloro senza karma non ottengono niente. Quello che vi dico sono tutti 'Furo mantra', mantra per essere ispirati. Nel nome del Signore Ram, il corpo fisico se ne andrà, è perituro, ma le parole che ispirano sono eterne.

Parole di Babaji durante il darshan serale. Hairakhan, 17 agosto 1983

 

 

102.

LA RANA E IL POZZO

Come una rana in un pozzo profondo, uscite e andate oltre

 

Congratulazioni alla coppia dei nuovi sposi da parte di tutti i presenti.

Nel nome del Signore Ram, Furo! Siate ispirati! Vi ringrazio con tutto il cuore per il vostro duro lavoro, e per l'amore e la devozione con cui avete lavorato qui. Molto lavoro è ancora necessario, il lavoro duro ed onesto è la cosa suprema in questo mondo, ringrazio anche Jemalji capo dei lavori, per il suo durissimo sforzo per costruire i muri di pietra. In questo momento qui è necessario non solo lavoro ma anche denaro, questo posto può progredire soltanto con un aiuto finanziario. Questo è ora della massima importanza; col denaro possiamo provvedere alle facilitazioni necessarie e possiamo comprare i materiali da costruzione come il ferro e il cemento. È necessario il denaro anche per il cibo, e la situazione economica qui deve diventare tale da portare all'autosufficienza, perché non dobbiamo dipendere da nessuno. Col denaro possiamo anche fortificare le colline. È necessario per noi essere economicamente forti, se lo diventeremo potremo portare qui persino il potere che aveva la Union Jack (la bandiera inglese che conquistò l'India) così potremo sventolare la bandiera di Hairakhan Vishva Mahadam in tutto il mondo.

Gli yogi saranno in grado di sfidare tutte le armi e le bombe con la loro conoscenza. Furo! Siate ispirati! Dobbiamo andare oltre tutte le armi e le bombe. Non rimanete indietro. In qualsiasi condizione o posizione vi troviate, andate sempre avanti. Andate avanti! Andate avanti! In questo modo potrete scuotere il mondo! Quando l'energia verrà a voi in forma di coraggio, allora diventerete grandi imperatori di questo mondo. Scoraggiarsi è segno di grande debolezza. Il coraggio è potere. Andate avanti! Avanzate con coraggio! Non pensate che rimarrete sempre nell'oscurità: come una rana in un pozzo profondo, uscite e andate oltre. Ogni volta che farete fronte a una sfida, vincerete. Si ode già il suono della vittoria! Il regno che verrà sarà un regno spirituale, ci sarà un'alta moralità. Ad ogni incrocio verranno appese delle campane e se qualcuno avrà dei problemi potrà andare a suonarle e riceverà giustizia. Sradicherò la paura dal mondo, concederò a tutti la grazia di essere senza paura.

Arresterò l'uso di tutte le armi; la campagna per il disarmo si rafforzerà molto. I leader mondiali ora stanno solo parlando di questo, ma Io vi mostrerò il disarmo in pratica.

Furo! Siate ispirati! Nel nome del Signore, avanzate!

Parole di Babaji. Hairakhan, 20 agosto 1983

 

 

103.

SAT KARMA

Tutti voi dovete compiere azioni buone, compassionevoli e caritatevoli

 

Nel nome del Signore Ram, Furo! Siate ispirati!

Tutti voi dovete andare avanti. Potete progredire solo attraverso il karma, l'azione. Tutti voi dovete compiere Sat karma, cioè azioni buone, compassionevoli e caritatevoli. L'akarma, l'inazione, è la peggior cosa del mondo. Se volete vivere una vita di verità dovete essere attivi e lavorare duramente. Attraverso il duro lavoro potete diventare gli imperatori di questo mondo, la vittoria sarà vostra attraverso il duro lavoro. Tutti voi scimmie e orsi! Il Signore Ram conquistò Lanka con l'aiuto di scimmie, grandi lavoratrici. Non è sufficiente muovere solamente la coda, dovete fare qualcosa di pratico, di utile; lavorare duramente, mettere le cose in pratica. Insegnate questo agli altri. Per prima cosa siate voi stessi ispirati, poi ispirate gli altri con questo messaggio del Karma yoga. Il Signore vi dice: Furo! Siate ispirati! Questo è un mantra completo.

Parole di Babaji al darshan del mattino. Hairakhan, 21 agosto 1983

 

 

104.

IL CONCETTO DI "VIOLENZA"

Il Mio obiettivo è ora quello di far sì che la capra e il leone bevano dalla stessa sorgente

 

Nel nome del Signore: 'FURO!' Siate ispirati! Questo è un mantra completo. Il Signore vi dice: il corpo materiale è mortale, il Verbo è eterno. Vi ho parlato di frequente. Siate ispirati!

Il problema che affligge l'universo è unico e questo problema ora sta di fronte a me. Non è solo il problema di una casta o di un credo, ma di tutti gli esseri viventi della creazione. È il problema di 9.400.000 specie di esseri senzienti e non solo il problema degli esseri senzienti, ma anche di quelli non senzienti. Il Mio obiettivo ora è di far sì che la capra e il leone bevano dalla stessa sorgente. Il concetto di 'violenza' deve essere capito nel modo seguente: coloro che sono non-violenti, non devono aver parte nella violenza. Per amore del Signore Ram, voglio stabilire la pace nel mondo. FURO! Questa parola ispiratrice porterà la pace nel mondo. Furo è in se stesso un mantra completo. Ishvarovacha: così dice il Signore.

Parole di Babaji al darshan serale. Hairakhan, 21 agosto 1983

 

 

105.

Intervista di Babaji con un giornalista americano

 

Questo è il tempo del Karma yoga, il metodo di realizzazione per quest'epoca. Ora voglio Karma yoga. Porterò una grande rivoluzione nel mondo. La distruzione è un aspetto necessario della creazione. Durante tutte le epoche, la pace venne stabilita solo dopo la rivoluzione. Per molto tempo la terra ha pianto chiedendo sangue; l'intera terra deve essere bagnata di sangue almeno una volta. Esaudirò questo desiderio della terra. La Rivoluzione arriverà rapidamente, in pochi secondi si diffonderà ovunque. È necessario il coraggio. Voglio estirpare la pigrizia e creare un mondo di esseri intelligenti e coraggiosi.

Quando Gli fu chiesto se le comodità moderne fossero di ostacolo alla realizzazione spirituale, Shri Babaji replicò enfaticamente di no.

Quando Gli fu chiesto se fosse necessario che tutti coloro aperti al Suo messaggio venissero a Hairakhan, Babaji rispose di no, ma aggiunse che i leader mondiali avrebbero dovuto venire. Quando Krishna andò in guerra, tutti i leader del suo tempo si unirono a Lui sul campo di battaglia di Kurukshetra.

Babaji disse: "Il Mio messaggio raggiungerà la profondità del mare e le altezze del cielo. Tutte le armi moderne, le bombe atomiche e i missili, sono inefficaci contro il messaggio e il potere di Mahaprabhuji. Il messaggio che è uscito da una grotta dell'Himalaya si è ora diffuso nel mondo intero. Nessun potere potrà fermare la rivoluzione incombente."

Quando Gli fu chiesto se fosse soddisfatto del modo in cuii il Suo messaggio venisse diffuso in Occidente, particolarmente negli Stati Uniti, Shri Babaji rispose:

"Io sono al di là della soddisfazione e dell'insoddisfazione. Quello che voglio è Karma yoga!"

Hairakhan, 23 agosto 1983

 

 

106.

IL SANATAN DHARMA

È la legge spirituale universale

 

Il Sanatan Dharma è la legge spirituale universale. Eterna, senza inizio e senza fine. Nessuno sa quando iniziò né fin quando esisterà. Il Sanatan Dharma è il re di tutte le religioni. All'inizio della creazione era l'unica religione e lo sarà alla fine della creazione. Il Sanatan Dharma è come un oceano, mentre gli altri Dharma sono come fiumi, che alla fine confluiscono nel mare; così tutte le religioni confluiranno nel Sanatan Dharma e perderanno la loro esistenza separata.

Il corpo è mortale, la parola eterna. Così dice il Signore.

Parole di Babaji ripetute da Shastriji. Hairakhan, 26 agosto 1983

 

 

107.

JANMASHTAMI

La nascita di Krishna è un giorno di grande auspicio

 

È un grande piacere per Me annunciarvi che domani avranno luogo le celebrazioni di Janmashtami, festa che celebra l'anniversario della nascita del Signore Krishna. Durante il mattino ci sarà una puja al dhuni per celebrare il completamento della lettura dell'Hairakhandi Saptasati 1111 volte. Siate puntuali per l'occasione, domani sarà vacanza. Di sera si celebrerà la nascita del Signore Krishna, e con canti e danze si rappresenteranno alcuni episodi della sua vita. Decorate la Kirtan Hall con fiori e foglie della foresta. Siate puntuali.

La nascita di Krishna è un giorno di grande auspicio. Celebrato in tutta l'India con amore e devozione. A qualsiasi casta un uomo appartenga, celebra questa festa. Anche voi dovete parteciparvi, e la festività di oggi verrà celebrata in modo particolarmente ispirato. Voglio congratularmi con tutti voi in questa sacra occasione, possiate tutti essere felici.

In questo giorno di buon auspicio, nacque uno dei più grandi rivoluzionari di tutti i tempi. Egli riunì 18.000 battaglioni di cavalieri da tutta l'India per amore del Dharma, e combatté una grande battaglia a Kurukshetra, con grande spargimento di sangue. Oggi commemoriamo il compleanno di un simile rivoluzionario, perché sia di ispirazione per noi tutti. Krishna diede al mondo anche il messaggio della Bhagavad Gita, che ancora oggi ispira milioni di persone. Egli si incarnò per alleggerire il fardello del karma negativo degli uomini, perché la terra stava soffocando sotto il karma negativo degli uomini.

Shri Babaji elogiò Jemalji per il suo grande servizio come karma yogi, dicendo che questo sarà un esempio per molte generazioni a venire.

Parole di Babaji ripetute da Shastriji al darshan del mattino.

Hairakhan, 31 agosto 1983

 

 

108.

LA COMPAGNIA DI GRANDI SANTI E LA CONOSCENZA DEL NOME DI DIO

Sono cose molto difficili da raggiungere e solo grandi uomini vi riescono

 

Oggi siete tutti presenti vicino a questa grotta naturale sovrastata dal monte Kailash. Siete tutti benedetti in questo grande centro di pellegrinaggio Hairakhan Vishva Mahadam. Qui possono vivere solo coloro che sono molto fortunati. Como può della gente sfortunata vivere qui? Neppure le ombre di coloro che sono impuri possono avvicinarsi a questo luogo, poiché questo è una sacro centro divino. Qui possono vivere solo esseri celesti.

Per amore del Signore Ram, continuate a cantare, a meditare, a pregare.

Tutti voi potete vedere come la natura abbia formato questa grotta fra le rocce a strapiombo, coperta di foglie e rampicanti. Questo è un grande centro universale di pellegrinaggio. Ora è un momento di buon auspicio, sono le 9,30 del mattino, le cornamuse suonano meravigliosamente. Il giardino è pieno di colori brillanti e gli attendenti del Signore Shiva sono in piedi. Har Govinda è qui come Kartikeya (il figlio maggiore di Shiva), e Shastriji è qui come il Signore Brahma. Voi tutti siete santi dei tempi antichi, abitanti di questo sacro centro divino. Non conoscete voi stessi, non conoscete la vostra grandezza, come Hanuman non conosceva la propria: fu necessario ricordargliela. Anche i peccatori e le prostitute possono ottenere ricchezza, figli e buona fortuna, ma la compagnia di grandi santi e la conoscenza del nome di Dio sono cose molto difficili da raggiungere, e solo grandi uomini vi riescono. Questo è ciò che disse anche Tulsidas.

Congratulazioni a tutti voi in questo giorno sacro e di buon auspicio. Vedete come la natura ha oscurato con un meraviglioso velo di nubi il sole? Non fa troppo caldo e non piove. Persino la natura lavora in favore di questo giorno di buon auspicio. Da molti anni ormai siete testimoni di come la natura obbedisca a Mahaprabhuji. Se Egli dicesse al sole di fermarsi, Gli obbedirebbe. Sedendo qui ad Hairakhan, Mahaprabhuji ha il controllo su ogni particella della creazione col semplice potere della Sua volontà, della Sua mente. Potete viaggiare in tutta la terra, ma non trovare in nessun altro luogo la pace che acquisite qui. Mahaprabhuji controlla gli elementi, il mondo materiale e quello spirituale. Egli è il Creatore, il Conservatore e il Distruttore del mondo. Non un singolo filo d'erba può crescere senza la Sua volontà. Egli si è incarnato in un corpo umano per la salvezza dell'umanità. Il Suo unico desiderio è far sì che l'intero mondo sia liberato. Egli farà il massimo per ottenere questo scopo. Siete venuti da tutte le parti del mondo, siete in grado di creare una bellezza naturale che eguagli quella che vedete intorno a voi fra queste colline? Qui sono sempre presenti esseri celesti. Vanno e vengono e fanno il bagno nel Gotama Ganga. Molte divinità risiedono qui permanentemente, poiché non desiderano abbandonare questo luogo. Possiate tutti essere felici! Possiate avere una vita lunga e felice e prosperità! Babaji invitò quindi i suonatori di cornamuse a suonare e alcuni devoti a danzare. Alla corte di Mahaprabhuji i musicisti stanno suonando e le danzatrici celesti stanno ballando. Dove ci sono musica, canto e danza, c'è una combinazione ideale di tre elementi divini.

Parole di Babaji ripetute da Shastriji prima dello yajna.

Hairakhan, 31 agosto 1983

 

 

109.

FURO

"Siate ispirati"

 

Per amore del Signore Ram, la cerimonia dello yajna è stata completata. Questa cerimonia religiosa è stata compiuta per il beneficio di tutta l'umanità. Da quando Mahaprabhuji è apparso, tutto ciò che ha fatto è stato per il beneficio degli uomini. Il mantra Furo: 'siate ispirati', è stato creato per amore della salvezza degli uomini. La lettura dell'Hairakhandi Saptasati è stata organizzata col solo scopo di servire l'universo. Un giorno le cerimonie religiose che si svolgeranno qui attrarranno tali file, che raggiungeranno Barelly, Rampur e Bowali. La gente correrà per venire qui, anche i più ricchi. Il fatto è che ogni cosa in questo mondo è transitoria, non reale. La vera realtà è procedere sul sentiero della verità, conservare la compagnia di persone sante e servire gli uomini. Il fatto è: 'Furo! Questo mondo è transitorio.

Parole di Babaji ripetute da Shastriji dopo lo yajna.

Hairakhan, 31 agosto 1983

 

 

110.

UN GRANDE POTERE NELL'UNIONE

Si ottiene potere solo grazie ai gruppi organizzati

 

Oggi è la celebrazione della nascita del Signore Krishna. Ho solo una richiesta da fare a tutti voi, abitanti di questa zona. Come siete venuti oggi a questa festa, spero di avere il piacere della vostra compagnia anche in altre festività simili. Dovete sapere che vivendo insieme, uniti, ogni cosa può essere raggiunta in questo mondo. La gente di quest'area deve diventare unita per progredire. C'è un grande potere nell'unione. Se c'è unione e amore fra di voi, potrete condurre una vita pacifica e felice. Dobbiamo lavorare in modo unitario, dobbiamo lavorare insieme per raggiungere il nostro scopo; in questo modo tutti i lavori diventano facili. Grandi regni e città sono caduti in rovina nel passato, a causa della divisione e delle differenze di opinione, ma vivendo in unità questi regni sono risorti a nuova grandezza. In questo giorno di buon auspicio ognuno di voi deve prendere la risoluzione di lavorare in unità in questa vita. Cercate di sviluppare i vostri villaggi. C'è un proverbio sanscrito che dice che nel kali yuga si ottiene potere solo grazie ai gruppi organizzati. Dobbiamo avere una ferma determinazione nel progredire, solo allora il successo è certo. L'uomo moderno ha viaggiato nello spazio, è stato sulla luna e ha intenzione di visitare anche gli altri pianeti, ma la gente di questa zona non ha fatto alcun progresso. Dobbiamo fare degli sforzi per progredire. Come la scienza e la tecnologia, così anche noi dobbiamo cercare di avanzare in ogni modo possibile. La prima cosa da fare è estirpare la pigrizia. Non potrete raggiungere nulla finché non diverrete grandi karma yogi. In questo giorno dovete fare voto di estirpare la pigrizia. Attraverso il duro lavoro è possibili raggiungere qualsiasi obiettivo in questo mondo, si può persino cambiare la creazione. Abbiate fede nel Karma yoga, attraverso il Karma yoga otterrete pace e felicità. La pigrizia è la causa di tutta la miseria del mondo. Dovete capire che le generazioni future devono compiere progressi più grandi dei nostri. Sforzatevi di diventare luci scintillanti nel futuro. Il Karma yoga è l'unico sentiero che conduce alla pace e alla felicità. Se siete pronti a lavorare potete superare il dolore e la povertà, se c'è unità fra di voi potete persino abbattere i governi. Addestrate i vostri bambini al Karma yoga, affinché diventino persone buone e forti.

Parole di Babaji ripetute da Shastriji. Hairakhan, 31 agosto 1983, sera.

 

 

111.

TRE DOMANDE SUL DISTACCO

Focalizzati sul tuo scopo finché tutto il resto scomparirà dalla vista

 

Una sera di agosto un devoto andò da Babaji e gli formulò tre domande sul distacco: Qual'è la definizione di distacco? A che cosa serve? Quando non lo si ha, come si fa a praticarlo? Babaji iniziò dicendo che c'erano molti tipi di distacco. Ad esempio, gli uomini che inventarono la bomba atomica, focalizzarono tutta la loro attenzione su un singolo problema, dimenticando tutto il resto. La cosa principale è di concentrarsi sul proprio scopo, qualunque esso sia, dimenticando tutto il resto. Questa è la rinuncia che conduce alla realizzazione di Dio. Shri Babaji aggiunse che distacco significa essere concentrati su un solo punto. Disse che qualsiasi decisione uno prenda, qualsiasi scopo si prefigga, una persona deve procedere con grande fede e determinazione, concentrandosi completamente. Babaji aggiunse che non si diventa distaccati semplicemente rasandosi i capelli o mettendosi abiti arancioni. Si deve avere una fede incrollabile, una forte volontà e una totale concentrazione. Shastriji intervenne nella conversazione, dicendo che Shukadeva aveva posto le stesse domande a suo padre Vyasa. Vyasa gli aveva detto di andare dal re Janaka e di chiedere a lui. Quando Shukadeva andò da Janaka, egli gli ordinò di fare il giro attorno alla città, portando un vaso colmo di latte sulla testa. Shukadeva doveva essere accompagnato da due guardie con le spade sguainate, che avevano l'ordine di tagliargli la testa se avesse fatto cadere una goccia di latte. Shukadeva iniziò il suo giro della città. Diverse ore dopo tornò alla presenza del re Janaka, che gli chiese che cosa avesse visto della città. Shukadeva rispose che non aveva visto nulla perché era stato completamente concentrato a non rovesciare il latte, poiché la spada della morte era sempre nella sua mente. Allora Janaka gli spiegò che il distacco dalle cose del mondo significava essere concentrati nello stesso modo sul proprio scopo, senza la minima distrazione. A questo punto Babaji chiese al devoto quale fosse la terza domanda. Ed egli rispose: "Come si può praticare il distacco quando non lo si ha?"

Shri Babaji disse: "Con una totale concentrazione, grande fede e determinazione focalizzati sul tuo scopo e tutto il resto scomparirà dalla vista. Allora avrai il distacco."

Commenti di Shri Babaji e Shastriji. Hairakhan, agosto 1983

 

 

112.

BREVI STORIE RACCONTATE DA BABAJI NEL MESE DI AGOSTO

Al di là del piacere e del dolore

 

Un giorno il saggio Vasishtha sedeva avvolto in una coperta e tossiva in continuazione. A un certo punto si volse verso Ram che stava seduto al suo fianco e gli chiese: "Cosa preoccupa la tua mente?" Ram si alzò e disse: "Amato Maestro, mostrami la via della conoscenza." Sempre tossendo Vasishtha rispose: "Caro Ram, non preoccuparti, Furo, abbi coraggio, sii ispirato". Poi si avvolse di nuovo nella coperta e si distese.

Ram allora cominciò a temere che il suo Maestro potesse avere la febbre. Forse -pensava tra sè- dovrei fargli la jara, oppure dovrei chiamare Fakirananda, il guaritore spirituale."

All'improvviso arrivò Vishvamitra e fece la jara a Vasishtha dicendo che aveva solo un po' di febbre. Allora Ram chiese a Vasishtha: "Come mai hai questa tosse?" e Vasishtha, che dopo la jara stava di nuovo bene, si alzò e disse: "Ram, io sono al di là del piacere e del dolore, non c'è bisogno di preoccuparsi, non sono malato. Furo! Abbi coraggio!"

Poi arrivò Lakshman, il fratello minore di Ram, e insieme fecero pranam a Vasishtha. Si sedettero e Vasishtha riprese a parlare: "Ram, quello che ti dico ora è un Furo mantra, un mantra completo: devi progredire seguendo la via del Karma yoga. Ram, quante volte sei venuto e quante volte te ne sei andato? Io so che per 11 volte sei venuto su questa terra, e per 11 volte l'hai lasciata. Per 11 volte hai ucciso Ravan. Tu non sai tutte queste cose, ma io le so; molte volte ti ho iniziato al Karma yoga e con il Karma yoga tu hai liberato il mondo. Questo è un Furo mantra, un mantra completo. Se non obbedisci..." e Vasishtha, tossendo, si avvolse nella coperta e andò nel suo kutir.

 

Come diminuire il peso del karma negativo della terra

Nel nome di Ram, Furo, siate coraggiosi, disse Vasishtha, avvolto nella sua coperta e disteso sull'asana del suo kutir. Poi si volse verso Ram e disse: "Figlio mio, vieni e siediti vicino a me, hai qualcosa da chiedermi?".

"Voglio la conoscenza", rispose Ram "e voglio sapere come diminuire il peso del karma negativo della terra".

Vasishtha, da sotto le coperte gli risposte: "Furo, abbi coraggio, figlio mio! Tu andrai a Lanka e combatterai, così il karma negativo della terra verrà diminuito. Quando la guerra scoppiò e tutti i re si schierarono a fianco di Ravan, Ram vinse la battaglia con l'aiuto di un esercito di scimmie e di orsi. Hanuman mosse la coda per amore di Ram e i peli della coda si trasformarono in frecce infocate, bombe e altri tipi di potenti armi distruttive che squarciarono il petto dei demoni e misero a ferro e fuoco il cuore di Ravan. L'intera battaglia fu combattuta dal solo Hanuman.

"Hanuman farà ogni cosa, tu non dovrai fare nulla, Hanuman è nato soltanto per questa battaglia" disse Vasishtha a Ram.

Scese la sera e, dopo essersi prostrati al loro Guru, Ram e Lakshman ritornarono al loro palazzo. Vasishtha si avvolse nella coperta, si applicò la vibhuti sulla fronte e si distese. Al mattino Vasishtha mise da parte la coperta, fece il bagno, si cosparse la vibhuti, uscì sotto il portico e si sedette. Poi disse: "Furo, benedizioni a tutti voi!"

Seduto sotto il portico Vasishtha fumava la pipa ad acqua facendola gorgogliare. Dopo qualche minuto benedì di nuovo i presenti e disse: "Furo! Siate coraggiosi! Il corpo è perituro, il Verbo è eterno, così dice il Signore."

Detto questo Vasishtha se ne andò.

 

Vai a Nandan Van, da Shiva, ed Egli ti concederà una grazia

Com'è piacevole e meraviglioso ascoltare le gocce di pioggia che cadono una dopo l'altra sulla terra, osservare i fulmini che scoppiano fra le nuvole, i fiori in boccio che sorridono ovunque e gli uccelli che volano di ramo in ramo. Com'è bello questo giardino che voi avete creato con amore profondo e col duro lavoro. Assomiglia al giardino di Indra, il re del Paradiso. Sembra che Nandan Van, il giardino celeste di Shiva, sia sceso sulla Terra. Una volta tutta questa zona e le cime delle colline circostanti facevano parte di un giardino ottagonale situato all'altezza del monte Kailash. Il giardino di Shiva era qui, dove ora sorge Hairakhan, piena di cespugli fioriti e di alberi. Il merlo cantava con voce dolce. Questo luogo esiste sin dal Satya yuga. Il lago Manasarovar (che ora si trova in Tibet) una volta era qui e col tempo, a causa del karma negativo degli uomini, il livello delle sue acque discese e il giardino di Shiva venne trasferito. Nel passato, questo giardino si estendeva per migliaia di chilometri. Al principio della creazione, durante il Satya yuga, Manu, il primo uomo, celebrò qui il primo yajna e da lui prese il nome il lago Manasarovar.

Un giorno Dasaratha andò dal saggio Vasishtha e si sedette davanti a lui con le mani giunte. Vasishtha chiese al re: "Perché sei venuto? Furo! Abbi coraggio!".

"O mio adorato Maestro, sono venuto ad esprimerti il dolore profondo del mio cuore, rispose il re Dasaratha, scoppiando in lacrime. Il saggio Vasishtha, che era nella sua stanzetta sotto l'albero di banian, si coprì con una corteccia. Le scimmie schiamazzavano e il merlo cantava con voce melodiosa. I pavoni danzavano e i cuculi lanciavano il loro richiamo. Re Dasaratha continuava a piangere e Vasishtha gli chiese: "Figlio mio, perché continui a piangere? Che cosa c'è?".

"Sono senza figli, in tutti i lunghi anni della mia vita non ho generato neanche un topo."

Dopo un po' anche Vasishtha pianse di simpatia per il discepolo e disse: "Figlio, non sopporto di vederti soffrire così. Vai da Shiva ed Egli ti concederà una grazia." Dopo aver detto questo Vasishtha pronunciò un mantra completo, un Furo Mantra.

Incominciò a piovere, scese l'oscurità e i presenti tornarono nelle loro case a dorso di cammello. Vasishtha entrò nel suo kutir avvolgendosi nella coperta. Le ciocche dei suoi lunghi capelli si sparsero al suolo. Usò metà della coperta per coprirsi e appoggiò la testa sul braccio usandolo come cuscino. Dasaratha si recò nel giardino di Shiva, cioè venne qui dove ora si trova Hairakhan, e dopo la sua visita gli nacquero quattro figli.

 

 

Tu sei colui che in questo yuga salverà il mondo

In nome del Signore concentratevi ora sul vecchio seduto sotto l'albero di banian. Egli si mise a tossire, respirando con difficoltà e poi trattenne il respiro. In quel momento giunse Ram che si spaventò molto e disse: "Amato Maestro, cosa ti succede?" Poi si rivolse al fratello Lakshman: "Per favore, massaggiagli la testa, il Maestro respira affannosamente ed è agitato". Dopo qualche attimo il saggio Vasishtha riaprì gli occhi e parlò: "Ram, perché mi importuni, credendo che io stia per morire, mentre sto solo meditando? Sono un Adi Rishi (un saggio esistente fin dall'inizio della creazione), sono nato con la creazione insieme a Brahma e alle altre divinità. Ram rispose: "O saggio, perdona l'ignoranza del tuo discepolo, ma ti prego, svelami il passato e il futuro del mondo. Dimmi cosa succederà".

"Furo! Abbi coraggio!" disse Vasishtha, avvolgendosi nella coperta. "Ho freddo". Allora Ram chiamò Lakshman e gli disse: "Accendi il fuoco e prepara del the per il vecchio"; Vasishtha tossì e disse: "Amato Ram, tu sei colui che in questo yuga salverà il mondo".

Scese la notte e Ram e Lakshman tornarono a casa sui loro cavalli. Il vecchio entrò di nuovo nella sua stanzetta e si avvolse nella sua coperta dicendo:

"Furo! Siate coraggiosi e ispirati!"

 

Le tre concubine del re Dasaratha

Ora concentratevi di nuovo sull'albero di banian e sulla capanna sotto di esso. Dentro vedrete il vecchio: la sua barba e i suoi capelli, bianchi come cotone, si sono scuriti a causa del fumo e della cenere del fuoco. Com'è piacevole l'atmosfera che si respira attorno!

A un certo punto arrivò il vecchio re Dasaratha con le sue tre concubine che si inchinarono al saggio. Vasishtha li benedì e disse: "Sii felice con le tue compagne". Queste giovani donne erano le sole rimastegli delle 700 mogli che aveva avuto. Da 350 di esse aveva avuto 350 figli maschi e dalle altre 350, 350 figlie femmine. Col passare degli anni tutti i figli andarono in Russia e le figlie in Cina, nelle generazioni che seguirono si sparsero in ogni paese del mondo e stabilirono ovunque il loro regno. Alla fine il re Dasaratha pensava che queste tre mogli rimastegli fossero del tutto inutili, e anche le donne dicevano tra loro: "Che cosa facciamo con questo vecchio cadente dai capelli bianchi?". Dasaratha si mise a piangere davanti al Guru dicendo: "Con queste tre concubine sono come vedovo, non ho figli, non ho eredi. È come essere solo al mondo. Che cosa devo fare?".

Il saggio Vasishtha sputò, si avvolse nella coperta e chiamò sua moglie Arundhati: "Questo vecchio è venuto a disturbarmi la mattina presto -le disse- portami la pipa ad acqua, vecchia".

"Non sei altro che un vecchio bastone", replicò Arundhati, "avresti dovuto morire già molto tempo fa, noioso come sei!"

Vasishtha tossì e sputò di nuovo, ma Arundhati continuò a brontolare: "Devo badare anche ai figli. Cosa vuoi che ne faccia? Che li getti nel fuoco? O dovrei bruciare te?"

"Smettila di brontolare -la zittiva Vasishtha- muoviti, portami la pipa". Arundhati se ne andò e tornò portando la pipa sotto il portico. Vasishtha si sedette in posizione yoga, chiuse gli occhi, ispirò profondamente e arrestò il respiro. Re Dasaratha pensò che il suo Guru fosse morto e si spaventò molto. Si volse verso i soldati e i ministri del suo seguito ed ordinò: "Scavate una fossa per seppellirlo".

Arundhati scoppiò in lacrime: "Disgraziato -disse- sei venuto ad uccidere mio marito!"

Ma improvvisamente Vasishtha aprì gli occhi e disse: "Furo!" e poi, guardando la moglie "Brutta vecchiaccia, che cosa stai facendo?" Poi si rivolse al re e disse: "Cosa ti è venuto in mente? Stavo meditando sul tuo destino, cercando di scoprire se hai qualche possibilità di avere figli, e tu volevi seppellirmi! Vattene via subito!"

"Amato Maestro, come potevo sapere che tu sei in grado di meditare così profondamente?", si scusò il re, e Vasishtha lo perdonò: "Furo! sono andato da Brahma, il Creatore, per vedere se il destino aveva ancora qualcosa in serbo per te. Avrai altri tre matrimoni".

Re Dasaratha venne sposato con le tre concubine, che vennero innalzate al rango di regine. La processione del matrimonio si svolse al suono di trombe e tamburi. Il vecchio re era molto felice e la sua fluente barba bianca ondeggiava al vento.

Passarono molti anni, ma le regine non partorirono neanche un topo. Il re, tenendosi la testa fra le mani, piangeva amaramente. Montò a cavallo e tornò all'eremitaggio del suo maestro, raccontandogli la ragione del suo dolore. Vasishtha disse: "Portami la pipa, discepolo. Perché vieni sempre a disturbare la mia meditazione? Furo! Andiamo al tuo palazzo, dove celebreremo un grande yajna e leggeremo le scritture sacre, i Veda e lo Shiva Purana".

Giunto a palazzo, Vasishtha fece distendere sul pavimento l'oroscopo del re, che era lungo undici metri e largo quattro e mezzo. Furono radunati i più famosi astrologi per interpretarlo, e dopo numerose discussioni dissero che il re non avrebbe potuto essere padre nemmeno di un topo, e che era assolutamente impossibile che avesse figli. Vasishtha diede ugualmente ordine di iniziare la lettura dei Veda e dello Shiva Purana. Fece fare ricchi doni a tutti i sudditi del re, si preoccupò che fosse offerto cibo agli affamati ed acqua agli assetati, e gli abitanti del regno vennero esentati dalle tasse per cento anni. Quando la lettura delle scritture ebbe termine, furono dati quattro frutti alle regine. La più giovane ne mangiò due e le altre ne ebbero una a testa. Così nacquero quattro bambini maschi. Vasishtha disse: "Furo!" E messaggi di congratulazione piovvero da tutte le parti.

Il corpo è perituro, il Verbo è eterno. Così dice il Signore.

 

Vasishtha e Arundhati

Concentratevi di nuovo sul vecchio ad Ayodhya. Furo! Siate ispirati!

Dopo aver cantato le lodi in onore di Ram, tutti tornarono alle loro case ed anche il saggio Vasishtha radunò i suoi pochi averi in un fagotto. Allora il re ordinò ai suoi uomini di preparare un carro per il saggio e di aprire i forzieri, affinché potesse prendere qualsiasi cosa desiderasse: vestiti, gioielli, animali, ori, tappeti e coperte.

Il saggio Vasishtha tossì, si alzò, salì sul carro ed iniziò il viaggio di ritorno. Quando giunse a casa, Arundhati uscì sul portico e, vedendo il carro carico di ricchezze, fu molto felice e disse: "O vecchio, che tu possa vivere a lungo! Hai portato con te tali ricchezze proprio mentre cominciavo a pensare che tu fossi perseguitato dalla sfortuna, ma ora sono costretta a ricredermi". "Furo, rispose Vasishtha, Arundhati, ricordi quel vecchio che venne a trovarmi? Ha avuto quattro figli".

Arundhati, udendo questa notizia fu molto felice e disse: "Vecchio, sembri essere dotato di poteri eccezionali, che non avevo sospettato".

Vasishtha, sentendosi lodare a quel modo dalla moglie, fu molto soddisfatto. Ordinò ai figli di portargli l'asana sotto il portico, si sedette e chiese ad Arundhati, con voce stanca e commossa, di caricare la pipa ad acqua, poiché voleva fumare.

Dopo qualche tempo, sotto il portico, si udì il rumore delle bolle d'acqua; i figli si sedettero intorno a lui e si misero a mangiare i dolci che aveva portato.

 

L'albero che esaudisce ogni desiderio

Nel nome di Ram tutti voi ora dovete ascoltare con attenzione e dirigere la vostra mente sul monte Sumeru, dove crescono alberi meravigliosi e dove vi è l'albero che esaudisce ogni desiderio. Furo! Siate ispirati!

Sulla cima del monte Sumeru vive Kakbhushundi, il corvo devoto a Ram. Vasishtha giunse lì dopo essere scappato di casa. Quando lo vide, Kakbhushundi si alzò e fece pranam dicendo: "Come sono benedetto ad avere il tuo darshan". "Furo, rispose Vasishtha, vai a prepararmi la pipa, sono stanco."

Dopo qualche istante si udì il solito gorgoglio e all'improvviso Vasishtha disse: "Sono venuto da te poiché desidero ascoltare qualche storia su Ram". Meravigliato, Kakbhushundi rispose:" Tu sei un Adi Rishi, che cosa posso dirti che tu già non conosca?" Di colpo il vecchio si mise a tossire e tossì tanto che cadde. Kakbhushundi corse a sollevarlo e disse: "Siediti qui e mettiti comodo. Voglio ascoltare da te le storie di Ram". Il vecchio tossì ancora, poi disse: "Furo! Re Dasaratha ha avuto quattro figli e il più vecchio è Ram". Parlò ancora un po' di Ram e terminò la storia dicendo: "Furo! Siate ispirati! Il corpo è perituro, il Verbo è eterno, così dice il Signore".

 

Kakbhushundi e il vecchio che tossiva e tossiva ancora.

Tutti voi dirigete ancora le vostre menti sulla cima del monte Sumeru. Lì troviamo il vecchio che tossiva e tossiva ancora. Poi, dopo essersi coperto di cenere, si avvolse nella coperta. Kakbhushundi gli disse: "Siediti qui". Vasishtha si sedette sull'asana che gli era stata offerta. Kakbhushundi si mise a raccontare delle vecchie storie su Ram e terminò dicendo "Furo, Siate ispirati!".

 

 

113.

CAPODANNO EBRAICO

Voglio un mondo di uomini che abbiano lo stesso coraggio dimostrato dagli israeliani.

 

Oggi è il capodanno ebraico e viene celebrato qui. Sarà sempre un giorno di vacanza, non ci sarà lavoro per nessuno, qualunque sia il suo credo e la sua casta. Oggi è un giorno di particolare significato. Gli israeliani che sono arrivati qui hanno attraversato otto mari, le altre persone che vengono qui devono attraversarne solo sette. Nel loro paese hanno talmente da fare, da non avere neppure il tempo di bere un po' d'acqua o di respirare; malgrado ciò sono arrivati qui.

Appena nascono insegnano loro a mettere il dito sul grilletto, per questo non hanno nemmeno il tempo di bere un po' d'acqua. A questo punto Babaji si volse verso uno degli israeliani presenti e chiese:  "Contro chi state combattendo?" Risposta: "Ecco una buona domanda! Gli arabi, gli uni contro gli altri".

Una volta, nell'antichità, gli ebrei avevano un grande regno. Governavano gli arabi, ma col tempo persero le loro case. La loro terra, l'Israele moderno, è stato costruita grazie al loro coraggio e al loro duro lavoro. Prima, non avevano un solo posto in tutta la terra, nemmeno per appoggiare i loro piedi; venivano scacciati da ogni luogo. L'Israele di oggi è stato costruito dal valore della gente che vi abita.

Ammiro il loro coraggio. Il coraggio con il quale combattono gli arabi rende le loro vite molto caotiche e li fa dormire con la testa al posto dei piedi. Non voglio gente senza spina dorsale in questa creazione. Voglio un mondo di uomini che abbiano lo stesso coraggio dimostrato dagli israeliani. In questo giorno di buon auspicio benedico tutti gli ebrei presenti qui, coloro che non sono presenti, coloro che vivono nascosti, coloro che sono vivi e coloro che sono morti; li benedico tutti.

Verrà il giorno, e voi ne sarete presto testimoni, in cui avranno un forte reame, che dominerà sui paesi arabi. Il loro tempo è arrivato! Tutti devono vivere con coraggio, le persone senza coraggio sono come morte. Questa creazione è per i coraggiosi, i vigliacchi sono un peso per la terra. In questo capodanno, benedico tutti, specialmente il popolo ebraico.

Parole di Babaji. Hairakhan, 7 settembre 1983

 

 

114.

IL SUONO DELLE CAMPANE E DELLA CONCHIGLIA

Purifica l'atmosfera e risveglia la coscienza.

 

Questa è Radio Hairakhan con un annuncio importante. Queste sono le notizie principali: state attenti al fiume che ora è in piena. Indossate vestiti appropriati per coprirvi adeguatamente. Tutti devono essere attenti alla pulizia affinché non si diffondano malattie. Voglio che a Hairakhan non ci sia né pena né sofferenza. Le persone che sono arrivate qui, sono passate attraverso molta sofferenza nella loro vita, e non è giusto che soffrano anche qui. Voglio che le malattie e i problemi stiano lontani da questo posto. Se siamo afflitti da dolore e problemi, cosa possiamo raggiungere?

Qui abbiamo il beneficio di cure spirituali, come la jara, c'è a disposizione un dottore e c'è il suono della tromba di Har Govinda. Il suo suono distrugge i germi e le cattive vibrazioni. Il suono delle campane e della conchiglia purifica l'atmosfera e risveglia la coscienza. Attraverso la celebrazione degli yajna vengono propiziate pace e prosperità per tutto il mondo. I rishi del passato hanno ideato tutte queste cose per purificare l'atmosfera. Furo! Siate ispirati! Questo è un mantra che contiene tutto.

Quando un uomo col cuore puro ascolta questi suoni, si risveglia in lui la coscienza. Questi suoni tengono lontane tutte le influenze negative, che vengono indebolite. Ora la stagione sta cambiando e abbiamo bisogno di maggior pulizia. L'inverno sta subentrando all'estate; il cambiamento del clima causa modificazioni chimiche nel corpo e le malattie aumentano. Prendetevi cura del vostro corpo. Finché il corpo è in buona salute, potete servire Prabhuji, ma come potete servirlo se siete malati? È molto importante essere in buona salute. Quando il vostro corpo sta bene potete fare qualsiasi cosa: cantare, meditare, yoga. Furo! Per compiere il karma è vitale mantenere il corpo sano. Seguite questi insegnamenti sulla pulizia e sulla salute e insegnateli anche agli altri. Furo! Questo è un mantra che comprende tutto. Il corpo è perituro, la Parola eterna.

Parole di Babaji. Hairakhan, 11 settembre 1983

 

 

115.

LA SITUAZIONE IN CUI ORA SI TROVANO TUTTI

Ogni attimo è pieno di incertezza

 

Shri Babaji si rivolge ad un gruppo di venti occidentali che erano arrivati la sera precedente durante una forte pioggia.

Siete venuti qui compiendo uno sforzo supremo, attraversando mari e monti, come Hanuman; avete fatto uno sforzo totale. Furo! Avete portato a termine un grande compito. La vostra devozione è profonda, non c'è dubbio a questo riguardo. Avete dimostrato la vostra devozione al Signore, come Hanuman dimostrò la sua profonda devozione al Signore Ram. A questo punto Babaji pronunciò un mantra in sanscrito:

"Solo colui che ha praticato per molte vite una severa disciplina spirituale, può raggiungere la dimora suprema del Signore, la liberazione".

Possono venire qui soltanto coloro che hanno raggiunto un punto culminante nelle loro vite, quando l'energia spirituale sta salendo. Ora c'è una grande confusione nel mondo, c'è una totale insicurezza ad ogni passo. Venire qui in tempi come questi ha un grande significato. Ora l'uomo deve far fronte alla morte in ogni momento, e nessuno sa cosa può serbare il momento successivo, ogni attimo è pieno di incertezza. Questa è la situazione in cui ora si trovano tutti. Questa è la ragione per cui vi dico che siete tutti molto fortunati ad arrivare qui in tempi come questi.

Parole di Babaji. Hairakhan, 19 settembre 1983

 

 

116.

FARE IL VOTO DI...

Lavorare sempre duramente e diffondere il messaggio del Karma yoga.

 

Nel nome del Signore Ram, il gruppo che è arrivato ieri ha oggi lavorato con grande impegno. IL lavoro è Maha yoga, lo yoga supremo. Allontanarsi dal sentiero del karma significa crearsi dei problemi. L'azione è la sorgente di ogni gioia. Continuate a lavorare, procedete, progredite, lavorate fino all'ultimo respiro. Il mondo è transitorio; troverete stabilità solo sulla via del Karma yoga. Soltanto l'azione può portare l'uomo a Dio e dargli la liberazione. La legge del karma è così profonda che non ci sono parole abbastanza grandi per descriverla. Il giorno in cui il karma si fermerà su questa terra, sarà il giorno della sua dissoluzione. Voi tutti, coraggiosi, continuate a lavorare. Solo attraverso il Karma yoga sarete in grado di cambiare il mondo. È il solo modo. Oggi il mondo sta giocando col fuoco; dobbiamo essere pronti a far fronte al fuoco, all'acqua e alle grandi tempeste, senza esserne scossi. Dobbiamo andare oltre la speranza della vita e la paura della morte. Qualsiasi cosa succeda, dobbiamo andare avanti; soltanto così possiamo beneficiare il mondo. Dobbiamo riportare alla luce il sentiero del Karma yoga. Ora è in grande oscurità. Solo attraverso il Karma yoga potremo controllare la rivoluzione che si sta diffondendo in questo mondo.

Poi Babaji ripetè due mantra in sanscrito:

"Colui che controlla se stesso, che ha una mente determinata, avrà successo nella vita".

Secondo mantra: "Risvegliatevi, sorgete! Andate a cercare il Saggio e ottenete la conoscenza".

Siete venuti qui dai quattro angoli del mondo. Oggi dovete fare voto di lavorare sempre duramente e di diffondere il messaggio del Karma yoga dovunque andiate.

Parole di Babaji, durante il darshan serale. Hairakhan, 19 settembre 1983

 

 

117.

COMBATTI CONTRO TUTTI I DEMONI PER PROTEGGERE I DEBOLI E I BISOGNOSI

Questo è Karma yoga

 

Babaji fece danzare, al suono dei bhajans, alcune persone attorno al tempio. Quindi cominciò a parlare.

"Cosa vi dirò ora? Non c'è più niente da dire. Avete capito?"

"No".

"Se non capite, a cosa serve che vi abbia parlato per anni? Capite?"

"Si"

"Se avete capito non c'è ragione che io continui a parlare. Prima ci furono i topi e poi vennero i gatti, avete capito?"

"No".

Babaji chiamo un devoto e gli chiese di spiegare quello che aveva detto.

"Babaji vuole che noi lavoriamo e siamo felici".

"I topi si sposarono e i gatti si misero a danzare. Avete capito?

Alcuni dicono 'si' altri 'no'

"Coloro che hanno capito devono spiegare a coloro che non hanno capito.

Ripeto, non c'è ragione che Io continui a parlare".

Babaji chiede allo stesso devoto di prima di spiegare.

"Babaji vuole creare una fonte dove il leone e la capra possano bere insieme".

Congratulazioni! C'è almeno uno fra di voi che è sulla via della comprensione.

Il Signore Ram andò dal vecchio Vasishtha e gli chiese: "Come può essere salvato il mondo?" Vasishtha disse a Ram: "Vai nella foresta e combatti contro tutti i demoni per proteggere i deboli e i bisognosi". Questo è Karma yoga, soltanto attraverso il Karma yoga potete avere successo nella vita. Allo stesso modo tutti voi dovete tornare nei vostri paesi, aumentare di numero e difendere il vostro paese. Dovete andare a combattere per la verità e diffondere il messaggio del Karma yoga.

Hairakhan, 20 settembre 1983

 

 

118.

SRADICARE LA DISUMANITÀ

...e sostituirla con l'essere umani.

 

Babaji commentò il matrimonio di due neri americani:

"La coppia che è qui davanti a voi è Kalbhairava con le sue due shakti; la moglie è Kali Mai, e l'altra donna è sua zia Bhadrakali. Questo matrimonio ha un grande significato. Le nuvole si sono radunate fin da ieri per far piovere le loro benedizioni sulla coppia. Il sacro fiume Gotama Ganga ha assunto il suo aspetto feroce e veloce. Sia Varuna, il Signore della pioggia, che Vayu, il Signore del vento, come molti altri Dei, sono venuti qui per partecipare alla celebrazione del matrimonio.

Non si tratta ora solo di un matrimonio, ma del mondo intero. Il mondo intero è ora in tumulto; sta soffrendo dei tre tipi di dolore, fisici, mentali, spirituali, e c'è un solo modo di salvezza: dobbiamo sradicare la disumanità e sostituirla con l'essere umani.

Vi ho già detto in precedenza che non voglio differenze di casta, credo, colore, razza. Se c'è una sola umanità, come possono esserci diversi credo e caste? Questo è assurdo. Alcune persone furbe inventarono le differenze per dividere le persone e poter così governare. Vennero così create le caste con lo scopo di dividere e dominare; le differenze furono create per motivi egoistici. Vi sono delle persone in questo mondo che sono felici quando vedono bruciare la casa di un altro. Ci sono persone che vogliono vivere nell'agio a spese del lavoro altrui.

Dio è uno e ha creato l'uomo a Sua immagine, per questo dobbiamo ristabilire la capacità di essere umani. Voglio infondere il coraggio nell'uomo, voglio una creazione di persone coraggiose. Soltanto le persone coraggiose possono venire qui, e soltanto le persone coraggiose possono sopravvivere in questi tempi difficili. Vi ho parlato molte volte delle calamità che arriveranno; saranno così terribili che le persone senza coraggio moriranno immediatamente per un attacco di cuore. Dobbiamo avere il coraggio di affrontare le inondazioni, il fuoco e le tempeste, dobbiamo andare oltre la paura della morte e la speranza della vita. Voglio una creazione dove non ci sia dipendenza di alcun tipo. Ciascuno deve essere capace di reggersi sulle proprie gambe.

I problemi di tutti i paesi possono essere risolti quando tutti diventeranno grandi lavoratori. Finché ci sarà pigrizia nel mondo, le persone non potranno raggiungere la felicità. Oggi i leader mondiali hanno creato delle circostanze tali per cui è difficile persino respirare. Se siete attivi e grandi lavoratori, potrete fare ogni cosa voi stessi. Il materialismo sta sorgendo come una grande tempesta e dobbiamo fargli fronte. Vi ho già detto in precedenza che potrete raggiungere la liberazione soltanto attraverso il Karma yoga. Attraverso il Karma yoga potrete realizzare anche qualsiasi desiderio materiale.

Il Karma yoga è lo yoga supremo. Anche il Signore Ram e il Signore Krishna insegnarono questo. Non soltanto lo insegnarono, ma lo praticarono ed ebbero successo. La grande battaglia del Mahabharata fu un esempio di Karma yoga. I re tiranni di quel tempo vennero a combattere sul campo di battaglia e lì combatterono coraggiosamente, eseguendo il loro Karma yoga e ottenendo così la liberazione. Questa è la ragione per cui il Karma yoga è supremo. Il Signore Ram alleggerì il peso del mondo attraverso il Karma yoga.

Coloro che sono pigri, inattivi, sono un peso per la terra. Dovete andare oltre la paura della morte e la speranza della vita e continuare a fare Karma yoga. Karma yoga è il solo tipo di yoga che dà risultati immediati. Qualsiasi cosa facciate al mattino, potete vederne i risultati alla sera, davanti a voi. I semi piantati al mattino germogliano alla sera. Il contadino raccoglie i frutti del suo Karma yoga dopo sei mesi.

Tutti compiono delle azioni, del karma, naturalmente; nessuno può restare senza azione. Dobbiamo quindi compiere quelle azioni che portano beneficio agli altri, e non solo agli altri, ma all'intera creazione.

Non serve mettere al mondo milioni di pecore; un solo essere umano che sia un grande lavoratore, basta per salvare il mondo. Tutti dobbiamo diventare grandi lavoratori e insegnare a lavorare anche alle nuove generazioni.

Tutti gli altri tipi di yoga vengono dopo il Karma yoga, poiché l'intero mondo è sostenuto dal karma, dall'azione.

Praticate dunque il Karma yoga e progredite. Oggi, nel mondo le persone sono diventate molto codarde; questa è la ragione per cui dobbiamo essere coraggiosi.

Parole di Babaji. Hairakhan, 23 settembre 1983

 

 

119.

POSSANO TUTTI GLI ESSERI ESSERE LIBERATI

Oggi non solo l'uomo è in pericolo

 

A causa delle forti piogge le strade sono state molto danneggiate e le comunicazioni sono diventate difficili. Non ci sono trasporti pubblici e il servizio postale è stato interrotto. Quest'interruzione delle comunicazioni porterà grandi perdite all'intero paese. Questa è la maledizione della natura, è il risultato della legge di causa ed effetto. Tutte queste calamità si sono manifestate poiché la giustizia è diminuita.

Ora la nostra comunicazione radio è debole; perché la radio deve trasmettere in molti luoghi e la trasmissione è difficile. Le radio non stanno ricevendo al massimo delle loro capacità, poiché le notizie devono essere diffuse all'intero universo. Questa trasmissione viene inviata a ogni singolo essere di questa creazione e a ciascuna delle 8.400.000 specie esistenti. La ricezione è debole, poiché le onde devono raggiungere ogni luogo dell'universo. Ora non solo l'uomo è in pericolo, ma anche ciascuna delle 8.400.000 specie, e il suono della radio deve raggiungere ciascuna di esse. Possano tutti gli esseri essere liberati.

Parole di Babaji Hairakhan, 24 settembre 1983

 

 

120.

"POSSANO TUTTI ESSERE FELICI E LIBERI DALLE MALATTIE"

Possano tutti realizzare ciò che è buono e vivere liberi dalla miseria".

 

Desidero che tutti, sia in questo paese che nel mondo intero, siano felici. Al giorno d'oggi, l'umanitarismo è stato completamente abbandonato. Gli uomini sono diventati come animali. Voglio riportare lo spirito dell'umanità in ogni persona. Voglio elevare tutti.

Molti anni fa i saggi formularono il seguente mantra: "Possano tutti essere felici e liberi dalle malattie. Possano tutti realizzare ciò che è buono e vivere liberi dalla miseria".

Ma in tutta la storia, con la scusa di portare pace e felicità, sono state intraprese guerre terribili, come nel Ramayana e nel Mahabharata. Milioni di donne e di bambini hanno pianto i loro morti.

Oro voglio portare la felicità ad ogni essere vivente trasformando il cuore: solo così il sogno dei saggi potrà diventare realtà. L'unica via è il Karma yoga; solo il Karma yoga può portare soddisfazione attraverso l'azione. Solo così la felicità entrerà nel cuore della gente. Lavorate duramente e seguite il sentiero del Karma yoga.

Parole di Babaji. Vapi, 11 ottobre 1983

 

 

121.

CONCENTRAZIONE, EFFICACIA E RAPIDITÀ

L'attività e il duro lavoro sono gli unici mezzi per infondere nuova vita al vostro paese.

 

Dovete aumentare il vostro coraggio ed entusiasmo. Voglio che il lavoro sia fatto con puntualità e con senso del dovere. Non c'è bisogno di più lavoro, ma di lavoro fatto con concentrazione, efficacia e rapidità. Dovete lavorare qui come se faceste il vostro lavoro. L'attività e il duro lavoro sono gli unici mezzi per infondere nuova vita al vostro paese.

In molti paese ci saranno grandi pericoli di guerra, potranno scoppiare guerre civili, e le famiglie e i gruppi si distruggeranno l'un l'altro. Per questo pongo in risalto l'unità. Lo scopo delle vostre vite deve essere quello di essere sempre attivi. Solo grazie al duro lavoro potrete essere felici, godere di buon appetito e buon sonno. In nome del Signore Ram, il vostro lavoro deve essere eseguito perfettamente.

Possiate tutti essere felici.

Parole di Babaji. Hairakhan,19 ottobre 1983

 

 

122

IL GOVERNATORE DELL'UTTAR PRADESH

Hindù, musulmani, tedeschi e italiani, ricchi o poveri, tutti arrivano ai piedi di Babaji.

 

Oggi è un giorno benedetto: il giorno dell'arrivo del Governatore dell'Uttar Pradesh. Gli rivolgiamo un caloroso saluto a nome di tutti i devoti indiani e stranieri. Babaji fa scorrere su di lui benedizioni senza fine e tutti i suoi migliori auguri.

Hairakhan non è un luogo comune. Shiva nella Sua forma umana, lo ha scelto come Sua dimora. La terra toccata dai sacri piedi di Babaji è più sacra del più alto dei cieli. Mahendra Maharaji stesso aveva scritto che Hairakhan è un luogo meraviglioso, che dà gioia e la cui bellezza penetra profondamente le menti. Migliaia di persone arrivano qui da molto lontano, per sperimentare la vibrazione cosmica di Hairakhan. Una persona che vive qui per qualche tempo diventa un vero yogi. Qui ci si dimentica della data e del tempo. La mente si concentra automaticamente, poiché questo è il sacro luogo dell'austerità di Shiva. Il Gotama Ganga fa udire costantemente la sua voce, e i Siddha yogi, gli Dei e i demoni compiono pratiche di adorazione a Hairakhan Vishva Mahadam. Questo avviene perché i sacri piedi del Signore hanno toccato questo luogo e gli hanno trasmesso la Sua energia. Non è un'esagerazione dire di Hairakhan che è il paradiso in terra. I desideri di coloro che vengono qui vengono esauditi, sia quelli materiali che quelli spirituali, e le loro vite sono coronate da successo. Fin dall'antichità si sa che fare austerità è di gran beneficio in questo mondo. Nell'atmosfera e nelle vibrazioni di Hairakhan c'è una tale energia divina che si impara facilmente a controllare i cinque elementi e i cinque prana del corpo. Molte persone che vivono in occidente, vengono qui due, tre volte all'anno per godere di questa benedizione.Oggi siamo tutti benedetti e preghiamo Dio affinché dia al Governatore una vita lunga, sana, con successo materiale e spirituale. Babaji vi ama e riversa milioni e milioni di benedizioni su di voi.

 

Risposta del Governatore:

Non so quali parole usare per ricambiare un simile benvenuto. In questo posto, grazie all'apparizione del Signore Shiva non vi sono più differenze. Hindù, musulmani, tedeschi e italiani, ricchi o poveri, tutti arrivano ai piedi di Babaji.

Le vostre menti si sono purificate al contatto con i Suoi piedi di loto. L'intera umanità viene purificata dall'energia che emana dai Suoi sacri piedi. Per questo motivo, questa zona abbandonata sta tornando al Suo antico splendore. Il lavoro nel quale noi tutti siamo impegnati ora è di fare dell'uomo un vero essere umano, perché attualmente gli uomini si comportano come animali.

Oh Signore, salva l'umanità!

Hairakhan, 27 ottobre 1983

 

 

123.

FATE DELLA VOSTRA VITA UN SUCCESSO

Giovani! Rimuovete le differenze dalle vostre menti e unitevi in una grande catena

 

Con tutti i conflitti che ci sono nel mondo, sembra che una grande crisi si stia avvicinando. Il mondo deve essere trasformato sin dalle radici. Figli miei! Giovani del mondo! Siate coraggiosi e preparatevi ad affrontare la vita così come viene, poiché fino a che non ci sarà un cambiamento radicale, il mondo non potrà progredire.

Ora non vi sto parlando da questo posto, ma da una caverna fra le montagne selvagge, dove vivono i leoni. Molti animali selvaggi vivono in questa foresta insieme ai grandi santi.

Giovani coraggiosi! Andate di casa in casa, in ogni luogo, nei vostri paesi e portate questo messaggio: "Svegliatevi, sorgete, siate ispirati! Fate della vostra vita un successo." Il tempo è molto vicino; non c'è spazio per altre cose o per esitare. Dovunque viviate organizzatevi, unitevi e svegliate la gente. Indicate a tutti il sentiero della giustizia e della verità. Dovete essere forti, per affrontare i tempi che stanno per venire.

Giovani! Rimuovete le differenze dalle vostre menti e unitevi in una grande catena. Dobbiamo fare il bene, non il male, per il mondo intero. Dovete raccogliere le vostre forze, lasciarvi alle spalle la paura della morte ed affrontare la vita con speranza e con coraggio.

Dimenticate le perdite e i profitti, non curatevi delle lodi o delle prepotenze: andate avanti! Prima che il mondo possa essere salvato dovrete marciare nel fuoco ardente.

Parole di Babaji. Hairakhan, 28 ottobre 1983

 

 

124.

VERITÀ, SEMPLICITÀ E AMORE

Questa è l'unica via che porti alla salvezza

 

Verità, Semplicità e Amore sono come la confluenza di tre fiumi. La via del successo è di fare Karma yoga prendendo questi tre fiumi come una base. Il Karma yoga è l'unica via per soddisfare i propri desideri, in questa vita e nelle vite future. Babaji vuole una creazione di gente forte e coraggiosa. Se, con piena fede e devozione per Dio e con ferma determinazione, la gente seguirà il sentiero di Verità, Semplicità e Amore e farà Karma yoga, otterrà tutto ciò che desidera. Mentre il mondo brucierà tra le fiamme del peccato che stanno per inghiottirlo, questa è l'unica via che porti alla salvezza. Solo coloro che hanno una determinazione incrollabile potranno sfuggire alla distruzione. Svegliatevi! Sorgete! Andate dal saggio e imparate da lui! Non c'è posto per la paura. La gente deve lavorare senza paura. Quando un uomo è senza paura nessuno può sconfiggerlo in battaglia, sia che si tratti di battaglie materiali che di quelle spirituali; egli risulterà vincitore in tutte le battaglie della vita. Dobbiamo estirpare i concetti di 'Io' e 'Mio' dalle nostre menti. Dovete procedere come soldati, con coraggio e senso del dovere. L'uomo è trascinato verso il basso dall'attaccamento. Come può esserci posto per il concetto di 'Io' e 'Mio', quando apparteniamo tutti al medesimo universo? Dobbiamo unirci in una sola grande famiglia e avanzare uniti, solo così il mondo potrà essere salvato. I problemi non riguardano il singolo individuo ma l'intero universo. Il vero uomo è colui che pratica l'umanitarismo. Ogni persona deve diventare umana se vuole ottenere successo nella vita. Il senso dell'umanità non si può risvegliare con letture o discorsi, eppure dobbiamo risvegliare questo spirito su tutta la terra. Ognuno di noi deve rimuovere le differenze fra sé e gli altri e lavorare per l'unità nel mondo, altrimenti il disordine crescerà e non ci sarà possibilità di fermarlo. L'umanità potrà essere salvata solo cambiando il cuore degli uomini. Babaji metterà in gioco tutto il Suo potere spirituale, ma è necessario che tutti gli uomini si sforzino per raggiungere il medesimo obiettivo. Finché non ci sarà un cambiamento nei cuori della gente, l'umanità è in grande pericolo.

Parole di Babaji. Hairakhan, 29 ottobre 1983

 

 

125.

DIVALI

Fate che la Luce si diffonda nel mondo

 

Oggi è il santo giorno di Divali. Questa festa viene celebrata in tutta l'India. Ci sono altre feste che vengono celebrate da gruppi o religioni particolari, ma Divali viene celebrata dappertutto come Shivaratri. Divali è un giorno molto sacro e di buon auspicio. Vi faccio tutti i migliori auguri, buon Divali a tutti voi, possiate tutti essere felici e sereni. Lasciate che la Luce della conoscenza brilli per sempre nei vostri cuori. Fate che la Luce si diffonda nel mondo attraverso di voi. Possano la gioia e la beatitudine essere sempre con voi! Di nuovo, buon Divali!

Parole di Babaji. Hairakhan, 4 novembre 1983

 

 

126.

IL SIGNORE DELLA MORTE

Se siete Suoi devoti, siate senza paura

 

Gli italiani hanno dato prova di grande entusiasmo e coraggio. Tutti devono seguire il loro esempio, perché la terra è il terreno del karma. Dovete essere attivi e lavoratori. I grandi del passato hanno prosperato grazie al Karma yoga e anche ora coloro che prosperano sono coloro che lavorano diligentemente. Solo col Karma yoga potete progredire e solo col Karma yoga potranno progredire i paesi e le nazioni. È per questo che vi dico che dovete seguire il sentiero del Karma yoga e insegnare agli altri a fare altrettanto. Dovete lavorare fino all'ultimo respiro. L'inazione è come la morte, per questo dovete progredire lavorando. Babaji ha il controllo del tempo, è il Signore della Morte. Egli può creare e distruggere molti universi a suo piacimento. Se siete Suoi devoti o discepoli, che motivo avete di temere? Non dovete assolutamente preoccuparvi. Siate senza paura!

Parole di Babaji. Hairakhan, 5 novembre 1983

 

 

127.

TEA-PARTY

Ogni occasione di felicità deve venire celebrata qui

 

Tutti voi siete riuniti qui con gioia e felicità. Tutti coloro che vengono a Hairakhan devono offrire un tea-party al dhuni. In tutte le occasioni, nascite, matrimoni o morti, dovete offrire un party in questo luogo. Non c'è luogo al mondo più sacro di questo. Ogni occasione di felicità deve venire celebrata qui. Questo è un grande centro di pellegrinaggio e tutti voi dovete cooperare a renderlo grande.

Parole di Babaji, a un party allo Shakti Dhuni.

Hairakhan, 6 novembre 1983

 

 

128.

SETTE CHILI E MEZZO DI CONGRATULAZIONI

Non dobbiamo esitare a fare qualsiasi servizio, qualsiasi lavoro ci capiti

 

Vi faccio sette chili e mezzo di congratulazioni! Questo modo di organizzare e celebrare le cose è buono. Dovete riunirvi almeno una volta alla settimana. Questo genere di incontri è completo. Tutti ne verranno risvegliati e i vostri contatti aumenteranno. È di grande importanza organizzare incontri di questo genere. Per amore del Signore Ram, verrà il tempo del regno ideale di Ram. Questo programma deve essere appeso in ogni paese e città; porterà una grande trasformazione nella società. Grazie a incontri come questo, imparerete a conoscervi meglio e le differenze tra le persone si ridurranno. Per amore del Signore Ram dobbiamo progredire nel Karma yoga.

Furo! Questo è un mantra completo, ispiratore.

Per amore del Signore Ram non dobbiamo esitare a fare qualsiasi servizio, qualsiasi lavoro ci capiti. Dobbiamo progredire, avanzare.

Parole di Babaji. Hairakhan, 8 novembre 1983

 

 

129.

KRIYA YOGA

La gente ha già subito molti lavaggi del cervello

 

La vostra routine quotidiana, dalla mattina alla sera, è il vostro Kriya yoga. Il vero Kriya yoga è l'unione fra la mattina e la sera (il lavoro di una giornata). Non voglio lavare il cervello alla gente. La gente ha già subito molti lavaggi del cervello e quelli che si stanno facendo il lavaggio da soli non capiscono il significato di 'Kriya' e di 'Yoga'.

Non c'è niente come il Kriya yoga. Non c'è nulla in questo mondo che non sia Kriya yoga. Kriya yoga è la perfezione nel lavoro. Ogni azione che si compie, mangiare e bere inclusi, è Kriya yoga; il processo digestivo del vostro corpo è Kriya yoga. Kriya yoga è il processo di unione di due o più cose.

Tutti gli scienziati sono dei karma yogi. Le persone concentrate e meditative sono dei kriya yogi. Il Kriya yoga non esiste come una cosa separata. La gente è stata ingannata; migliaia di persone sono state chiuse in questa trappola. Compiere azioni positive è Kriya, la puja è Kriya yoga, l'adorazione di qualsiasi forma del divino è Kriya yoga. Kriya yoga è servire l'umanità. È questo che il mondo chiede oggi. Fate del bene agli altri e rendeteli felici in ogni modo possibile. Questo è Kriya yoga. Servite l'umanità. Dovete fornire il vostro paese di qualsiasi cosa gli manchi; soddisfare questi bisogni è Kriya yoga. Date a ogni individuo e ad ogni nazione ciò di cui ha bisogno.

Parole di Babaji. Hairakhan, 10 novembre 1983

 

 

130.

IL CIBO

Dobbiamo mangiare cibo nutriente

 

Il cibo che mangiamo deve essere puro e nutriente come quello di oggi. Dobbiamo prestare particolare attenzione alla salute. In ogni centro bisogna cercare di coltivare e cucinare delle buone verdure e fare l'halva da distribuire agli altri. Il cibo deve essere nutriente affinché la forza della vostra mente e del vostro corpo aumentino. È necessario mantenere il corpo in salute, per poter fare un buon Karma yoga. Se il vostro corpo non è forte, come potete lavorare? Dobbiamo mangiare cibo nutriente per dare energia al corpo e far lavorare meglio la mente. Voglio una creazione di persone forti e sane. Non c'è posto per le persone deboli. Voglio che le persone in questa creazione siano veloci come il vento nel loro lavoro; voglio persone che lavorino con tutta l'energia del loro corpo. In questo momento il mondo ha bisogno di persone forti e coraggiose. Se siete deboli, come lavorerete e come vivrete? Per esistere dovete generare energia. Tutti devono sempre lavorare duramente.

Qui non dovete mai essere pigri. Per la terra non serve essere come un corpo morto. Tutte le guerre che sono state combattute nei secoli passati, sono servite soltanto per sollevare il peso morto della pigrizia.

Dovete essere grandi lavoratori. Se siete occupati a compiere azioni positive, dormirete bene, avrete un buon appetito e i pensieri negativi non entreranno nella vostra mente. Altrimenti criticherete sempre gli altri; nell'inazione le vostre menti saranno sempre occupate a criticare gli altri. Il karma, l'azione, è l'unico mezzo per scacciare ogni male.

Parole di Babaji. Hairakhan, 17 novembre 1983

 

 

131.

IL PROGRESSO

Mentre la disoccupazione aumenta nel mondo, la gente perde la pace della mente

 

In questo momento nel mondo c'è molto bisogno di karma yoga. La gente sta diventando pigra a causa del progresso, della scienza e della tecnologia. Per esempio, sono stati inventati i computer e tutti i calcoli sono fatti da essi, così molta gente non usa più la mente e il corpo. Guardate i medici: sono state inventate molte macchine per gli esami e i controlli, i medici non hanno più bisogno del loro cervello; in cinque minuti fanno esami che altrimenti richiederebbero cinque giorni. Presto smetteranno di usare la mente e dipenderanno completamente dalle macchine; questo li renderà inattivi.

La scienza ha fatto molti progressi: bastano pochi secondi per fare il lavoro di migliaia di uomini. Questo rende migliaia di uomini inutili e senza impiego; mentre la disoccupazione aumenta nel mondo, la gente perde la pace della mente. L'uomo ha smesso di lavorare e a causa dell'inazione, i mali e le malattie stanno aumentando.

Voglio che troviate dentro di voi la stessa energia delle macchine e che voi stessi lavoriate come macchine. Se osservate la situazione dal giusto punto di vista, potrete vedere che la scienza indebolisce gli uomini. Come potete mettere alla prova il vostro talento e le vostre capacità, se non agite? Prendiamo l'esempio di un soldato: come può dimostrare la sua forza e il suo valore usando una macchina? Dobbiamo seguire una via che ci renda forti, così da non dover dipendere dalle macchine. È una via che potrete percorrere solo con l'attività e col duro lavoro.

È essenziale essere attivi ed essere grandi lavoratori. Babaji lavora da mattina a sera come una macchina.

Tutti devono avanzare facendo Karma yoga che è la via migliore per tutti. Nessuno deve interrompere la pratica del Karma yoga. Questa è la via eterna, indistruttibile.

Ogni cosa, tutta la conoscenza, la scienza, si è sviluppata attraverso l'azione, il duro lavoro.

Parole di Babaji. Hairakhan, 20 novembre 1983

 

 

132.

IN MEZZO AL FUOCO

Un grande fuoco di peccati e di dolore sta divampando nel mondo

 

Il fatto è che un grande fuoco di peccati e di dolore sta divampando nel mondo, viviamo, camminiamo e lavoriamo in mezzo a questo fuoco. La gente è scoraggiata; la morte danza davanti agli occhi di tutti.

Qui tutti i presenti, da qualsiasi luogo provengano, vivono in unità, come Uno; anche voi dovete vivere così nel vostro paese.

Ora non solo l'umanità è in pericolo, ma tutti gli esseri senzienti e non senzienti. Non devo occuparmi solo degli uomini, ma di tutta la creazione. Com'è possibile? È assolutamente impossibile. Le calamità che stanno per abbattersi sulla terra sono inevitabili. Soltanto chi ha una grande determinazione nell'agire per il bene ed è profondamente devoto al Signore può sopravvivere alla distruzione.

Non c'è bisogno che vi precipitiate qui dai vostri paesi. Per favore non sprecate il vostro tempo così! Il tempo e l'energia che usate per andare e venire da qui devono essere usate per fare sadhana a casa vostra. Andare e venire è solo uno spreco di tempo. Ovunque viviate, dovete lavorare duramente per provvedere a ciò che manca al vostro paese. Continuate a ripetere il nome di Dio e a compiere buone azioni.

Soltanto grazie al Karma yoga potrete avanzare e avere successo nella vita. Il Karma yoga è l'unica arma invincibile; se la userete non sarete toccati e scossi nemmeno durante il tempo della distruzione totale. Per questo motivo non dovete mai smettere di agire. Non dovete mai fare cose che possano danneggiare gli altri, ma solo azioni che portino beneficio al maggior numero di persone. Dovete avanzare per mezzo dell'azione. Il Karma yoga è il solo yoga che porta al successo. È talmente potente che persino un minimo di pratica solleva una persona dal dolore e dalla malattia. Può essere chiamato karma soltanto il lavoro che beneficia la maggior parte delle persone.

Ovunque viviate dovete organizzare ed unire sempre più le persone.

Parole di Babaji. Hairakhan, 23 novembre 1983

 

 

133.

IL BENE UNIVERSALE

Non è necessario che vi precipitiate qui tante volte. Pensate piuttosto a fare il vostro dovere

 

Oggi inizia la stagione invernale e la corte reale si riunisce alla presenza di questi grandi re e ministri. Quest'incontro ha un grande significato, poiché è un'assemblea internazionale. Neanche Reagan, Indira Ghandi, il premier sovietico e quello cinese dispongono di un simile potere, poiché essi governano solo i loro paesi. Gli uomini politici stessi hanno creato i loro limiti, mentre i re ed i ministri che sono radunati qui hanno potere illimitato in tutto il mondo.

Shri Mahaprabhuji desidera che tutti lavorino per il benessere dell'intero universo. Ogni nostra azione deve avere come scopo il bene universale. Tutti voi dovete passare il tempo dedicando le vostre energie al bene dell'universo. Soltanto così avrete benefici.

Non è necessario che vi precipitiate qui tante volte. Pensate piuttosto a fare il vostro dovere, perché solo così coopererete al lavoro universale. Andate e rimanete al vostro posto. Non mi piacciono le persone che vagano come cani. Se andate da qualche parte, andate per uno scopo; se fate qualcosa, fatelo per uno scopo positivo. Usate il tempo che sprechereste ad andare e venire, per fare del bene a qualche essere umano, a qualsiasi essere vivente.

Avanzate e aiutate gli altri a progredire.

Sta arrivando un tempo terribile, ve l'ho già detto. In questa grande rivoluzione persino la geografia del mondo cambierà.

Vi chiedo di lavorare duramente per elevare l'umanità; cercate di proteggere i diritti dell'umanità. Fatevi avanti per proteggere l'umanità. Oggi la disumanità è diffusa in tutto il mondo, dobbiamo sradicare completamente la disumanità e stabilire il senso della vera umanità. Forse vi state chiedendo come farò a compiere una simile rivoluzione con a fianco solo Amar Singh, che ha i denti tutti rotti. Cosa farà Amar Singh coi denti tutti rotti? Lui, che sta in cucina tutto il giorno?

Guardate! Quando il tempo verrà, l'esercito, la marina, le forze aeree e tutte le armi di recente invenzione, le bombe atomiche ecc. saranno a disposizione.

Come eserciti di formiche, queste forze saranno schierate qui. Per questo non dovete chiedervi come farò: Io posso fare ogni cosa.

Ad esempio, al tempo della grande guerra del Mahabharata, tutti i poteri del mondo vennero per aiutare i Pandava. Colui che dubita è rovinato.

Tutti voi dovete farvi avanti insieme e formare una grande organizzazione internazionale, più grande di qualsiasi organizzazione della storia del mondo. Non voglio che siate rovinati e distrutti.

Avrà luogo una Rivoluzione come non si è mai vista prima. I cuori delle persone che leggeranno o ascolteranno la storia di questa Rivoluzione si scioglieranno. Questa è un'epoca di grande distruzione, nessun'altra epoca può essere paragonata a questa.

La rivoluzione non durerà dei minuti ma solo secondi. I paesi che hanno inventato le armi distruttive verranno distrutti. Non devono pensare di essere al sicuro. È al sicuro solamente colui che si è rifugiato completamente ai piedi di Shri Mahaprabhuji. Non dobbiamo stare fermi; dobbiamo avanzare per la salvezza dei nostri paesi e per l'elevazione della razza umana. Dobbiamo stabilire il Karma yoga ed eliminare la pigrizia dal mondo. Vi ho già detto che voglio persone attive e grandi lavoratori. Non voglio vivere in un mondo di inazione; voglio che tutti voi siate pieni di energia.

Shri Mahaprabhuji vi chiede di farvi avanti per il bene di tutta l'umanità. Lasciate dietro di voi la disonestà e l'inganno e fatevi avanti per coltivare il senso della vera umanità e per proteggerla.

Parole di Babaji. Hairakhan, 17 dicembre 1983

 

 

134.

LA TESTA SCOTTA A FORZA DI DIRE SEMPRE LA STESSA COSA

 

L'intero mondo è transitorio, perché lasciate le vostre menti nella confusione?

Dovete considerare il lavoro come vera forma di devozione e continuare a fare Karma yoga. Shri Mahaprabhuji non fa altro che ripetervi di lavorare duramente e la Sua testa scotta a forza di dire sempre la stessa cosa. Questo mondo è transitorio, il nome di Dio è la vera realtà. Ogni cosa in questo mondo è distruttibile, impermanente. Dovete ripetere il nome di Dio e cantare kirtan e bhajan con devozione e concentrazione. Se non fate così, come potete sperare di raggiungere l'illuminazione e di progredire?

I kirtan e i bhajan devono essere cantati con tale profonda devozione e concentrazione che l'aspetto del divino invocato deve apparire di fronte a voi. Dovete continuare a lavorare e fare kirtan. Vi ho già detto molte volte le stesse cose e spero di dirvele ancora nel futuro, perché voglio vedervi vivi e pieni di energia. Quando il tempo è così rapido, perché riducete la vostra velocità? Dovete lavorare veloci come macchine; il vostro cervello deve ripetere il mantra come un computer. Non dovete ruminare sulle cose, il vostro vero yoga è ubbidire agli ordini di Shri Mahaprabhuji. Ubbidire agli ordini di Shri Mahaprabhuji è il solo mantra che esista per voi.

Lasciandovi dietro le spalle la paura della morte e la speranza della vita, dovete avanzare. Non abbiate paura dell'acqua e del fuoco. Dobbiamo essere pronti a saltare nell'oceano e nel fuoco, quando verrà il momento. Dovete diventare stabili come il monte Meru.

L'intero mondo è transitorio, perché lasciate le vostre menti nella confusione?

Dovete avere un solo scopo, una sola meta: servire ogni essere vivente dell'universo. Quando fate i jaikara, il suono deve raggiungere il cielo.

Parole di Babaji, al darshan serale. Hairakhan, 17 dicembre 1983

 

 

135.

FARE IL PROPRIO DOVERE

 

Dovete usare il buon senso e compiere il vostro dovere senza aspettare che vi venga detto cosa fare

Il 25 tutti devono fare voto di essere Uno e di vivere in unità. Tutti devono rimuovere le differenze e le distinzioni nel loro cuore. Bisogna dare più importanza all'unità. Dobbiamo farci avanti tenendo ben chiaro in mente i problemi che la crisi porterà. Dovete usare il buon senso e compiere il vostro dovere senza aspettare che vi venga detto cosa fare. Fare il proprio dovere è la più alta forma di puja, il più grande servizio, la più grande forma di pratica e di devozione e la più grande austerità.

Dovete tutti dare grande importanza al Karma yoga, poiché finora siete progrediti solo grazie al Karma yoga. Dovete avanzare con ferma determinazione. Avere ferma determinazione è yoga; essere fermi e stabili nella propria determinazione è yoga. Non dovete lasciarvi scuotere perché perdereste la direzione. Dovete prendere una ferma decisione ed aderire ad essa. Tutti devono mostrare a Shri Mahaprabhuji i progressi fatti.

Parole di Babaji. Hairakhan, 21 dicembre 1983

 

 

136.

IL CAMMINO DELL'UNITÀ UNIVERSALE

Voglio gente con un forte spirito rivoluzionario, che sia disposta a combattere per la verità

 

Oggi è un giorno di buon auspicio e di benedizioni. Oggi siete riuniti qui ai piedi dell'Himalaya e sulle rive del fiume Gotama Ganga. Oggi l'aria è fresca, dolce e profumata. Gente proveniente da ogni parte del mondo è giunta qui. Coloro che sono riuniti qui, in questo luogo sacro e in questo giorno, stanno godendo delle benedizioni del cielo. Che questo giorno sia felice per tutti noi che abbiamo scelto il cammino dell'unità universale. Vi ho ripetuto molte volte ciò che voglio nel mondo. Voglio una creazione di gente forte, coraggiosa e senza paura. Voglio gente con un forte spirito rivoluzionario, che sia disposta a combattere per la verità. Voglio sradicare la non-violenza dal mondo; l'enfasi sulla non-violenza ha portato ad un aumento dell'atrocità e delle ingiustizie nel mondo. Voglio un mondo in cui i diritti degli esseri umani non siano calpestati, come succede al giorno d'oggi. La pratica della non-violenza ha portato la gente all'ignoranza, invece che alla conoscenza. A causa della teoria della non-violenza, all'uomo sono stati negati i suoi diritti, ed egli ha paura persino della sua ombra. Voglio una creazione di gente potente in tutto il mondo.

Tutti voi vi chiedete che cosa farà Shri Mahaprabhuji, come lo farà, che cosa succederà, come affronterà queste calamità con le Sue sole forze. Fino ad ora, ciò che ognuno ha raggiunto l'ha ottenuto col proprio sforzo. Dovete avere un perfetto, completo controllo su voi stessi e una ferma determinazione, anche al tempo della distruzione totale del mondo. Chiunque rimane fermo nella propria determinazione può cambiare il mondo intero. Quando il Signore Ram era in esilio, non aveva un esercito di milioni di uomini, ma aveva una ferma determinazione. Quando l'uomo ha una ferma determinazione, tutti i poteri della natura vengono ad aiutarlo. Quando i Pandava tornarono dai lunghi anni di esilio, non c'era un esercito ad aspettarli. Come a quei tempi, così ora tutti i poteri della natura giungeranno automaticamente ad aiutarci nel momento del bisogno. Un proverbio sanscrito dice che se un re è forte e coraggioso, anche i suoi sudditi lo aiuteranno con forza e coraggio. Se avremo una ferma determinazione, nulla potrà fermarci, né il fuoco, né l'acqua, né le tempeste. Non sarà necessario chiamare; quando il tempo verrà, tutti i poteri verranno ad aiutarci, come le nuvole giungono inaspettate nel cielo.

Oggi nell'Hairakhandi Samaji non mancano persone colte nelle arti e nelle scienze. Nel Samaji ci sono persone con grandi talenti, provenienti da tutte le parti del mondo. Nel Samaji ci sono persone colte, e ogni nuovo arrivato è più qualificato degli altri giunti prima di lui.

Al tempo del Mahabharata, i grandi re, lasciandosi dietro le spalle la paura della morte e la speranza della vita, accorsero sul campo di battaglia. Allo stesso modo, gente proveniente da tutte le parti del mondo è pronta ad affrontare qualsiasi avversità. Chi ha dubbi perirà. Voi tutti potete essere testimoni di come Mahaprabhuji non abbia avuto bisogno di andare in altri paesi per trasmettere il Suo messaggio.

Svegliatevi, sorgete! Andate dalle persone istruite e prendete la conoscenza da loro. Solo così avrete tutti i tipi di potere e di successo nella vita.

Oggi voglio congratularmi con tutta la gente di tutto il mondo. Quelli che sono presenti e quelli che non lo sono, tutti meritano delle congratulazioni in questo giorno. Ora manca solo mezz'ora a mezzanotte. Non alzatevi e non disturbate il ritmo di questo momento sacro. C'è un proverbio in hindi in cui il protagonista della storia dice alla protagonista: "La maggior parte del gioco è finita: manca poco e anche questo poco sta per finire. Per favore non disturbate l'armonia della musica per questo tempo rimasto." Così, per favore, state ancora seduti e continuate a cantare i kirtan e i bhajan fino a mezzanotte. Qualsiasi canzone e preghiera voi offriate oggi, Cristo vi ascolterà. Cantate kirtan! Cantate Alleluja.

Parole di Babaji. Hairakhan, 24 dicembre 1983

 

 

137.

L'UMANITÀ OGGI

Gli uomini sono come tanti pupazzi che danzano per capi demoniaci

 

Oggi sta per finire la festa internazionale del Natale. La festa è stata celebrata con successo, grazie alla collaborazione di tutti. Avete sempre cooperato così durante questa celebrazione. La festa del Natale è celebrata qui, regolarmente, attraverso l'ispirazione di tutti e continuerà così anche nel futuro. Questa è la Mia benedizione per tutti voi. Congratulazioni a tutti voi per i vostri sforzi concentrati, di tutto cuore. Vi ho detto molte volte prima che dovete sempre porre il vostro dovere davanti a voi. Dovete avere un solo proposito davanti a voi, sacrificare voi stessi per il bene dell'umanità. Dobbiamo vivere per l'umanità e morire per l'umanità; dobbiamo offrire le nostre vite per il benessere e la sicurezza della società. Questo deve essere il nostro scopo principale, la nostra meditazione, il nostro servizio. Questo è il nostro bhajan, il nostro kirtan, e questa la ripetizione del nome di Dio. Dobbiamo procedere con questo scopo bene in mente.

Oggi l'umanità è molto degenerata; gli uomini sono come tanti pupazzi che danzano per capi demoniaci. Dobbiamo proteggere la gente e portarla al progresso. Non dobbiamo perdere il coraggio.

Parole di Babaji. Hairakhan, 25 dicembre 1983

 

 

 

ANNO 1984

 

138.

IL LUOGO PIÙ SACRO DEL MONDO

C'è un solo centro di pellegrinaggio universale

 

Tutti voi siete riuniti qui ai piedi del bello e piacevole monte Kailash. Siete seduti vicino a questa bella grotta, la cui grandezza è stata descritta nei Veda. Siete i più fortunati dell'universo: state godendo della prima e nuova alba del nuovo anno in questa bella e santissima valle dell'Himalaya. Una volta l'intera valle era coperta di neve, come pure le montagne intorno. Vi ho già raccontato il mistero di questo luogo. Figli miei, questo è il vero ed originale monte Kailash. Mahadeva risiedette qui con Madre Parvati per migliaia e milioni di anni. Questo posto esisteva anche prima della creazione. Vi ho già raccontato la storia del lago Manasarovar. Quando Manu, il primo uomo, fu creato, desiderava che la creazione si espandesse. Fece austerità e celebrò qui il primo yajna e qui pose il primo simbolo del Signore Shiva. Questo fatto diede il nome di Manasarovar al lago, dal nome del primo uomo Manu. Questo è il monte Kailash originale, il solo monte dove risiedono gli Dei, le Dee, i Saggi, i Veggenti e gli Angeli. Ora tutti voi potete capire il grande significato di questo luogo sacro. Questo è il luogo più sacro del mondo.

Ci sono molti luoghi sacri che sono limitati ad una religione particolare; ci sono stati e ci sono molti templi, chiese o centri religiosi, ma c'è un solo centro di pellegrinaggio universale.

Questo è ciò che dà a questo luogo il suo grande significato. Tutti gli Dei e le Dee e gli altri Esseri Divini, risiedono nelle montagne qui intorno.

Oggi, mentre inizia il 1984, sono felice di congratularmi con voi e di farvi i Miei auguri. Fate che quest'anno sia felice, di buon auspicio e ricco di benedizioni per voi. Possiate tutti voi essere liberati; possiate avere successo.

Vi ho già detto prima che i tempi difficili sono molto vicini, svegliatevi! Sorgete! Andate dai saggi e imparate da loro. Tutti voi dovete restare uniti per affrontare queste calamità. C'è uno slogan in India: 'JAI HIND!' Significa vittoria all'India, ma Io voglio il benessere dell'intero universo, così proclamo un nuovo slogan: 'JAI VISHWA'!

Parole di Babaji. Hairakhan, 1 gennaio 1984

 

 

 

139.

UNA MALATTIA CHE NESSUNO SARÀ IN GRADO DI FERMARE

Si diffonderà in tutte le parti del mondo

 

Babaji disse che presto in America la gente soffrirà di una forma di malattia che nessuno sarà in grado di fermare e che porterà alla morte. Alcuni vomiteranno fino a morirne, altri sanguineranno a causa di tagli che non riusciranno a cicatrizzarsi. Non c'è alcuna prevenzione e non ci sarà nessuna cura, ma Egli raccomanda il digiuno come mezzo migliore per evitare tutto ciò. Questa malattia, dall'America si diffonderà in tutte le parti del mondo. Ad Haldwani e nelle altre parti dell'India, presto si verificherà un'epidemia di malaria impossibile da curare. Per prevenirla tutta la gente deve prendere le pillole antimalariche ogni settimana. Babaji ordinò che questo annuncio venisse pubblicato nel giornale di Haldwani ed anche negli Stati Uniti.

Parole di Babaji. Hairakhan, 7 gennaio 1984

 

 

140.

PRENDENDERSI CURA DELLA PROPRIA SALUTE

È il vostro dovere verso il vostro corpo

 

Chiedo che il Dipartimento di Sanità di Hairakhan si occupi di tutte le persone che sono qui, in modo che nessuno perda la buona salute. È anche dovere di tutti i dottori dare a tutti le pastiglie contro la malaria una volta alla settimana. Il Ministero della Sanità deve prendersi cura della buona salute di tutti, e adottare seri provvedimenti. Tutti devono accettare questra regola, andare all'ospedale quando sono malati, e anche i dottori devono andare a visitare le persone. Dovete avanzare prendendo cura della vostra salute; solo prendendovi cura della vostra salute potete avere successo. Se non siete in buona salute come potete compiere il vostro dovere? Prendervi cura della vostra salute è importante come ogni altro dovere della vostra vita: è il vostro dovere verso il vostro corpo. Se il vostro corpo non funziona, come potrete funzionare ed avanzare? Questa notizia è stata trasmessa da radio Pechino.

Parole di Babaji. Hairakhan, 9 gennaio 1984

 

 

141.

LA PIGRIZIA

... vi fa scivolare all'indietro

 

Tutti quelli che sono giunti qui da tanti paesi stranieri, hanno fatto veramente un buon lavoro. Avete mostrato a Dio la vostra devozione e il vostro coraggio. Avete aumentato la bellezza di questo posto e avete riempito l'atmosfera con le vostre vibrazioni di amore e devozione.

Shri Mahaprabhuji pone l'accento sul Karma yoga e afferma che questo è lo yoga più alto. Tutte le altre forme di yoga possono dare dei frutti solo dopo la morte, ma il Karma yoga vi porta risultati immediati.

Vi dico e vi ripeto che la cosa migliore è vivere la vostra vita con forza e con coraggio. Dovete essere sempre attivi e lavorare duramente; anche questo ve l'ho ripetuto molte volte.

Solo attraverso il karma vi darò la liberazione; quindi non ciondolate durante il lavoro, siate attivi e avanzate.

Dovete sempre incoraggiare il Karma yoga e dovete progredire attraverso il Karma yoga. Solo attraverso il karma possono essere soddisfatti tutti i bisogni. Non possiamo rendere il mondo felice e pacifico senza lavoro; dobbiamo praticare il Karma yoga per la pace e la felicità del mondo, per la soddisfazione del mondo intero. La prigrizia vi fa scivolare all'indietro e vi fa rallentare la crescita. Il karma è la cosa più grande e più alta.

Parole di Babaji. Hairakhan, 10 gennaio 1984

 

 

142.

CENTRI DI CURA SPIRITUALE

Tutti voi dovete imparare a curare spritualmente

 

Tutti voi avete lavorato qui molto duramente. Avete reso questo posto felice, meraviglioso e prospero. Ora migliaia di persone vengono e ottengono la pace della mente; questo è il risultato del vostro Karma yoga. Nel futuro tutti voi stabilirete ashram e centri nel mondo intero. Lì farete Karma yoga e creerete le stesse vibrazioni ovunque andrete. Tutti voi dovete imparare a curare spritualmente e dovete istituire centri di cura spirituale. In questo modo molte persone nel mondo otterranno pace e felicità.

Parole di Babaji. Hairakhan, 20 gennaio 1984

 

 

143.

AGLI STUDENTI

Io do rifugio solo agli ideali santi ed elevati

 

È essenziale che vi concentriate sui vostri studi. Dovete evitare rigorosamente ogni attività distruttiva. I vostri leader sono diventati egoisti e vi stanno fuorviando e mal consigliando. Dovete seguire il sentiero della verità. Voglio che voi portiate benessere e felicità al mondo. Io do rifugio solo agli ideali santi ed elevati.

Sono contrario alla non-violenza. La non-violenza ha reso tutti deboli e sottomessi, ed ha in realtà incoraggiato la violenza e l'indisciplina. Questo tipo di non-violenza è come la morte. Voglio una creazione violenta; solo allora ci sarà progresso e gli aspetti irrilevanti della vita svaniranno automaticamente. Solo una società violenta non permetterà la degradazione degli standard morali e l'indisciplina. Voglio che siate forti e coraggiosi. Per raggiungere i vostri alti ideali, dovrete essere tanto forti da riuscire ad affrontare tutte le situazioni difficili. Dovrete avere una ferma determinazione ed essere preparati a scontrarvi con le montagne e ad arginare gli oceani. Affrontate il tornado senza paura; siate fermi e completamente votati alla vostra causa.

Quando il signore Ram dovette affrontare Ravan, all'inizio Egli era solo, ma poi l'intero esercito di scimmie venne in suo aiuto e alla fine Egli poté facilmente sconfiggere Ravan. Allo stesso modo, quando i Pandava combatterono contro i Korava, non avevano nulla, ma al momento giusto Dio stesso venne con tutta la Sua forza per aiutarli a vincere. Se siete fermi nella vostra determinazione e completamente devoti, Dio verrà ad aiutarvi a raggiungere i vostri ideali.

Io cambierò il presente sistema mondiale, non ho bisogno di nessun'arma, ma lo farò.

Siate coraggiosi, senza nessun attaccamento, avanzate senza curarvi della vita o della morte. Questa è la Mia benedizione per voi.

Parole di Babaji. Allahbad, 25 gennaio 1984

 

 

144.

IL VERO ESSERE VIVENTE

Chi non ha coraggio è come un uomo morto, anche se vive

 

Tutti voi dovete avere una ferma determinazione. Anche se viene la distruzione totale o qualsiasi calamità, non dovete essere scossi nella vostra determinazione. Se c'è una grande inondazione, se il fuoco divampa, in qualsiasi calamità, dovete essere così coraggiosi e determinati che saltereste nel fuoco e nell'acqua. Dovete ispirare anche gli altri a diventare forti e coraggiosi. Soltanto chi ha coraggio è un vero essere vivente, chi non ha coraggio è come un uomo morto, anche se vive.

Ora abbiamo stretto le nostre cinture e preso la ferma risoluzione di fare bene al mondo e di elevare l'umanità. Dovete aderire a questa risoluzione con tutta la vostra energia. Le calamità si abbatteranno non soltanto su di un paese ma sull'intero universo, perché l'intero universo è in pericolo. Si stanno avvicinando tempi terribili che coinvolgeranno il mondo intero; l'intero universo sarà coinvolto da questa distruzione, per cui non dobbiamo considerare solo noi stessi, ma l'universo intero.

Se lavoriamo duramente e siamo industriosi possiamo raggiungere qualsiasi cosa in questo mondo. Poiché dovete considerare l'intero universo, dovete dire JAI VISHWA! (Vittoria all'universo) invece che JAI HIND (Vittoria all'India).

Parole di Babaji. Hairakhan, 31 gennaio 1984

 

 

145.

LO YOGA SUPREMO

Il Karma yoga è la sola cosa che possa cambiare il vostro destino in questo mondo

 

Shri Mahaprabhuji vi dice che il Karma yoga è lo yoga supremo. Siete testimoni degli effetti del Karma yoga in ogni cosa che vedete qui. È l'effetto del vostro Karma yoga che fa sì che Io ora sia seduto qui. Tutto questo Company Bhag è stato costruito con le vostre mani. Il Karma yoga è la sola cosa che possa cambiare il vostro destino in questo mondo; può anche cambiare la geografia del mondo, dove c'è acqua voi potete portare la terra e viceversa. In quest'epoca c'è una grande necessità d'azione; non dovete mai rimanere indietro col vostro Karma yoga, il tempo lo richiede. Non sono Io, ma il Tempo che parla attraverso la Mia bocca. Il Tempo scorre con grande velocità, e tutti i paesi hanno alzato le loro teste con le bocche aperte come i cobra e aspettano l'opportunità di inghiottirsi l'un l'altro. In questo momento critico sono necessari la forza e il coraggio. Insieme al Karma yoga dovete ripetere sempre il nome di Dio.

Non mi piace la disonestà, voglio che tutti siano onesti e facciano il loro dovere. Ciascuno deve compiere il proprio dovere correttamente. Dovete sapere cosa si deve fare, attraverso il karma non si cade mai, ma si sale sempre più in alto. Per questo non dovete mai spaventarvi di fronte al duro lavoro, perché dobbiamo fare ogni cosa a seconda della necessità dei tempi. Non c'è lavoro basso o cattivo in questo mondo, se viene fatto col giusto spirito. Potete avanzare solo attraverso il karma, per questo l'uomo non deve mai esitare a fare qualsiasi lavoro. Alto o basso, grande o piccolo, nessun lavoro è cattivo  il lavoro è lavoro. Il coraggio è vita, chi non ha coraggio è come un corpo morto. Il Mio scopo è di beneficiare il mondo intero, non soltanto una persona o un paese. Tutti voi dovete essere sempre pronti a fare sforzi per il bene universale e per questo dovete aiutarvi l'un l'altro. Dovete essere sempre pronti a fare delle azioni positive, e ovunque viviate dovete organizzare settimanalmente o mensilmente dei satsang (incontri con la Verità). Fate delle grandi riunioni per discutere le misure da prendere per il bene del mondo intero. Invitate uomini colti e scienziati, consultatevi con loro e ascoltate i loro consigli. Dovete trovare i modi e i mezzi per fare il bene universale.

Parole di Babaji. Hairakhan, 1 febbraio 1984

 

 

146.

ANDARE IN GUERRA

Scegliete il Karma yoga come pratica spirituale e andate nel mondo

 

Voi tutti avete svolto un grande lavoro qui e state continuando a farlo. L'intero mondo beneficerà del Karma yoga che avete fatto ad Hairakhan, le persone che vengono qui da ogni parte del mondo sono estremente compiaciute del vostro sforzo. Si sentono elevate e quando ritornano a casa vi citano ad esempio. Il lavoro che avete svolto qui è un grande insegnamento per le generazioni future. La battaglia che avete ingaggiato con il vostro duro lavoro e con devozione, è una battaglia con la natura, e voi state cambiando la natura stessa. Questo è un grando insegnamento per il mondo intero, poiché solo attraverso il Karma yoga si può raggiungere qualcosa. Il lavoro che voi avete fatto ne è la prova e voi stessi potete vedere i risultati che avete ottenuto grazie al Karma yoga. Con il Karma yoga potete persino modificare la geografia del mondo. Dove c'è acqua potete creare terra e viceversa. Il Karma yoga è la più alta forma di yoga. Siete tutti testimoni dei risultati del Karma yoga in questo posto e potete controllarne gli effetti di giorno in giorno.

Quello che è qui oggi non sarà più qui domani; tutto è distruzione e ciò prova che con il karma si può modificare ogni cosa. Con il duro lavoro voi potrete persino modificare il vostro destino.

Tutti i grandi Saggi, i Santi, gli yogi che hanno vissuto in questo mondo, tutti i messaggeri di Dio hanno trionfato solo grazie al Karma yoga, con il Karma yoga hanno modificato la natura stessa. Perciò non dovete mai abbattervi nella vita e dovete ricordare che con il Karma yoga potete ottenere ciò che nemmeno Dio è in grado di ottenere. Il karma è in grado di cambiare persino le decisioni di Dio. Dal momento che il Karma yoga è una pratica così elevata, perché non la adottate tutti? Il Karma yoga vi può dare tutta la felicità di cui avete bisogno. Un karma yogi non ha problemi in questo mondo. Abbandonare il karma, impigririsi è il più grande problema, la più grande infelicità, il più grande pericolo che potete incontrare nella vostra vita. Per questo motivo dovete rimanere fermi sul sentiero del Karma yoga e non abbandonarlo mai, qualsiasi cosa succeda. Dovete progredire solo attraverso il Karma yoga. Tutti possono ottenere coraggio e shakti grazie al Karma yoga, e le cose impossibili diventeranno possibili. Dovete progredire sul sentiero del Karma yoga. Questo non riguarda solo Hairakhan, ma il mondo intero. Dovunque siate, dovunque lavoriate, dovete mantenere questo livello, perché non è solo per Mahaprabhuji che voi fate questo lavoro, ma per la vostra liberazione e per la vostra crescita. Non importa quale sia il lavoro, dobbiamo essere pronti a fare qualsiasi lavoro per accettare la sfida dei tempi a venire. Se, e quando sarà necessario, dovremo andare in guerra, anche allora non dovremo tirarci indietro. Scegliete il Karma yoga come pratica spirituale e andate nel mondo.

Parole di Babaji. Hairakhan, 4 febbraio 1984

 

 

147.

L'INIZIO DELLA PRIMAVERA

Possiate essere tutti felici e pieni di grazia

 

Oggi è il 5 febbraio, l'inizio della primavera, un giorno di buon auspicio. Possiate essere tutti felici e pieni di grazia. Le vostre vite devono essere piene di pace, prosperità e felicità.

Parole di Babaji. Hairakhan, 5 febbraio 1984

 

Joomla templates by a4joomla